La prova del cuoco – Puntata del 30/04/2012 – Anna contro Sal De Riso, la ricetta di Natalia Cattelani e di Casa Clerici.

Non c’è tempo per l’anteprima, Antonella irrompe in studio, accolta dall’entusiasmo del pubblico e dalla briosità del maestro, che “parte veloce“, ma viene subito interrotto dalla conduttrice, scottata dalla debacle di sabato scorso con E’ stato solo un flirt?: “se anche ho perso, puoi dirmelo eh. Io ho vinto, perchè so di aver fatto una bella trasmissione, ma sabato ce la metterò tutta, dovrò inventarmi anch’io qualcosa di gossip pazzesco“.

Una che, invece, non vuole perdere mai, osserva Antonella, è Annina. Su 34 incontri, 19 vittoria per la petulante cuoca. Lippi prende la parola: “Sabato ha vinto il buon gusto ed ha fatto un ascolto inferiore. Non si può guardare la televisione per vedere due incerottati“. Come se la gente avesse assistito a 3 ore di show (Amici) per assistere solo all’entrata, durata 20 secondi, di Stefano De Martino.

Quest’oggi Annina dovrà vedersela con il principe dei pasticceri, lo straordinario Sal De Riso. Se quest’ultimo propone un suo cavallo di battaglia, la torta ricotta e pere di De Riso, cliccante qui per ingredienti e procedimento, Annina presenta un modesto diplomatico alla frutta. La cuoca si impone, tentando di fare quanto più rumore possibile ed esaltando la sua crema pasticcera “buonissima“, Sal coglie la palla al balzo: “è difficile che Anna Moroni può fare una crema buona“. Ma Anna tiene a precisare: “la mia è una torta che non fa nessuno, la sua chiunque la fa“, Sal ribatte: “Claudia assaggia la sua, così poi ti aggiusti la bocca con me“. Questa torta, sottolinea Annina, è stato per anni il suo cavallo di battaglia tanto che agli inizi degli ann Novanta, quando dice faceva la casalinga contenta, ma solo al mattino perchè di pomeriggio era sempre in giro a far corsi vari, aveva vinto un premio. Proprio Claudio pone fine allo scontro, proclamando vincitrice Annina, ma il pubblico dissente.

Lippi reca in omaggio ad Antonella il suo cd su Modugno, Volare. “Voliamo anche con lei“, con chi? Con Natalia Cattelani, maestra in cucina di oggi. “Una pasta che metterà gioia“, questo il piatto pensato dalla cuoca, che si accinge a preparare un appetitoso piatto mezze maniche fresche ripiene.

Amalgamiamo la ricotta con il pecorino e gli spinaci lessati, raffreddati e frullati e amalgamiamo tutto. “Una piatto che mette gioia a chi la fa e chi la mangia“, osserva Natalia, “soprattutto a chi la mangia“, commenta Antonella, che pregusta il momento dell’assaggio. Aggiungiamo un uovo al ripieno di ricotta. Natalia si appresta a preparare la pasta all’uovo, seguendo la ricetta classica.

Ottenuto l’impasto, lo lasciamo riposare per mezz’ora, ma possiamo comprare la pasta già fatta, ovviamente, e risparmiarci gli ultimi passaggi. Stendiamo la pasta, farciamo con il ripieno e ricaviamo le mezze maniche.

Buttiamo la pasta in acqua bollente per qualche minuto, condiamo con salsa di pomodoro, parmigiano e scaglie di mandorle (“che danno il croccantino“) ed ecco pronto il piatto, piuttosto semplice, ma tanto goloso. Buon appetito!

Carlo Cambi parla questa volta di radici e bulbi in tavola. I bulbi sono delle foglie che si gonfiano e hanno le stesse caratteristiche, mentre le radici sono l’apparato attraverso cui la pinata assorbe il condimento. Bulbo sono ad esempio le cipolle, radice invece ad esempio le carote. Il bulbo cresce sottoterra e si gonfia. altri esempi di radice sono la liquirizia, il ginseng e moltissimi altri. Eì utilissima poi anche la barbabietola o rapa rossa, che si può fare bollita o usare anche per molte altre pietanze.

La breve parentesi a firma Carlo Cambi anticipa il momento che vede Antonella indossare i panni di una cuoca provetta, Casa Clerici. “Una ricetta che a me piace molto“, osserva la conduttrice, introducendo un piatto che vede quale ingrediente principale il pane carasau: tortino di pane carasau con carne e zucchine.

Grigliamo le zucchine, lasciandole raffreddare. In una padella, facciamo rosolare la cipolla con un filo d’olio e, appena imbiondita, uniamo il macinato di manzo, lasciandolo cuocere un 10-15 minuti. Dunque, componiamo il piatto. Prima, però, in una ciotola mettiamo la besciamella, le uova, sale e pepe, ed il macinato saltato in padella e raffreddato. In una pirofila, foderata con carta forno, disponiamo uno strato di zucchine grigliate, il pane carasau ammorbidito nell’acqua, la salsa di besciamella e macinato, ancora zucchine, pane e così via, sino a concludere con uno strato di zucchine. Inforniamo a 180° per 20-30 minuti.

Dopo il gioco di Fidati di me in cui vengono vinti 500€ indovinando lo zampone con lenticchie, ecco la gara dei cuochi, che vede nel pomodoro Cristian Bertol e nel peperone Lorenzo Santi, accompagnati dai concorrenti Elsa Cappelli e Simone Passiatore, i primi due dei sei migliori concorrenti di questa edizione che da oggi si sfidano per contendersi ben 20mila euro in palio.

Elsa, di Teramo, casalinga e sposata con due figli e conferma il progetto di investire i soldi che aveva vinto per regalare un viaggio a Fatima sia ai suoi genitori che ai suoi suoceri. Simone, insieme, identico fisicamente a Lucio Battisti, studia giurisprudenza, ha la passione per la chitarra ed è fidanzato da sei anni. Si ride e si scherza sull’amore, con Cristian che si dice felicemente single da due anni, mentre suo fratello gemello  è sposato con due figli e lui ha regalato alla cognata una vacanza in una casa di cura.

Arriviamo al termine della gara dove a vincere è la squadra del peperone, con il 68% di voti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–