Nero Wolfe – Quinta puntata del 03/05/2012 – ‘Scacco al Re’ – Anticipazioni.

Quinto appuntamento con la saga incentrata sulle indagini dell’investigatore ‘bislaccoNero Wolfe, interpretato da  Francesco Pannofino, ispirata alle avventure del più eccentrico tra i grandi investigatori mutuati dalla letteratura, nato dalla penna di Rex Stout. Nero Wolfe è un genio capriccioso, misantropo, misogino, egocentrico, fobico, maniacale ma capace di risolvere i misteri più intricati senza uscire (quasi) mai da casa. Per lui si muove Archie Goodwin, il suo assistente, che va, vede, ascolta, qualche volta usa le mani e spara. Poi torna indietro e riferisce. Wolfe ascolta, sprofonda nella sua poltrona, socchiude gli occhi e inizia il geniale lavorio mentale che mette in ordine gli eventi, elimina l’inessenziale e infine isola l’elemento che porterà alla soluzione del mistero e all’arresto del colpevole.

Nella puntata in onda stasera, dal titolo Scacco al Re, a nulla vale il pronto intervento del dr. Malaspina, che gli somministra un antidoto: il genio degli scacchi Valerian muore avvelenato nel mezzo di un’esibizione con cui si sarebbe pagato il trasferimento in America con la fidanzata Rossana Ferri. La Polizia inchioda il padre della ragazza, l’imprenditore Matteo Ferri, reo di aver passato al giovane la bevanda tossica, ma è proprio la figlia a ingaggiare Nero Wolfe, convinta della sua innocenza.

A sfavore di Ferri, che in pubblico aveva mostrato di non gradire per nulla la relazione di Valerian con la figlia, c’è il movente e la dinamica dell’omicidio; ma la moglie Esther e l’avvocato Guastalla si dicono in possesso di un particolare che scagionerà l’accusato.

Wolfe prende spunto dall’indagine di Graziani per capire che Ferri è stato incastrato: tra i presenti all’esibizione pochi conoscevano Valerian, mentre tutti erano in rapporti con l’imprenditore. Sospetta di Guastalla, che Rossana accusa di avere una storia con la madre, ma quando Archie si reca a casa dell’avvocato per cercare tracce del veleno trova solo il suo cadavere. Matteo, allora, svela ad Archie il particolare che lo scagiona: può dimostrare che nella bevanda di Valerian aveva messo solo sonnifero. Wolfe capisce subito chi è il colpevole, che però va stanato…