La prova del cuoco – Puntata del 4/05/2012 – Caccia al cuoco, la ricetta di Alessandra Spisni e…

Con soli 4 minuti di ritardo, dovuti alla trasmissione della “festa” per il 151° anniversario della costituzione dell’Esercito italiano, Antonella fa il suo ingresso in studio, raccomandando agli ‘attori‘ del programma: “andiamo di filato!“. Battuta azzeccata (finalmente) per il maestro Andrea: “perchè devo pagare l’imu sulle tagliatelle? Perchè son fatte in casa“.

Si parte da Caccia al cuoco. Siamo alla seconda fase, manca un solo candidato alle fasi finali, saranno Nicola Santini, Paola Ricas ed il pubblico in studio a decidere chi, tra Antonio Danise e Simone Loi, potrà accedervi. Il primo è napoletano,ma da anni si è trasferito a Vigevano, collabora ad un rinomato servizio di catering a Pavia, e insegna all’istituto alberghiero ‘Ciro Pollini’ di Mortara, la sua passione per la cucina gli deriva dalla maestria di mamma e nonna ai fornelli; Simone, invece, lavora in un ristorante ad Ostia, è tifoso della Lazio, ma appassionato baseball. Entrambi, tuttavia, erano stati bocciati dagli spietati giurati, che ora si interrogano: “ma com’è che li abbiamo bocciati?“. Antonella racconta un aneddoto: ha passato un provino, ma è stata ‘rimandata‘ al successivo, solo perché aveva rivoluzionato il suo look.

E’ il momento del verdetto: Nicola confessa di aver apprezzato le proposte di entrambi, ma spiega di essere stato “conquistato” da Simone; anche Paola, complimentandosi con entrambi, dice di aver preferito di poco la proposta di Antonio; il pubblico, decisivo, laurea Simone, che accede alla fase finale.

Questi i sei finalisti che si contenderanno il posto all’interno del cast di cuochi de La prova del cuoco. E’ il momento dell’infaticabile “ballerina“, maestra in cucina di oggi, Alessandra Spisni, la quale assicura di stare “molto benissimo”.

Antonella annuncia l’ospite della penultima di E’ stato solo un flirt?, Rocco Siffredi, accogliendo la reazione entusiasta di Alessandra, che informa gli amici della balera: “Arriverò più tardi!“; e, rispondendo ad Antonella, che indaga sui motivi di tanto entusiasmo, confessa di conoscerlo molto bene e per le virtù che sono note ai più: “certo che si, chi non lo sa?!“. Alessandra propone Tagliatelle asparagi e prosciutto crudo.

Alessandra impugna il suo mattarellone, accingendosi a preparare la sfoglia. Mette un panetto di burro (della serie: l’abbondanza non fa carestia) a sciogliere in padella, mentre Antonella riduce a striscioline le fette di prosciutto crudo, che, subito dopo, tuffiamo nel burro fuso. Priviamo gli asparagi già lessati della ‘parte dura‘, li tagliamo a tocchetti e li aggiungiamo al prosciutto, in padella.

Alessandra prepara le tagliatelle, le stesse che condiremo con il sugo di asparagi. Una ricetta semplice, che trova la sua ragion d’esser nella straordinarietà della pasta all’uovo della cuoca. Parola di Alessandra e, soprattutto, parola di Antonella, che si è precipitata ad assaggiare.

Alle prese con un “pesce orribile“, Gianfranco Pascucci, “pesciarolo” per la Spisni, cuoco stellato per i più informati. Antonella dice di non amare particolarmente, non foss’altro che, ne La Sirenetta, è alleato della terribile Ursula, come ricorda la Spisni, ovvero il pesce bandiera o pesce spatola. Facciamo sudare la cipolla (ne bastano 2) con un filo d’olio ed un po’ di sale, aggiungendo l’aglio schiacciato (4 spicchi), del pepe, foglie d’alloro e basilico. Tagliamo a listarelle un po’ di prosciutto crudo e le mettiamo in padella, insieme alla passata di pomodoro ed un po’ di brodo vegetale, quindi, chiudiamo la pentola e la mettiamo in forno per un’ora a 100°. Mariniamo il filetto di pesce nell’olio, nel limone e nel sale e, subito dopo li friggiamo, servendolo con il sugo con le cipolle.

Dopo un primo ed un secondo, un’insalata“, Antonella torna a casa, o meglio, torna ad aprire le porte di Casa Clerici al pubblico. Ispirandosi ad una delle ricette contenuta nel suo ultimo libro, Le ricette di Casa Clerici, la conduttrice presenta un piatto estivo: insalata di riso con verdure e pesto al limone.

Mettiamo a cuocere il riso con piselli e le carote. In un’altra pentola, mettiamo a bollire i fagiolini ed i carciofi. Antonella pensa di ridurre i fagiolini a tocchetti, non l’avesse mai fatto! Non le riesce alla perfezione (diciamo così), soprattutto perchè pressata dagli autori, che la invitano ad affrettarsi. Tagliamo un peperone intero rosso, che non cuoceremo, lo uniamo, infatti, al riso senza prima passarlo in padella. Sbricioliamo del tonno in scatola e prepariamo un pesto con prezzemolo, basilico, olio e pinoli. Possiamo, inoltre, completare con della scorza di limone grattugiata.

Dopo il gioco di Fidati di me in cui vengono vinti 200€ indovinando il semifreddo di tè alla pesca, ecco la gara dei cuochi: Gilberto Rossi ed Ivano Ricchebono accompagnano, rispettivamente, Elsa Cappelli, con 3 vittorie all’attivo, e Simone Passiatore, con una sola vittoria.

I due li abbiamo conosciuti già nei mesi scorsi, oltre che nei giorni passati. Elsa parla della sua famiglia e dei suoi figli, mentre Simone parla del suo gruppo musicale e si esibisce, da perfetto sosia di Battisati, proprio in una sua canzone. Si giocano l’accesso alla finalissima, al termine della quale potranno aggiudicarsi un montepremi di 20mila euro. Paola è conquistata dalla manualità di Simone, che ha preparato dei maccheroni al ferretto, così come è “stupita” dalla bontà del piatto preparato da Elsa, delle deliziose crespelle. “Lo scarto è minimo“, osserva Paola, prima di dare il suo verdetto: 3-2 a favore di Elsa, la quale, quindi, passa alle finali.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–