Magazine – “Quelli che il calcio” non chiude, parola di Leone; Monti convoca la Gabanelli; Cattelan pensa ad X Factor 6; Rete 4 rispolvera il Western.

  • La ‘favola’ della chiusura di Quelli che il calcio – Spettacolo da Twitter

Giancarlo Leone ‏ [Intrattenimento Rai]
Quelli che non chiuderà. Con o senza calcio.

  • L’ira della prozia di Emma Marrone si abbatte su Belen e Stefano – Gossip da Chi

La prozia di Emma Marrone su Belen: “Questa ragazza dovrebbe soltanto vergognarsi per quello che ha fatto, rubare il fidanzato a mia nipote. Si dovrebbe vergognare come donna, e come donna di spettacolo. L’Argentina è un paese di cristiani e lei lo ha disonorato”. Su Stefano: “Avrei da dirgliene quattro pure a lui, quel mascalzone. E in italiano. Anzi, in dialetto…”.

  • Leone medita sul ritorno di Emanuele Filiberto – Spettacolo da Twitter

Giancarlo Leone‏ [Intrattenimento Rai]
Tv. Emanuele Filiberto da Giletti su Rai1 dimostra di essere pronto per una nuova avventura tv.

  • Cattelan pensa già ad X Factor – Spettacolo dal Corriere

Alessandro Cattelan: “Ci sarà qualche sorpresa, ma il programma sarà simile. Sin dalla scorsa edizione abbiamo lavorato di cesello, visto che la scena macro è già definita dal format. Pensavo che questo non si notasse, invece il pubblico ha apprezzato”.

  • E se fosse la Gabanelli a… ? – Spettacolo da Dagospia

[…] il Prof [Mario Monti] e la Gaba si sono rinchiusi in una stanza di Palazzo Chigi a confabulare per mezz’ora. Di cosa? Gli “addetti ai livori” parlano di contatti di Monti per capire la disponibilità della conduttrice di impegnarsi nella Rai del futuro. E subito la fantasia si è messa a correre. Follie del tipo: Mi-Jena Gabanelli al posto di Opus Lei..

  • Il western di Sergio Leone torna su Rete4 – Cinema

Non si ricorda mai abbastanza in televisione il genio di Sergio Leone. Il regista che ha tenuto alta la bandiera italiana nel cinema mondiale e ha reinventato il genere western riceve l’omaggio di Retequattro. Dal 7 maggio 2012, la Rete diretta da Giuseppe Feyles propone, ogni lunedì, in prima serata, una mini-retrospettiva di tutti i celeberrimi spaghetti-western che hanno reso celebre Leone. Si parte con la cosiddetta “trilogia del Dollaro”: “Per un pugno di dollari” (1964), il 7 maggio, “Per qualche dollaro in più” (1965), il 14 maggio, “Il buono, il brutto e il cattivo” (1966), il 21 maggio. Si prosegue lunedì 28 maggio con “C’era una volta il West” (1968). Lunedì 5 giugno si chiude con “Giù la testa” (1971). Ogni appuntamento cinematografico sarà preceduto e seguito da una serie di speciali a cura di Tatti Sanguineti, postfazioni e pillole che accenderanno i riflettori sul profilo approfondito del regista, sulle musiche di Morricone e il binomio con il grande compositore, sulle facce dei suoi film, sulla tecnica del rallenty, sulla “liturgia” dei duelli, sugli omaggi a Leone di Tarantino, Kubrick, Peckimpah, dei fratelli Coen.