La prova del cuoco – Puntata del 24/05/2012 – Finale del campanile italiano tra ‘Sandrigo’ e ‘Borgio Verezzi’, ricette con Anna Moroni ed altri.

Dopo aver ricevuto la linea da UnoMattina storie vere, e non da Occhio alla spesa, il che potrebbe diventare un’abitudine nella prossima stagione, e la brevissima anteprima con Alessandra Spisni, ecco che inizia il programma, in fretta e furia, senza sigla e senza la battutina di Andrea, perché c’è tanto da fare e da vedere, a partire dalla finalissima del Campanile italiano. Franco Martinetti, sempre elegantissimo, è già pronto al centro dello studio per narrare le gesta dei protagonisti delle due località che si contendono il titolo di campioni dell’anno.

A sfidarsi ci sono i campionissimi del Veneto (Sandrigo, Vicenza), ache propongono tra l’altro i ravioli di pane con salmerino e crema di erbette, ed un millefoglie di asparagi e seppiette, contro Elda e Bianca, le pluricampionesse della Liguria (Borgio Verezzi, Savona), che presentano i maltagliati al basilico con pesto di noci e le verdure ripiene alla ligure e fritte. Antonella oggi è senza voce, Maelle le ha attaccato l’influenza e, quindi, sarà costretta a parlare meno, ma ci penserà Franco a descrivere in maniera impeccabile le tradizioni ed i prodotti delle regioni di provenienza dei concorrenti. Quest’ultimo, ormai, essendo ‘di casa‘, conoscono bene i tempi televisivi e si distreggiano ormai in maniera professionale nelle cucine del Nomentano.

Franco dà anche un utilissimo consiglio:  l’origano è un ottimo repellente, utile a tenere lontane le formiche. A decidere chi tra i due sarà il campione dell’edizione di Campanile è, come sempre, il publico da casa tramite il televoto, il quale, quest’oggi, decreta che a vincere sia, con il 76% di voti, Sandrigo. Vittoria meritata, complimenti ad entrambi.

La canzoncina che ci augura ‘Buon appetito‘ introduce Anna Moroni, già pronta per le sue lezioni della cucina di base. Prepara un piatto squisitamente estivo, ‘perchè l’estate arriverà prima o poi’, si augura, mentre Antonella confessa di soffrire già il caldo. Si tratta dell’insalata di riso con tonno e alici. Ecco gli ingredienti.

Antonella ha il compito di tagliare i fagiolini o le cornette (a seconda delle regioni) a pezzettini, mentre Annina si dedica a tagliare i pomodorini. Ovviamente nel frattempo è già stato lessato il riso Parboid (quello che non scuoce), già fatto raffreddare e messo in frigorifero. Mettiamo in una ciotola cornetti e pomodori, aggiungiamo i piselli, tonno in scatola, capperi,alici, olive tagliate a metà, aggiungiamo anche il riso e mescoliamo tutto bene. Si prepara ora la salsa, e il compito spetta ad Antonella, che mette in un contenitore che si può chiudere due cucchiai di succo di limone, un cucchiaio di maionese, senape, aceto, prezzemolo, sale, pepe, un cucchiaino di salsa worcester, un goccio di olio e si amalgama bene (meglio mettere tutto in un biberon e scuotere poi tutto energicamente). Questo lo fa Antonella e ovviamente c’è da ridere… Impiattiamo accompagnando il riso con la salsa e… buon appetito!

Ed ora la nostra ballerina, oltre che cuoca, prediletta, la mitica Alessandra Spisni, la quale, dopo aver ballato sulle note del valzer, prepara il calzone di piada ripieno con verdure.

Si taglia la patata ed il peperone a strisicoline sottili e si mettono a saltare in padella insieme alle melanzane e zucchine, anch’esse tagliate a strisicoline e messe in precedenza sotto sale e poi lavate. Alessandra si dedica all’impasto per i calzoni, che è quello classico (con farina, sale, lievito, latte e panna), adatto ai calzoni, per le piadine, per le crescentine e per chi più ne ha, più ne metta. Antonella le chiede se sia l’ultima volta che compare per questa stagione o se la rivedremo ancora la prossima settimana. ‘Assolutamente sì‘, risponde Alessandra, svelando che ci sarà sia domani che la prossima settimana, anche nello spazio solitamente riservato alla gara dei cuochi, dove sfiderà l’Evelina. Antonella ride, si chiede cosa possa succedere nel caso vincesse l’Evelina: dovrà dimagrire di più? ‘Non scherziamo‘, replica Alessandra, ‘vuoi mica vedermi sparire?‘. La cuoca, infatti, lamenta la dieta a cui la nutrizionista la costringe: il minestrone che deve mangiare non è altro che una brodaglia, che non tappa un bel niente, spiega. Si ride un sacco. Si fa riposare l’impasto in frigorifero per mezzora, lo stendiamo, ricaviamo il calzone (enorme) e lo riempiamo con le verdure a cui è stata mischiata la robiola. Lo mettiamo su una teglia foderata con carta forno e inforniamo a 180° per 20-25 minuti. Buon appetito!

Carlo Cambi parla quest’oggi delle ciligie, di cui ne esistono varie tipologie, da quelle che si mangiano nei dolci (le Morette), a quelle dure (duroni di Vignola e Verona) che si mangiano anche sotto spirito, a quelle del nord. Le grandi aree in cui vengono prodotte in Italia sono la pianura bolognese, Campania, Puglia, qualche zona di Marche e Abruzzo e Verona con tutta la sua zona limitrofa. C’è, poi, anche una qualità puntinata rossa e bianca, la malizia, che si fa a Caserta. Le ciliegie fanno molto bene per prevenire le malattie cardiovascolari, sono amiche della dieta e anche un lassative.

Dopo il gioco del Fidati di me, in cui vengono vinti 500€ indovianndo il petto di tacchino alla bolognese, con l’aiuto della Spisni, ecco la gara dei cuochi che vede contrapporsi nel pomodoro Renato Salvatori e nel peperone Natale Giunta, con Elsa Cappelli e Chiara Costantini. Si ride subito con Natale che confessa ad Antonella la sua intenzione di farsi crescere i capelli e racconta che va dal parrucchiere anche per farsi fare la manicure. Elsa parla della sua grande passione per il ricamo, raccontando di come abbia iniziato a ricamare già da ragazzina, adora in particolar modo impreziosire con i suoi ricami gli oggetti pensati per i neonati. Chiara, invece, racconta di aver ricevuto i complimenti anche da un parente che vive in Giappone e dice di aver saputo l’altro giorno di aver superato brillantemente un esame universitario. Tramite Renatone scopriamo anche che Natale usa le cremine di bellezza, i profumini, ecc., Natale risponde chiamando Renatone ‘cuccettino, cucciolino’. Ma Renatone si vendica, raccontando tutto ciò che Natale fa nel camerino e dice che oggi ha dovuto fargli da portaborse: una valigia che pesava 20kg, pensava ci fossero dei sassi o tutte monetine raccolte in varie chiese, invece… tutti profumini!

E tra le risate, oggi più che mai, arriviamo al termine della gara, che vede la vittoria del peperone, con il  57% di voti del pubblico.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–