La prova del cuoco – Puntata del 13/06/2012 – Torta di zucca e pancetta, gnocchi ripieni con speck in salsa di taleggio.

Nonostante l’afa incomba, oramai, “l’estate de La prova del cuoco” prosegue e ci riporta, riproponendo puntate trasmesse nei mesi invernali, al gelo ed alla neve che hanno stretto in una morsa l’Italia, solo pochi mesi prima. Ad aprire la puntata è lo scambio reciproco di battute e pensieri tra Antonella e il maestro di canto Andrea. Anna Moroni è già pronta a interpretare, ma anche a criticare, le ricette d’Italia proposte dai telespettatori.

Introdotta dal ‘Com’è bello far la cucoa da Trieste in giù‘, che balla scatenata, la cuoca accoglie Marzia, da Sesto San Giovanni (Milano), una ragazza giovane che è al telefono per proporre gli gnocchi ripieni con speck in salsa di taleggio. Si inizia facendo l’impasto per gli gnocchi impastando le patate lessate e schiacciate,uova, farina, un pizzico di cannella, di formaggio grana e un pochino di latte se le patate sono secche (e qui Annina è perplessa per l’uso della cannella e del latte).

Antonella intanto prepara la salsa di taleggio, facendo appunto sciogliere una fetta di taleggio in un padellino con un po’ di latte e aggiungendoci poi un pochino di noce moscata. Sempre nella salsa che sarà poi il sugo Annina aggiunge un po’ di grama, ma Marzia dice si può aggiungere anche un pochino di gorgonzola.

Annina una volta impastato il composto gli dà la forma di un cordoncino, li taglia formando i gnocchi e poi li riempiamo mettendo in ognuno un pezzetto di speck tagliato a cubetti piccoli. Mettiamo quindi gli gnocchi a cuocere, li scoliamo, li mantechiamo con la salsa fatta in una padella antiaderente dove aggiungiamo anche delle noci sbriciolate e lasciamo mantecare un minuto. . Un pizzico di pepe, si impiatta e buon appetito!

E adesso la mazurka introduce la mitica Alessandra Spisni, che oggi prepara una deliziosa torta di zucca e pancetta. Si inizia mettendo la pancetta affumicata tagliata a dadini in una pentola antiaderente con un goccio di olio e si fa rosolare in modo che perda il grasso.

Sulla spianatoia adesso si mette la farina, il burro e un pizzico di sale e Alessandra inizia ad impastare per bene il composto, ci aggiunge poi la polpa di zucca frullata e impasta bene tutto. In una terrina adesso mettiamo la pancetta rosolata, si aggiungono sei uova intere, 60 gr di formaggio grana, un pizzico di sale e un po’ di panna e si mischia tutto (mentre si balla la calimero dance e altre canzoncine) e nel puccino lasciato nella padella dal grasso della pancetta aggiungiamo l’altra polpa di zucca tagliata a dadini con un pizzico di pepe e si fa insaporire per qualche minuto.

Adesso Alessandra stende l’impasto fatto (una specie di frolla), la stendiamo in uan tortiera, coprendone bene anche i bordi, mettiamo sul fondo la zucca stufata in padella, sopra il composto fatto nella terrina e togliamo i bordi in eccesso della pasta che rimane sopra, facendoci comunque ricoprire i lati. Inforniamo a 180° per 40 minuti. E buon appetito!

Ed ora il macellaio di fiducia Simone Fracassi, ci parla del finto filetto, carne che si trova nell’anteriore dell’animale, un piccolo muscolo che si trova sopra il fesone. Su umidifica il pezzo con un po’ di olio, si mettono sopra degli aromi (come origano, ecc) e poi si avvolge il pezzo di carne in delle fette di lardo, si lega con lo spago, si taglia a pezzetti e si mette a sigillare in padella con un goccio di olio ben caldo per qualche minuto.

Si impiatta mettendo come sughetto quello che rimane del fondo di cottura unito a un pochino di acqua e di burro (fatto in padella). Accompagniamo con delle verdure grigliate.

Valerio Cedroni, ricercatore Airc, presenta un’insalata di arancio al pepe rosa. In un pentolino si fa una crema con latte, zucchero e pepe rosa e poi si frulla tutto, poi fa una crema inglese stemperando del rosso d’uovo con del latte bollente, mescola bene tutto, poi si abassa il fuoco e si fa cuocere fino a che la crema non si attacca alla spatola, poi la si filtra mettendoci alla base del ghiaccio affinchè non attacchi e anche per fermare la cottura.

Poi si aggiunge il succo delle arance e si lascia raffreddare. Ci aggiunge anche i friggitelli, tagliati a fettine e fatti bollire in acqua e zucchero. Si impiatta con anche dei finocchi tagliati a pezzetti e cotti poi in acqua, aggiungiamo i friggitelli e un po’ di oliva nera essiccata e guarnendo con bacche di pepe rosa e un goccio di olio extravergine.

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Michele Potenza e nel peperone Marco Bottega, accompagnanti dai due concorrenti Patrizia Armati e Domenico Scarangella. Parte la gara, Antonella parla con Michele che, seppur piemontese, ora è a Venezia visto che lavora in un ristorante di Jesolo, dove sta per tutto l’inverno. Parla del fatto che cambia spesso località.

Si parla anche del fatto che entrambi i cuochi di oggi, Michele e Marco, sono entrambi single. Domenico parla poi del suo lavoro nelle autostrade e racconta di aver fatto anche il cameriere da giovane.

Si arriva al termine della gara dove a vincere, con il 68% questa volta è il pomodoro.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–