Maturità 2012, le tracce: Pascoli e Levi tra i papabili; Titanic, Falcone e Borsellino per l’argomento storico.

Da un anno a questa parte, su Facebook, impazzano divertenti inviti, da parte di giovani studenti, ai loro colleghi, a tralasciare gli impegni scolastici in quanto inutile sforzo, visto che il calendario Maya prevederebbe la tanto discussa fine del mondo a breve.

Premesso che ci auguriamo che tale esortazione non abbia avuto discepoli e seguaci, auspichiamo altresì che anche quest’anno l’esercito di studenti (mezzo milione) pronti ad affrontare gli esami di maturità siano vittime dell’ansia e della paura come i loro predecessori. Perchè augurarsi che siano attraversati appunto da quella tempesta emozionale, tipica di una vigilia così densa di significati, ci porterebbe (romanticamente) a pensare che “anche i nuovi diplomandi” vivano questa tappa della vita come un capitolo importante, formativo, necessario laddove la nostra percezione è di un tessuto giovanile passivo, dimesso, addirittura malconcio.

La vigilia, come sempre, è caratterizzata dal ‘tototema‘ per il quale si fanno le ipotesi più disparate. Intanto sono confermate le tipologie adottate negli anni precedenti: analisi di un testo letterario; saggio breve (a scelta tra i diversi ambiti di riferimento: storico-politico, socio-economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico); tema di argomento storico e tema di ordine generale. Per la prima, in testa si trovano D’Annunzio, Pascoli e Levi.

Va ricordato che, tra gli autori più importanti della letteratura italiana, non ancora preso in considerazione negli ultimi anni per una traccia d’esame, c’è infatti Giovanni Pascoli (quest’anno ricorre anche il centenario della morte). Altro autore che Skuola.net consiglia di studiare bene è Primo Levi che, sebbene sia già uscito nell’analisi del testo del 2010, è la figura su cui il ministro Profumo, in un convegno sulla ‘shoah‘ del 24 gennaio scorso, ha dichiarato di voler impegnare il Miur nel ricordarlo; inoltre, nel 2012 cade il 25° della sua morte. Ma sul sito Studenti.it, per l’analisi del testo, alla prima prova della maturità 2012, molti studenti puntano su Gabriele D’Annunzio. Dal 2001 ad oggi, D’Annunzio non è mai uscito per la prima prova della Maturità.

Per il saggio breve e articolo di giornale in ambito letterario i siti specializzati indicano tematiche come l’esperienza della guerra, il rapporto uomo-natura, la genialità e la follia, il pessimismo esistenziale, il viaggio, il ritorno alle origini, la figura dell’intellettuale isolato, le figure femminili nella letteratura, la bellezza e la perfezione, la felicità e il dolore, l’inettitudine e la noia.

Sul tema di argomento storico il ventaglio si apre a più possibilità a partire dal centenario della legge del 1912 con cui, in epoca giolittiana, si stabilì l’estensione del voto a tutti gli uomini, con almeno 21 anni, capaci di leggere e scrivere. Così come, sempre nel 2012, cadono il 90° anniversario della marcia su Roma e il centenario dell’affondamento del Titanic (14 aprile del 1912). E ancora, si va dall’anniversario dell’incoronazione della Regina Elisabetta ai 50 anni dalla morte di Marilyn Monroe e ai 50 anni dal rinnovamento religioso portato dal Concilio Vaticano II. Infine, come non ricordare i 25 anni dalla morte di Andy Warhol (e poco importa se una traccia su Warhol e’ uscita anche lo scorso anno) oppure i 20 anni dalla morte di Falcone e Borsellino. Insomma gli argomenti quest’anno non mancano. Compresi, ahimè, quelli relativi alla cronaca dell’ultimo periodo.

E allora in bocca al lupo ai prossimi, nuovi…”maturi“!