Facebook Folies – Per la Ventura il popolo pugliese è ‘top’; Alessandra Amoroso vola in America; la baby sitter di Liorni tifa Ucraina; la D’Urso alle prese (forse) col nuovo libro.

Annalisa e Marco al Globe Theatre (foto ufficiale via Facebook)

Facce da… Facebook, anche su UnDueTre.com. Piccanti esternazioni, succose anticipazioni, insidiosi pettegolezzi, colpi di testa, semplicemente follie; tutto questo tra i vicoli di Facebook, sulle pagine di UnDueTre.com.

  • MARCO CARTA

Entrambi volevamo deliziarvi!
la mia amica Lisa si é concessa per uno scatto divertente!
Lei pensa mi sia venuta un ernia ma in realtà é un peso piuma!
Al globe theatre ci avete fatto divertire ed emozionare!
Grazieee!

  • SIMONA VENTURA official fan page

Buongiorno castings fantastici ..
Grazie popolo di Puglia ..siete top.

  • Gianluigi Buffon

Il giorno dopo è sempre particolare, nell’anima provi un orgoglio e una gioia indescrivibile, l’adrenalina e la giostra d’emozioni vissute cominciano a scemare e quasi quasi ti accompagna un senso di vuoto, quel sentimento che ti fa chiedere:
“beh… e ora che succede??… è tutto qui??? possibile che quella rabbia, quel furore agonistico siano già assopiti???”
In realtà in parte è così, capita sempre, capita ogni benedetta o maledetta volta. Il bello dello sport, il bello della vita è proprio quello, assaporare il momento e le situazioni che si affrontano in battaglia. […]

  • Alessandra Amoroso – Pagina Ufficiale

E’ quasi tutto pronto per l’America….dai dai che ci siamo…!!!

  • Marco Liorni

“Sela Ukraìne!!!” grida la mia baby sitter ucraina mentre se ne va a vedere la partita. Forza Ucraina! E pure lì c’hanno fatto il partito!

  • Luca Capuano 

Buongiorno amici di FB!
Ecco la novità!!
Per salutarsi e per festeggiare il grande successo della fiction Le tre rose di Eva martedì 19 giugno, il giorno prima della messa in onda dell’ultima puntata, il cast s’incontrerà. Saranno postate foto e video. […]

  • Barbara d’Urso

E dovrei iniziare a scrivere il nuovo libro…. Mah…. Vediamo….

  • Gianluigi Nuzzi

‎”Non potevo evitare di scrivere il mio libro, non temo processi né la morte”