La prova del cuoco – Puntata del 21/06/2012 – Timballo di anelletti alla palermitana, tempura di pesce, fritto semplice.

Sigla ed ecco Antonella correre dal maestro Andrea, per scambiare qualche battuta e salutare il pubblico. La battuta odierna: “Due ladri al ristorante: ma te quale parte del maiale ti piace di più? Eh, il piede di porco”. Antonella raggiunge Franco Martinetti per la sfida tra regioni del campanile italiano.

A sfidarsi quest’oggi SanDrigo (Veneto,Vicenza), con padre e figlio che preparano, tra le altre pietanze, gnocchi di fioretta con speck di asiago e baccalà alla vicentina, ed il Lazio, con la capitale rappresentata da marito e moglie che presentano, tra l’altro, le uova in trippa e la pasta di broccoli con brodo di arzilla.

Parte la sfida e di conseguenza anche il televoto che dovrà decretare quale tra le due regioni passa alla fase successiva. Oggi, infatti, le due località sono due new entry del torneo, poiché i campioni del Friuli hanno raggiunto il limite massimo di cinque vittorie, quindi hanno dovuto lasciare la gara,  guadagnando l’accesso alle finali di maggio. Franco, quindi, descrive le località e con esse i prodotti e le tradizioni che ne caratterizzano la cucina. Il televoto decreta che a vincere sia Sandrigo, quindi il Veneto, con il 65%.

Ed ora ‘il ballo della casalinga‘ introduce Anna Moroni con le sue lezioni di cucina di base. Prepara, quest’oggi, la cosa che, ammette, le piace più di tutte al mondo, dice, ossia una frittura di pesce: sia nella maniera classica ed in tempura.

Per la frittura semplice basta friggere il pesce, per la tempura, invece, si prepara la pastella mettendo in una ciotola la farina di riso, la farina 0,la birra e l’acqua e si amalgama tutto e poi si lascia in frigorifero, perchè deve essere fredda, e poi si fa la frittura con la semola rimacinata.

Inizia, quindi, a friggere tre merzulletti (puliti), passandoli nella semola rimacinata e friggendoli nella padella di ferro, usando olio di arachide, senza mai abbassarne la temperatura che deve essere bollente.

Appena fritti i pezzi di merluzzo, frigge in padella i calamari con un segreto, ossia prima di passarli nella farina, bisogna spennellarli con l’albume di un uovo sbattuto.

Il maestro in cucina di oggi è il cuoco Natale Giunta, che propone un piatto della tradizione culinaria siciliana, iltimballo di anelletti alla palermitana. Ecco gli ingredienti.

Per prima cosa si mettono a cuocere gli anelletti, o in alternativa le pennettte o i mezzi paccheri, poi si prende uno stampo da ciambella e lo spennelliamo con l’olio e la mollica di pane grattugiata. Si prepara la besciamella facendo il classico roux con il burro sciolto e la farina e poi ci aggiungiamo il latte, questa volta freddo, mescolando bene tutto, saliamo, pepiamo e aggiungiamo la noce moscata.

In un’altra padella scaldiamo un goccio di olio, ci aggiungiamo sedano, carota e cipolla tritati nel mixer e facciamo scaldare, poi ci aggiungiamo le due tipologie di carne macinata (quindi sia quella di manzo che di maiale), la trituriamo bene con un cucchiaio di legno affinchè si sbricioli, facciamo rosolare, poi sfumiamo con il vino bianco, aggiiungiamo il prezzemolo, i piselli, il concentrato di pomodoro,si amalgama bene e poi si copre con l’acqua, aggiungiamo 4-5 chiodi di garofano, un pizzico di sale, di zucchero,qualche foglia di alloro e si lascia cuocere per almeno un’ora e mezza.

Si tagliano le melanzane facendone delle fette per il lungo e tenendo la buccia e le friggiamo in una padella con abbondante olio. Le scoliamo e poi foderiamo lo stampo da ciambella con le nostre melanzane fritte.

Si scola poi la pasta (che deve essere ancora un po’ cruda) , si versa nel ragu e si amalgama bene aggiungendo anche un po’ di parmigiano e la besciamella e la versiamo nello stampo, spolveriamo sopra con il parmigiano e inforniamo a 180° per 40 minuti. E buon appetito!

La dottoressa Maria Grazia Spalluto parla oggi di un dolcissimo agrume, l’arancia e di tutte le sue importanti proprietà. Le arance, ad esempio, sono antitumorali, in quanto ricchissime di vitamina C, di cui abbiamo molto bisogno ogni giorno. Un consiglio per utilizzare gli agrumi: si spremono e per mantenerle fresche possiamo surgelarne il succo mettendolo in sacchetti appositi che si trovano dappertutto, perchè mentre la vitamina C con il caldo se ne va, con il freddo invece si conserva. La buccia la mettiamo a bollire in un pentolino con dell’acqua, aggiungiamo poi qualche erba aromatica, come alloro, cannella o altro, la facciamo bollire un po’ e si ottiene una tisana che va bene per la digestione.

Con la buccia del cosidetto arancio amaro, invece si può fare un composto, mettiamo metà alcool a 90°. metà acqua in un recipiente, chiudiano e copriamo con carta stagnola, poi dopo 15 giorni si filtra e si conserva in una bottiglietta di vetro scuro e se ne assumo 20 gocce prima dei pasti per stimolare il metabolismo.

Imfine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Lorenzo Santi e nel peperone Natale Giunta coadiuvati dalle concorrenti Ilenia Bombardi e Luana Chiarenza. Lorenzo parla del fatto che sua moglie è partita mercoledì per l’America, che all’aeroporto si è commossa e, con le lacrime agli occhi, era ancora più bella e che è partita con due valigie più grandi di lei.

Ha già preso un biglietto per tornare il 22 dicembre, manca ancora moltissimo tempo, ma almeno sa che riabbraccerà il suo Lorenzo per Natale. Ilenia parla della sua bambina, che oggi compie gli anni, e del fatto che suo fratello, che tra poco diventerà maggiorenne, ha il sogno di diventare un grande chef.

Si arriva così al termine della gara: a vincere è la squadra del peperone, con il 55% di voti.

A domani con La prova del cuoco.

———————————————————————————————————————–

UnDueTre.com è anche su Facebook e su Twitter!

Se vuoi essere sempre informato sul mondo dello spettacolo clicca Mi piace su questa pagina e seguici su Twitter.

———————————————————————————————————————–