Magazine – Belen su GQ (foto); Garko se la tira; “Benvenuti a tavola 2” sbarca in India; Mediaset Premium “ha perso molto”;

  • Belen hot su GQ – Gossip
  • Il Moige premia Rai1, Rete4 e Rai3 e boccia Italia 1 ed Mtv: non è una tv per vecchi? Spettacolo da Agi

Italia 1 si conferma la rete peggiore a causa dell’alta percentuale di programmi che non hanno incontrato il favore dei genitori; ‘Grey’s, anatomy’, ‘Mammoni-chi vuole sposare mio figlio’ e ‘Archimede-La scienza secondo Italia 1′ per il linguaggio forte e la sconvenienza delle scene rappresentate, risultano avere contenuti non adatti ai minori. […] La maglia nera dei programmi va, invece, a ‘Jersey Shore’, il reality in onda sulla maggior parte dei canali Mtv del mondo. […] Positivo invece il giudizio per ‘Reazione a Catena’ che va in onda su Rai Uno: quiz divertente e brillante composto da diversi giochi in cui i concorrenti sono chiamati a formare, completare o ordinare catene di parole. Lo spettacolo e’ gradevole, divertente e mai volgare. Apprezzati anche ‘Detective Monk’ su Rete 4, ‘Gli archivi della storia’ su Rai 3, ‘Family day 2012′ e ‘Missione natura’ su Rai 1.

  • Piersilvio Berlusconi: “Mediaset Premium ha perso molto” – Spettacolo

”Tutte le pay tv al mondo, in fase di start-up, perdono cifre importanti. Mediaset Premium ha perso molto, ma molto meno rispetto a qualunque altra pay tv. Sky Deutschland perde piu’ in un anno di quanto Premium dall’inizio della sua attivita’”. 

Lo ha affermato Pier Silvio Berlusconi, vicepresidente di Mediaset, nel corso della presentazione dei palinsesti 2012 spiegando che “Premium in questo momento non sta guadagnando” in termini di produzione di utili ma “sta guadagnando quote di mercato”.

  • Garko se la tira? Questione di “esclusiva” – Gossip da Dagospia

Gabriel Garko non si è smentito sere fa al party per il primo anno di vita del Dubai Caffè. Ospite d’onore, invitato dal proprietario e amico Fabiano Valelli, l’attore dagli occhi magnetici, neanche arrivato, ha intimato di far spegnere le telecamere presenti altrimenti avrebbe fatto dietro front. Stavolta però quella di Gabriel non è stata una bizza da divo: l’attore ha detto che essendo sotto contratto con Mediaset per la nuova serie della fiction “L’onore e il rispetto” non può farsi riprendere da altre tv.

  • “Benvenuti a tavola 2” si trasferisce in India – Spettacolo da TMNews

Colpo di scena per “Benvenuti atavola”. La fiction di Canale 5 che aveva raccontato lo scontro tra Nord e Sud Italia ai fornelli si appresta a una sfida ancora più difficile: affrontare la cucina esotica. Per questo il set della serie si trasferirà in India per la seconda stagione, dove gli chef interpretati da Giorgio Tirabassi e Fabrizio Bentivoglio saranno affiancati con tutta probabilità da Kabir Bedi. Ad annunciarlo è Pietro Valsecchi che, dopo la presentazione dei palinsesti Mediaset, racconta gli ultimi aggiornamenti sulle fiction prodotte dalla Taodue: “Sarà ‘un coupe de theatre’ a spingere i protagonisti Tirabassi e Bentivoglio in India – anticipa il produttore – dove incontreranno un guru della cucina locale. Così esporteremo il made in Italy e insieme creeremo una grande miscela tra culture culinarie”. A confermare l’aspirazione internazionale della seconda serie ci sarà anche Vanessa Incontrada, new entry nel cast “con il compito – sempre secondo Valsecchi – di dare un tocco di cultura spagnola”

  • Amanda Lear spara a zero sulla Tv e su… Belen – Spettacolo da TgCom

Amanda Lear: “La tv italiana è gestita da ignoranti. Ora le cercano solo carine, come Belen che altro non può dare”. “In Italia mi offrono di far parte delle giurie, dopo tanti anni, è avvilente. – spiega in una intervista a La Stampa alla vigilia dell’inaugurazione a Torino del Festival Teatro a Corte – Ai miei tempi era diverso”. “E poi io vivo in Francia, lavoro tanto, ora giro a Tolosa, un thriller per la Rete 1 francese, poi sono ad Avignone a teatro. Dall’Italia ogni tanto mi chiamano gli amici, ‘chissà la Lear come si è ridotta’ mi riportano e ne ridiamo insieme. Mi danno della cariatide sopravvissuta. Cretini”.