La prova del cuoco – Puntata del 07/07/2012 – Pasticcio di funghi in crosta, intreccio di cioccolato alle more selvatiche, schiacciata all’uva.

Dopo la breve anteprima, in cui Annina, in solitaria, risponde alle mail dei telespettatori, ecco che Antonella apre una nuova puntata de La prova del cuoco ballando la sigla, accolta dall’allegria dei bambini che affollano la platea quest’oggi.

Si parte da Anna Moroni e dalla sua ricetta della domenica. Annunciando che ha voglia di andare a funghi e ricordando che bisogna sempre farli analizzare prima di mangiarli, Annina prepara quest’oggi un pasticcio di funghi in crosta. Iniziamo dagli ingredienti.

Si inizia col pulire il fungo, o i funghi, ricordando che non vanno mai lavati sotto l’acqua corrente, ma vanno puliti per bene con un cannovaccio o con lo scottex. Un altro consiglio che dispensa oggi Anna è che si ha dei funghi secchi che non si usano, si frullano nel macinacaffè e poi la polvere può essere usata per insaporire le pietanze.

Si scalda una padella antiaderente, si mette  un pochino di burro, lo scalogno tritato  e si fa rosolare, poi si aggiungono i funghi tagliati a pezzetti e un pochino di timo, sale e pepe. Una volta che sono quasi cotti si aggiunge un cucchiaio di farina per amalgamare bene il composto, si mette un pochino di panna e si completa la cottura. A fine cottura si aggiungono due uova e si amalgama il tutto.

Adesso si fodera una tortiera con la carta forno e, mentre si balla le tagliatelle di nonna Pina,  alla base si mette un rotolo di pasta sfoglia, si mette metà del composto di funghi, la salsiccia sbriciolata a pezzetti, la fontina tagliata a pezzetti, l’altro strato di funghi, ancora la salsiccia e la fontina a pezzetti. Si chiude il tutto con l’altro strato di pasta sfoglia, si bucherella con la forchetta e si inforna a 180° per circa 40 minuti.

Il piatto pronto impone un fragoroso applauso del pubblico e l’assaggio di Antonella: “la salsiccia di sta proprio bene”, osserva.

Vado a parlare di merende e di bambini“, annuncia Antonella, mentre uno scatenato ciupy ciu introduce Lorenzo Branchetti. Ottobre, autunno inoltrato, bisogna proteggersi mangiando bene, raccomanda Lorenzo, il quale prepara la ricotta ‘in coppa. Rompiamo dei biscotti secchi prendendoli a pugni, dopo averli messi all’interno di un sacchetto. Aggiungiamo una manciata di mandorle anch’esse spezzettate, aggiungiamo due vasetti di yogurt, la ricotta, se è ancora secco, del latte.

Si ottiene una ‘crema‘ non proprio invitante, tanto che Antonella si limita ad osservare: “ti credo sulla parola!“. Mettiamo il composto in delle ciotoline, decoriamo con mandorle, fettine di kiwi, dell’uva. Differenza tra il piatto preparato in precedenza da mani esperte e quello di Lorenzo… Beh, il confronto non regge, anche se Lorenzo è stato molto bravo.

Adesso le pizze di Bonci“, annuncia Antonella, il colossale panettiere si cimenta nella preparazione di un piatto autunnale, la schiacciata all’uva. Iniziamo dlal’impasto impasto mettendo  farina bianca 800 gr e farina integrale. Aggiungiamo 4 gr di lievito istantaneo (7 gr di lievito di birra).

Continuiamo con 600 gr di acqua. Ungiamo la teglia con dell’olio d’oliva, stendiamo l’impasto lievitato (per qualche ora) sulla teglia. Disponiamo sopra degli acini d’uva bianca. Lasciamo lievitare ancora. Inforniamo dal basso verso l’alto a 220° per circa 25 minuti. Giusto perchè si tratta di un piatto troppo leggero, Bonci consiglia di accompagnarlo a dell’arrosto di maiale.

Ed ora è il momento del dolce, con Sal De Riso: oggi prepara un intreccio di cioccolato alle more selvatiche. Si comincia da un infuso con 500 gr di acqua e una scorza di limone, si fa bollire  e si mettono delle bustine di tè ai frutti di bosco o alle more, ancora una scorza di limone, una bacca di vaniglia, 100 gr di zucchero semolato, si mescola facendolo sciogliere.

Le more intanto si mettono in una ciotola con 400 gr di zucchero e si alsciano una giornata intera nel frigorifero in modo che avvenga come una canditura. Il succo che se ne ricava lo aggiungiamo all’infuso di tè che abbiamo preparato. Si prepara poi una crema al cioccolato aggiungendo 800 gr di crema pasticcera(fatta nel solito modo e scaldata leggermente nel microonde a 25°)  a 200 gr di cioccolato fodnente sciolto a 50°, si miscela il tutto.

Si mette il composto in un sacco a poche, alla base si mette una fetta di pan di spagna al cioccolato,si spennella con l’infuso fatto, si mette uno strato di crema al cioccolato, si mette uno strato di more, ancora una fetta di pan di Spagna, si spennella con l’infuso, di nuovo uno strato di crema di cioccolato, ancora more, e infine pan di Spagna con sopra la crema di cioccolato. Si mette nell’abbattitore di temperatura per mezzora o nel freezer. Poi con un sacco a poche con la punta seghettata si mette sopra uno strato di cioccolato ad intreccio, e Sal per farlo dimostra una manualità pazzesca.

Si decora con una rosa fatta di cioccolato, qualche mora, una leggera spolverata di zucchero a velo e… che dire… ce lo mangeremo subito!

Infine, la gara dei cuochi che vede oggi protagonisti nel pomodoro Martino Scarpa e nel peperone GianPiero Fava. Con loro,per la sfida del sabato in famiglia, ci sono due amici uniti dall’amore per la cucina : Giancarlo Magalli e Alberto Ciarla. Entrambi dichiarano che vogliono vincere. Giancarlo racconta quando si sono conosciuti, decenni e decenni fa. A giudicare la sfida c’è Anna Moroni, nella sua postazione pronta a visionare tutto.

La gara scorre velocemente, vedendo protagonista Giancarlo, che parla della sua carriera televisiva, ma anche degli esordi come animatore del primo villaggio italiano ed attore a teatro. Si arriva così a fine gara e Annina, dopo aver trovato difetti in entrambe le squadre, premia il peperone, anche se le stavan più simaptici quelli del pomodoro.

A sabato prossimo con L’estate de La prova del cuoco.