Quinta colonna – Puntata del 10/07/2012 – Francesco Schettino in esclusiva (e strapagato?) per risollevare gli ascolti.

Update: Secondo i ben informati Mediaset avrebbe sborsato 57 mila euro per avere le dichiarazioni di Schettino in esclusiva a Quinta colonna.

Clicca qui per l’intervista completa a FRANCESCO SCHETTINO

Salvo Sottile e le ‘disgrazie‘: un binomio vincente, almeno sinora. Il giornalista siciliano, infatti, deve alle sventure degli altri il successo dei suoi programmi. Se nell’autunno del 2010 fu il delitto di Avetrana, in cui perse la vita la giovanissima Sara Scazzi, a risollevare le sorti del suo Quarto grado, prossimo alla chiusura a causa degli ascolti molto bassi, ora la storia si ripete con il suo nuovo programma trasmesso da Canale 5, Quinta colonna, che dopo il debutto di giovedì scorso (solo il 10,73% di share, doppiato dalla concorrenza di SuperQuark) e la decisione di cambiarne la serata di programmazione, passando dal giovedì a quella del martedì, questa sera si gioca l’asso nella manica: l’intervista esclusiva, la prima in asssoluto, di Francesco Schettino, il capitano della nave che naufragò lo scorso 13 gennaio all’isola del Giglio, provocando 30 morti e 2 dispersi. Probabilmente il programma non potrà comunque risalire la china, ma sicuramente non assisteremo ad un ulteriore crollo, che sovente avviene nella seconda puntata di un programma. Revocati gli arresti domiciliari, Schettino è dunque tornato libero e pronto a concedersi alle tv.

Per avere la sua intervista esclusiva sembra che l’ufficiale abbia aperto, tramite il suo legale, una vera e proprio asta con base di partenza di 50mila euro e che l”appalto‘ se lo sia aggiudicato Mediaset. Una vergogna, dirà qualcuno, spendere tutti quei soldi per un soggetto che è divenuto icona di vigliaccheria. Il direttore del Tg5 Clemente Mimum, su Twitter, non smentisce ciò, anzi sembra confermare in pieno, tanto da non riuscire a giustificare il gesto se non attaccando l’azienda concorrente per aver usato in passato gli stessi metodi (del resto solo qualche anno fa è stato lui stesso il direttore del Tg1, il che la dice tutta).

E’ dunque l’’intervista a Francesco Schettino ad aprire la seconda puntata del programma, in cui dichiara:

‘Non avrei mai pensato potesse accadere una cosa del genere, va al di là di ogni intenzione provocare una cosa così perché alla fine, nell’incidente, non solo viene identificata la nave e un’azienda, viene identificato il comandante e quindi è normale che io debba chiedere scusa a tutti come rappresentante di questo sistema’.

In merito alla scelta di non aver dato subito l’allarme generale, Schettino afferma:

‘Non mi sono pentito di non aver dato subito l’allarme generale. Sarebbe stata quella un’imprudenza. Far fermare la nave per mettere a mare le scialuppe, per evitare danni alle scialuppe in un fondale di 100 metri dove la nave sarebbe poi, purtroppo, sicuramente affondata. Se siamo qui oggi a discutere di questo è proprio perché io ho fatto delle scelte da comandante’.

Tra gli altri temi della puntata, la sentenza che ha condannato alti funzionari della Polizia di Stato per le violenze alla scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001. Salvo Sottile prende in esame le ripercussioni politiche e istituzionali innescate dal verdetto dei giudici di Cassazione.

CLICCA QUI per l’intervista completa a FRANCESCO SCHETTINO

72 commenti
  1. Lorenzo
    Lorenzo says:

    Ma quante stronzate sta dicendo Schettino? ZERO PERDONO, METTETELO IN CELLA E BUTTATE LA CHIAVE! Un capitano non può commettere questi errori. Ma stiamo scherzando?

    Rispondi
    • ALI MARGJEKA
      ALI MARGJEKA says:

      ma questa e una vergogna che parliamo in questo modo .ma vedendo che la giustizia Italiane funziona un po lentamente o pure dimentica e lascia pasare molto tempo per essere diminticato come e sucesso nell’ultimo 30 anni Non voglio ricordare Midispiace qua non è un incidente .come a genova

      Rispondi
  2. antonio
    antonio says:

    Spett. Redazione, sono un pensionato che non chiede soldi o notorietà, ma gentilmente chiede solo di poter parlare con Vostro fidato collaboratore, perché ho molta documentazione che riguardano le Vostre nuove inchieste, e non solo quella riguardante l’incidente della Concordia. Ringraziando per l’attenzione, cordialmente saluta Antonio Cotelli – Via Oberdan N. 7 00013 Fonte Nuova (Roma) Tel. 06/9055024

    Rispondi
  3. Leandro
    Leandro says:

    Schettino é un uomo ed in quanto tale soggetto ad errore umano, difficile da giustificare ,ma non é stato bello paragonarlo a DeFalco ,tutti bravi da una scrivania e con la lucidità

    Rispondi
  4. Roberto
    Roberto says:

    State facendo più danni voi con questa trasmissione che schettino. Un comandante che sbaglia, un uomo che ha avuto istruzione dai suoi legali come difendersi, magari e’stato pagato per questa intervista…..Dovete smetterla con queste provocazioni , ha sbagliato, chiedete alle persone che piangano il suo sbaglio….

    Rispondi
  5. Gilberto Capano
    Gilberto Capano says:

    E’possibile che nessuno parli di De Falco ? Il suo intervento secondo me ha contribuito ad aggravare lo stato psicologico di Schettino. Invece di fare l’arrogante, l’esaltato, il personaggio in cerca di notorieta’ perch’. De falco non e’ andato di persona e con tutti i mezzi possibili in soccorso. Poi mi ha deluso il giornalista in studio Che fa il professore, mi sembra chiamasi del debbio o cosa simile. Per me torno a dire bisognerebbe indagare e vedere se de falco col suo dire ha commesso qualche reato.

    Rispondi
  6. Leandro
    Leandro says:

    Schettino é un uomo ed in quanto tale soggetto ad errore umano, difficile da giustificare ,ma non é stato bello paragonarlo a DeFalco ,tutti bravi da una scrivania e con la lucidità che invece di certo mancava a Schettino, non si abbandona la nave ,ma vogliamo provare a metterci nei suoi panni? Non si punta il dito su qualcuno che si trova in una situazione di panico dettata dalla tragedia.

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo says:

      Leandro, Schettino ha messo in pericolo la vita di 4mila persone! Come puoi parlare di mettersi nei suoi panni? Non ha aiutato ne messo in salvo nessuno, non ha fatto NULLA! Si è CAMBIATO i vestiti mentre sulla nave c’era il putiferio! Non poteva fare quella manovra, ha dato in ritardo l allarme, è sceso per primo… Lo vuoi difendere ancora?

      Rispondi
      • lorenzo vicenza
        lorenzo vicenza says:

        Gia’ amico Lorenzo, Schettino sapeva di essere un divo, e come tale
        si e’ comportato, curando la propria persona, e tralasciando Le Persone…e da buon napoletano….si è fatto bello con la roba degli altri…e quando c’è da rischiare la vita per gli altri…tanti saluti…scialuppa…e via!!!!

        Rispondi
  7. fabio
    fabio says:

    la napoletanità??? ma fino a dove arriva l’arroganza, l’ignoranza delle persone…. il coniglio che a distanza di anni e con il sedere all’asciutto che si fa lupo…… mannaggia!!

    Rispondi
  8. carminiè
    carminiè says:

    è veramente patetico guardare schettino che cerca di rigirare la frittata…adesso sembra che il Comandante De Falco (ed attenzione che il titolo Comandante l’ho usato e lo userò solo per l’ufficiale delle Capitanerie) sia un incompetente e codardo e lui ha chiamato tutti i mezzi di soccorso…dovrebbe tacere.

    Rispondi
  9. francesca
    francesca says:

    dare tanta importanza a un codardo del genere non mi sembra corretto e giusto ma la cosa che mi rattrista di più è che per l intervista mediaset ha pagato 50.000 euro adesso si fà pagare x la perdita del lavoro? quando c è tanta gente che muore di fame

    Rispondi
  10. mimmo
    mimmo says:

    schettino e solo un s… ringrazia questa giustizia di merda che lascia fuori gli assassini ecodardi perche e amministrato da codardi un paese ddi codardi
    la tua napolitaneta schiaffala nel abbi almeno il buon giusto di tacere ci sono persone che hanno pagato i danni a mezzi di polizia mentre inseguivano i rapinatori stato di merd

    Rispondi
  11. massimo
    massimo says:

    che vergogna scettino sei stato un codardo dovresti stare zitto e chiedere solo scusa non dire tutte le stronzate che dici non ci credi neanche tu

    Rispondi
    • massimo
      massimo says:

      caro comandante e si dovevi buttarti in acqua e nuotare per tornare sulla nave non fare il regista CODARDO ti meriteresti di stare in galera e buttare la chiave

      Rispondi
  12. fabio
    fabio says:

    caro leandro, lui aveva un ruolo che non gli permetteva nè distrazioni nè atti di codardia… l’errore umano ci sta, ma il fuggire dal proprio dovere no…. il comandante deve abbandonare la nave per ultimo perchè è l’unico in grado di coordinare gli ufficiali,i sottufficiali e l’equipaggio tutto… è colui che conosce i sistemi di sicurezza, di evacuazione, è in grado di mostrare ai soccorritori litinerario di sicurezza da seguire, le procedure di bordo ecc ecc, se manca il suo apporto sul posto manca tutto e infatti si è visto

    Rispondi
  13. valentina
    valentina says:

    mio caro schettino mi provi a giustificare il xke lei ha abbandonato la nave invece di dare le sue colpe anche a gli altri e nn dovrebbe stare male solo x la piccola ma x tutte le persone morte spero che la tormenteranno a vita

    Rispondi
  14. mimmo
    mimmo says:

    una persona che passa a quella distanza da un isola con una nave come la concordia e un pazzo o un iresponsabile incapace assassino!

    Rispondi
  15. emanuela
    emanuela says:

    a portato in salvo i passegeri schettino sei sempre un eroe se ti sarebbe accaduta qualche disgrazia nei tg e suoi giornali ti avrebbero detto che eri morto da super eroe…in galera devono metterci i veri deelinquenti non persone come te ……

    Rispondi
    • guido
      guido says:

      Ma perchè non parlano di quei passeggeri che nella fuga hanno schiacciato una bambina di 5 anni? Quelli sono vigliacchi allo stato puro

      Rispondi
  16. tina
    tina says:

    Va bene l,errore umano ma quando si trasportano 4000 persone e si è incaicati insieme al gruppo di comando a riportare a casa i passeggeri queste cose non devono assolutamente succedere.
    Faceva meglio a non rilasciare l,intervista o forse l,ha fatto solo ed esculivamente per soldi.
    Comunque in questo disastro c,è una corresponsabilità della Costa, la capitaneria e del capitano in quanto tutti erano accondiscendenti a questa stupida prassi.

    Rispondi
  17. paolo
    paolo says:

    ma de falco perche’ non guardava la rotta del concordia .ma perche’ redarguisce il comandante schettino,forse per deviare al non controllo della rotta del concordia?come puo’ dire de falco assumo io il comando schettino per quello rimane perplesso non santifichiamo de falco e martirizziamo schettino .se andiamo a fondo anche il comandante de falco ha le sue responsabilita’.

    Rispondi
    • carminiè
      carminiè says:

      nessuno vuole santificare il Comandante De Falco ed in ogni caso Schettino resta un uomo che ha commesso più di un errore e per giunta tutti gravissimi che hanno comportato la perdita di oltre 4000 anima. De Falco ha fatto il suo dovere, e poi ricordo a tutti che le capitanerie ad oggi non sono (a parte qualcuna) dotate di un sistema di controllo come quello degli aereoporti. Ovviamente il progetto è quello di dotare tutte le capitaerie del vessel trafic service (è così chiamato il sistema di controllo traffico in mare) ma non c’è da meravigliarsi se subirà dei ritardi dato la congiuntura economica ed i diversi tagli che vengono applicati a tutti i settori pubblici

      Rispondi
  18. rosario
    rosario says:

    salve, volevo commentare con semplici parole. per me schettino rimane e rimarrà, una persona incapace di fare il proprio mestiere. per non dire altro,però quella signora intervistata dalla vostra inviata. non può dire che si sentono offesi nel morale, perchè grazie all”incapacità di schettino,l”isola del giglio, oggi viene visitata pultroppo da molti turisti curiosi.quindi la signora si e dimostrata molto ipocrita. io non avrei voluto conoscere il com. schettino e l”isola del giglio in questo modo. complimenti per la trasmissione…… dimenticavo, io sono napoletano.

    Rispondi
  19. gianni
    gianni says:

    … l’abbandono di una nave e come che un pilota abbandoni il proprio aereo uscendo con un paracadute a coordinare i soccorsi!!

    Rispondi
    • Andrea
      Andrea says:

      Ma la nave era di fatto arrivata a terra. Il paragone corretto sarebbe quello che il comandante dell’aereo scendesse ad atterraggio ultimato. In ogni caso, penso che Schettino abbia commesso l’errore di non controllare tempestivamente l’operato dei suoi subalterni, dei quali lui è comunque responsabile, ma che, dopo l’urto, abbia operato con grande competenza e abilità,scegliendo di invertire la rotta di 360°, favorendo così lo “spiaggiamento” della nave. Grazie a questa sua decisione è riuscito a salvare la quasi totalità dei passeggeri. L’errore è gravissimo e imperdonabile, ma, una volta fatto, chi e in qual modo avrebbe potuto assicurare la salvezza della totalità dei passeggeri?

      Rispondi
  20. Roberto
    Roberto says:

    Non capisco sinceramente quelle due giornaliste se devono pubblicizzare la loro immagine; riescono a cavalcare la stessa onda del comandante schettino…. .? Perché non sapete distinguere tra informazione e provocazione.??? Alla fine date una risposta a quelle persone che piangono…..sta facendo una bella figura schettino….state facendo una pessima figura voi come giornalisti……date la possibilità ad un assassino di difendersi in pubblico…….sta facendo la parte del bravo napoletano….il pianto…il perdono….fate chiarezza e non odiens per la vostra trasmissione….pubblicate se questa intervista ha dato un compenso a questo comandante…..pubblicate pure se la giornalista che ha fatto l’intervista ha nuovi incarichi……dopo questa trasmissione e che il loro ricavato lo debbano spendere in medicine come hanno dovuto fare i superstitit dai psicologi o medici curanti per vincere la paura di quella splendida crociera…..

    Rispondi
  21. mimmo
    mimmo says:

    poi ci staì anche la costa ceociere che pewr risparmiare assume rumeni e cileni gente che non parla italiano e noi paghiamo non andro mai in crociera con questa societa fatelo anche voi solo italiani facciamoli affogare nelle lorle scialuppeerano gestite dsa camerieri mentree abbiamo centinai di giovani italiani con brevetti disoccupati vermi solo vermi azionisti|
    se avessero ascoltato i loro consigli sarebbero morti tutti senti la reg della donna tornate in cabina!

    Rispondi
  22. simone
    simone says:

    Io penso che Schettino non sia stato mai idoneo a fare il comandante della nave,e abbia le piu’ gravi responsabilita’.
    Ma,poiche’ l’assurda usanza dei cosiddetti “inchini” era a conoscenza delle compagnie di navigazione,e anche certamente delle capitanerie di porto,penso che grande responsabilita’ debbano essere attribuite anche alle compagnie di navigazione e anche alle capitanerie di porto per negligenza grave in vigilando.

    Rispondi
  23. Elisa
    Elisa says:

    Se quest’uomo ha il coraggio di dire che dallo scoglio riusciva a dirigere meglio i soccorsi e non ammettere di avere torto marcio ha sbagliato per la seconda volta!!!Sarebbe meglio chiedere perdono con umiltà e non aggredire con quell’atteggiamento spocchioso!!!Nessuno può giudicare ma e’ inammissibile che un capitano possa abbandonare la nave per primo e guardare da lontano il danno commesso!!!Complimenti alla nuova trasmissione e alla vostra professionalita’!

    Rispondi
  24. paolo
    paolo says:

    Non è il comportamento del capitano dopo l’impatto che ha provocato i 32 morti, ma l’impatto stesso con gli scogli, il perchè è accaduto questo va visto nella responsabilità di molte persone prima del capitano e al di fuori di quella nave.
    Se lui fosse rimasto a bordo non ci sarebbero stati morti? io non credo che sarebbe cambiato nulla, ormai il danno era fatto. Quindi soffermarsi su quella telefonata e sull’abbandono nave è una perdita di tempo. Quanti comandanti di voli internazionali hanno portato alla merte centinaia di persone in un colpo solo per errori stupidi, come mai di questi non si sa nulla?

    ciao

    Rispondi
  25. tina
    tina says:

    L’arroganza,l’egocentrismo e quel ghigno stampato sul suo viso mi irritano.Posso cercare di sforzarmi a comprendere l’errore umano (anche se un uomo responsabile non mette a rischio la vita di persone in particolare bambini)ma non è possiile compredere e perdonargli nient’altro.Vorrei dire alle giornaliste in studio che è vergognoso far passare quel tipo un Santo,e macchiare l’immgine di persone oneste come De Falco.Schettino ha abbandonato non la nave ma persone inermi che ci hanno rimesso la vita.Avrebbe fatto meglio a stare in silenzio a limite avrebbe fatto meglio a limitarsi a chedere scusa.VERGOGNATI!!!!

    Rispondi
  26. emanuela
    emanuela says:

    schettino sono a favore tuo hai salvato 4000 persone
    cosa volete di piu e troppo facile parlare seduti in una scrivania parlate di arresti non arrestano i delinquenti er devono arrestare una persona che lavora umanamente

    Rispondi
    • guido
      guido says:

      Io ho salvato 3 persone che si stavano affogando,dalla spiaggia circa 20 persone mi guardavano, nessuno mi ha aiutato…..magari uno di questi è qui a criticare Schettino

      Rispondi
  27. pepe angelo
    pepe angelo says:

    e difficile condannare giudicare sicuramente tutte le colpe ricadono sul comandante ma proviamo a immaginare che al comando ci fossimo stati noi sicuramente ha sbagliato non solo lui non credo sia stato fatto con volonta ripeto e difficile condannare

    Rispondi
  28. guido
    guido says:

    Sarà pure colpevole di vigliaccheria, ma non sono meno colpevoli i passeggeri che scappando hanno schiacciato una bambina di 5 anni…..credo che sia molto peggio

    Rispondi
  29. pepe angelo
    pepe angelo says:

    e difficile condannare giudicare sicuramente tutte le colpe ricadono sul comandante ma proviamo a immaginare che al comando ci fossimo stati noi sicuramente ha sbagliato non solo lui non credo sia stato fatto con volonta ripeto e difficile condannare

    annare

    .

    Rispondi
    • paolo
      paolo says:

      ma chi sei sua sorella ?? scrivi solo tu e sempre na cosa dici!!! abbiamo capito stai con lui .. ma basta, non siamo al mercato del pesce

      Rispondi
  30. beniamino
    beniamino says:

    de falco è un ipocrita arrogante che ha cercato il suo momento di gloria in un contesto aberrante, schettino avrà senz’altro le sue gravi responsabilita ma de falco non è certo l’eroe che vuol far credere, per me e da condannare piu di schettino per la sua lucida manovra di successo all’eroicità

    Rispondi
  31. antonio FAVIA
    antonio FAVIA says:

    non è ammissibile che un comandante dia la precedente ad un inchino non indispensabile e non pensa alla vita dei passeggieri in qualsiasi momento, poteva anzi doveva stare lontano dalla scogliera, non ci sono scuse, un comandante certe cose le deve sapere.
    poi dove erano i pompiei di bordo o i marinai adetti alla verifica 24 ore su 24 dei settori di tutta la nave, che poi essi avrebbero dovuto obbligare i passeggeri, anche quelli dove poi la nave si è inclinata a recarsi sul ponte e vicino alla scialuppa loro assegnata durante le prove di imulazione di evacuazione che devono essere state fatte prima di salpare.
    Inoltre data la vicinanza della nave alla terra ferma, e dal momento che la nave andava a circa 15 nodi e che poi di colpo si è fermata (scoglio o non scoglio) doveva essere chiaro che si trattava di un incidente da non sottovalutar e che avrebbe tolto la voglia a qualsiasi passeggiero di continuare la crociera qualora fosse stato possibile.
    Tale incidente, data la vicinanza della alla riva, non doveva essere sottovalutato, poiche una nave che viaggia a 15 nodi, non si ferma di colpo, allora il Comandante doveva invece di scappare, magari subitissimo, prima che la nave si inclinasse, trovare il tempo per calare le scialuppe e salvare tuti i passeggieri trattandosi poi di un viaggio dalla vane alla riva, di un paio di minuti di viaggio.
    Poi l’equipaggio, come lo hanno formato? io ho lavorato anni su navi da crociera e sono anche sopravissuto ad un incendio della nave (la s/s Homeric della Home Lines) e so che un marittimo, qualsiasi sia la sua mansione, non può lavorare a bordo se non ha un cerutifìcato della capitaneria di porto che dimostra di essere stato capace di nuotare 200 metri….e la riva era a circa 120 metru…
    un Comandante che abbandona la nave dovrebbe solo vergognarsi
    antonio Favia

    Rispondi
  32. Claudio
    Claudio says:

    Quanto è triste e amaro scoprire, proprio nel momento peggiore, che la tua vita era nelle mani di un uomo che non è Dio…

    Rispondi
  33. roberto
    roberto says:

    in quelle situazioni non si sa come reagire certo un comandante che ha una responsabilità e sopratutto una disciplina di istruzione marina beh! non ci sono scuse ne errori dunque da quel che successo la colpa va senza alcun dubbio al comandante
    penso anche non serve condanne carcerarie la condanna per un uomo di mare è di sopprimere ogni grado di comando navale

    Rispondi
  34. biagio
    biagio says:

    Schettino diventerà un vip? visto che per un intervista avete pagato 50.000 euro!!!
    Non era meglio parlare delle vittime e donare una puntata a loro che sono morti per errori altrui?

    Rispondi
  35. cristo
    cristo says:

    tutti sono eroi volevo vedere a questi eroi al posto di schettino io mi domando cosa faceva la capetaneria di bordo quando la nave entrava in un tragito vietato?

    Io penso che il comandante del capetaneria urlava x coprire i suoi erori,e lui lo sa.

    Rispondi
  36. Nicola
    Nicola says:

    quello che ha fatto Schettino è un atto di vigliaccheria che ricade nella diserzione. Merita solo quella che nel passato era la giusta punizione per un Comandante che abbandonava la propria nave e l’equipaggio: la condanna a morte.

    Rispondi
    • paolo
      paolo says:

      Ma smettila …. per fortuna che la gente che la pensa come te è quasi tutta scomparsa ….. allo stesso tuo livello quando guardi un altra donna meriti la castrazione …. che discorsi fai????
      Cerca di vedere la cosa da tutti i punti di vista e poi giudica, ma siccome nessuno li sa, fai più bella figura a tenerti ste frasi per te

      Rispondi
      • Nicola
        Nicola says:

        abbandonare una nave incagliata e l’equipaggio al suo destino e alla morte equivale a guardare un’altra donna? quale sarebbe il nesso?
        Giudico in base alle notizie che ho dagli organi di informazione e da queste notizie non è giustificabile abbandonare nave e persone

        Rispondi
        • paolo
          paolo says:

          “Giudico in base alle notizie che ho dagli organi di informazione”
          Ecco appunto è questo l’errore , non hai ancora capito la validità di queste informazioni. Ma non solo di questa vicenda, di tutte. L’informazione dice solo quello che la gente vuole sentire

          Rispondi
          • paolo
            paolo says:

            Ecco appunto, l’informazione ti dice solo quello che fa odiens
            e quello che la gente vuole sentire. Hai sentito qualcuno dire che la Carribeans vuole far fallire la Costa per poi ricomprarla in liquidazione? lasciando a caso un botto di persone?
            E’ azionista maggioritaria quindi può farlo, dipende solo a chi l’assicurazione darà i soldi

  37. Nicola
    Nicola says:

    Il Comandante De Falco ha fatto il suo dovere (atto sconosciuto a Schettino). Forse il suo comportamento è stato enfatizzato a causa del contrasto con la vigliaccheria di schettino, ma leggere che qualcuno arrivi a colpevolizzarlo mi fa sorridere di fronte a tanta falsità di giudizio.

    Rispondi
  38. paolo
    paolo says:

    Ma cosa ha fatto il Falco ??? Ha tirato 4 gridi e poi? i soccorsi c’erano già e i morti pure.. cosa ha fatto?
    Dovresti chiederti invece cosa non hanno fatto … come sempre in Italia aspettiamo che ci scappi il morto prima di stabilire delle regole

    Rispondi
  39. francesco
    francesco says:

    vorrei solo dire a tante persone che traggono solo giudizi sulle disgrazie degli altri…..almeno fino a quando non capita a l’oro : se devono condannare schettino per la morte delle persone che erano sulla nave……allora devono anche ringraziarlo per tutti quelli che ha salvato …ed io credo che tanti questo lo dimenticano, a volte le cose non sono sempre cosi’ come appaiono ma molte volte sono molto complesse e quindi dare dei giudizi affrettati solo per la rabbia “comprensibile tra l’altro”per la morte di tante persone !!! sia ben chiaro che questo e il mio punto di vista e giusto ho sbagliato va rispettato cosi’ come faccio io per quello degli altri un saluto a tutti i lettori

    Rispondi
    • paolo
      paolo says:

      Guarda che se la nave era 2 miglia piu in la era un altro Titanic e Schettino poteva fare ben poco. E solo stata fortuna sua e di tanta gente

      Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Cavo, ha rilasciato per la trasmissione Quinta colonna e che verrà trasmessa nel corso della puntata di stasera. Ai lettori l’onere del […]

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>