La prova del cuoco – Puntata del 14/07/2012 – Creme caramel, pollo fritto con caponata di melanzane, mont blanc al cioccolato.

Nell’anteprima, Antonella e Anna, rispondendo ad una mail, spiegano in che modo si può preparare un hamburger in casa: si prende lo schiacciapatate, si mette dentro un foglietto di carta forno, un po’ di carne trita, un altro foglietto di carta sopra, si schiaccia leggermente e l’hamburger è fatto. Ed ora la sigla, Antonella entra sulle note de La pasta asciutta, accolta dal calore dei bambini del pubblico; qualche battuta col maestro di canto e via ai fornelli.

Anna Moroni è pronta per la sua ricetta della domenica. Si tratta del pollo fritto con caponatina leggera di melanzaneEcco gli ingredienti.

In una ciotola si mettono tre uova intere, il montasio tritato a pezzettini piccoli, il pane grattugiato e si mescola tutto, intanto si taglia a fettine il pollo e si mette a marinare con il limone spremuto. Intanto che il pollo sta marinando si procede facendo la caponata: si tagliano le melanzane a cubetti, si mettono su una teglia con carta da forno, un goccio di olio sopra  e si infornano  a200° per 20 minuti. Intanto Antonella ricorda il suo libro con le ultime copie disponibili prima che esca il nuovo e la rivista del programma in edicola col nuovo numero.

Adesso in una padella antiaderente si scalda un goccio di olio e si fa rosolare una cipolla tagliata a pezzetti, si aggiunge il sedano prima sbianchito in acqua bollente e poi tagliato a pezzetti, si aggiunge la salsa di pomodoro, un pizzico di sale, si fa cuocere cinque minuti, poi si aggiungono l’aceto e lo zucchero, si lascia evaporare, poi si mettono le olive, i capperi e i pinoli tostati.

Si lascia andare qualche minuto e poi si aggiungono anche le melanzane cotte al forno, si gira bene e si aggiusta di sale e pepe.  Ora si tolgono i pezzi di pollo dalla marinatura e si passano nel composto fatto con uova, montasio e pane grattato, si passano in un uovo sbattuto e si friggono in abbondante olio, mentre si ballano le tagliatelle di nonna Pina.

Annina fa fare tutto ad Antonella, e lei si lamenta… Si accompagna il pollo fritto con questo splendido sugo e… buon appetito!

Adesso tutti a preparare le merende con Lorenzo Branchetti, come sempre introdotto dalla canzoncina del ciupy ciu. Oggi prepara un classico, il creme caramel. una merenda che gli ha suggerito per mail una signora, una certa Anna Moroni, che è lì ad osservarne la realizzazione. Si inizia mettendo a  bollire un litro di latte, si mettono dentro 125 gr di zucchero, si aggiunge o una scorza di limone o una stecca di vaniglia. Adesso in una ciotola si mettono otto uova, altri 125 gr di zucchero e una volta che il latte è caldo si unisce a questo composto.

Si gira bene, si prende una teglia si mette sotto un foglio di carta assorbende, sopra un pochino di acqua e si mettono i pirottini degli stampi quelli per i muffin. alla base di ognuno si mette un po’ di caramello quello in bottiglia e sopra il composto appena preparato fino a riempirli. E Anna diverse volte corregge Lorenzo, il tutto si inforna a 150° per 1 ora. Si mettono in un piatto scaravoltandoli e …buon appetito!

Ed ora tutti da Gabriele Bonci, pronto a preparare una pizza speciale. Si tratta della pizza con patate, pesto, fagiolini e seppioline. Si parte dall’impasto con 500 gr di farro integrale, 500 gr di grano, si aggiungono 600 gr di acqua e a metà impastazione si mettono 7 gr di  lievito liofilizzato (il corrispondente di un cubetto fresco), si continua con un pochino di acqua e 12 gr di sale e per ultimo un goccio di olio.

Questo impasto non ha bisogno del classico giorno di lievitazione, quindi subito si gira e si parte piegandolo diverse volte in maniera che la pasta prende forza, si lascia quindi riposare in una ciotola a temperatura ambiente per 7-8 ore. Si stende quindi, si mette nella teglia e si parte mettendo sopra le patate che prima vengono bollite e che ora si mettono con lo schiacciapatate, un goccio di olio e di sale  e si inforna a 250° per 15 minuti, la prima metà sotto e la seconda metà al centro del forno.

Una volta cotta si mette sopra il pesto, delle seppioline pulite e saltate in padella con un pochino di olio e infine i fagiolini, tagliati a pezzettini, sbianchiti in acqua e conditi solo con un pochino di limone. Una grattata di scorza di limone, un po’ di pepe e …buon appetito!

Dopo la pizza, ecco il dolce di Guido Castagna, che prepara un mont blanc al cioccolato.  Si inizia a fare una base con 90 gr di burro, della farina di mandorle e si amalgama, si aggiungono 45 gr di zucchero, 20 gr di farina di riso e infine 90 gr di cacao e si lavora il tutto insieme amalgamando.

Questo composto va messo almeno mezzora in frigorifero, poi si mette in uno stampo da semifreddo passandolo in un setaccio e si inforna a 170° per circa 15 minuti. Adesso si fa il ripeino facendo una ganache con 160 gr di  cioccolato bianco sciolto, si aggiunge il latte (100 gr) e si mescola il tutto con la frusta, si aggiunge un foglio di colla di pesce (3 gr) per addensarla, si mette in frigorifero mezzora per farlo rapprendere, poi si aggiunge della panna montata non zuccherata. Si prende la base del dolce e sopra si mette un po’ di questo composto.

Adesso, mentre c’è Lorenzo che guarda estasiato,si mettono sopra le castagne lessate, pulite e candite mettendole in ammollo per una settimana in uno sciroppo di  1 litro di acuq, 1 litro di zucchero e 400 gr di glucosio, facendolo bollire ogni giorno, si mette sopra della meringa a pezzettini, fatta nel classico modo, del cioccolato fondente a pezzi e il tutto va nell’abbattitore di temperatura.

Adesso si achiacciano delle altre castagne e dei marroncini nello schiacciapatate e con esso si fanno sopra al dolce una specie di spaghetti. Si decora con un  marrone, una spolverata di cacao e il dolce è pronto. si può fare sia come torta sia a mono porzione.

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro Emanuele Del Signore e nel peperone Mauro Improta. Con loro si sfidano ai fornelli marito e moglie: Memo Remigi e sua moglie Lucia Russo.

Parte la gara, i due coniugi discutono su chi tra i due sia più bravo in cucina, secondo lei non c’è storia, poi parlano della loro vita matrimoniale, da come si sono conosciuti, alla quotidianità della loro vita di coppia, passando per la carriera di Memo e del loro figlio. Si parla anche della sigla, la famosa Pasta Asciutta, scritta proprio da Remo.

Si chiacchera e si ride, arrivando così a fine gara con la ‘giudichessa‘ Anna Moroni, che ha osservato tutto, e che decreta che a vincere sia il pomodoro.

A sabato prossimo con L’estate de La prova del cuoco