Linea Blu – Puntata del 21/07/2012 – Le Cinque Terre del dopo alluvione.

La settima puntata di Linea Blu, il programma di Raiuno dedicato all’ambiente marino e a tutto ciò che lo circonda condotto da Donatella Bianchi con la partecipazione di Fabrizio Gatta propone quest’oggi un appuntamento molto particolare, perchè prosegue il suo viaggio di questa diciannovesima edizione che sta ottenendo buoni ascolti (anche se decisamente inferiori rispetto al potenziale del programma, che trasmesso in altra collocazione come ad esempio alla domenica al posto delle repliche di Linea Verde potrebbe ottenere più consensi e beneficiarne in futuro), nelle Cinque Terre, meraviglioso e suggestivo tratto di costa tra Punta Mesco e Punta di Montenero, nella riviera ligure di levante, una mareviglia della natura devastata dall’alluvione che ha colpito la zona lo scorso ottobre. Tutti noi abbiamo ancora davanti agli occhi le terribili immagini di quei giorni in cui l’acqua e i torrenti invadevano tutto spazzando via interi paesi e mietendo anche diverse vittime.

Mare e voglia di ricominciare: a Vernazza e a Monterosso per fare un punto della situazione dopo l’eccezionale ondata di mal tempo che il 25 Ottobre ha colpito questi luoghi.

Mare e sport: a Portovenere, in compagnia di tre giovani campionesse di arrampicata, proveremo l’ebbrezza di una spettacolare scalata di una parete a picco sul mare.

Mare ed arte: a Manarola, un tributo a Pietro Rosa, pittore ligure, che ha dedicato tutta la sua opera alle bellezze naturalistiche delle Cinque Terre.

Con Fabrizio Gatta e  il prof. Calabrese, a Santa Severa, in un caratteristico ristorante sulla spiaggia, apprezzeremo prelibatezze e riscopriremo i sapori Mediterranei della cucina marinara.

Per la rubrica Vita di Mare, realizzata in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Fabrizio Gatta e il prof. Piccinetti saranno a Gaeta per raccontare la tradizionale pesca a strascico e l’allevamento delle cozze.