Otto e Mezzo – Lilli Gruber torna nell’access de La7. Travaglio alla prima, poi Fornero e Bersani.

L’arruolamento di Cristina Parodi ha rappresentato una minaccia per il suo primato, ma Lilli Gruber resta, anche in questa stagione tv, la primadonna de La7. Da quattro anni al timone di Otto e Mezzo, il talk show del preserale della rete TiMedia, che nell’ultima stagione ha messo a segno una serie di colpi, a cominciare dal poderoso incremento della percentuale di spettatori che quotidianamente assiste ai confronti proposti (il 6,24% di share media nell’ultima stagione, 4 punti in più rispetto alla precedente edizione, con quasi 1,8milioni di telespettatori medi e oltre 3,8milioni di contatti a puntata), e che nella prossima, la quinta, in partenza domani sera, subito dopo il Tg di Enrico Mentana, promette addirittura di sbalordire:

Fare crescere ulteriormente gli ascolti è una sfida che raccogliamo e che fronteggeremo non solo con le novita’ di questa edizione, ma anche raccontando e cercando di spiegare agli italiani la politica invece dell’antipolitica, la situazione economica italiana, ma anche europea. Certo, la sfida degli ascolti è resa sempre più complicata dall’enorme quantità di canali, e noi siamo privilegiati perchè siamo i soli a fare informazione in quella fascia oraria, ma siamo anche penalizzati da tutti i programmi ‘forti‘, come ‘Striscia’ su Canale 5 o i pacchi su Rai1.

L’approccio sarà il solito che, poi, è quello del giornalismo classico“, assicura la giornalista, aggiungendo: “Cerchiamo con la nostra squadra di giornalisti di trovare le domande adatte all’ospite, anche quelle più scomode, dandogli il tempo e la possibilità di esporre le sue idee. Credo che ad ‘Otto e Mezzo’ venga riconosciuto di essere una trasmissione corretta“. In quest’edizione, in particolare, la parola d’ordine sarà ‘decifrare‘:

Nella passata edizione abbiamo cercato di raccontare l’Italia che cambiava e la nuova classe dirigente. Vorremmo continuare su questa strada in un’edizione in cui dovremo cercare di decifrare una situazione politica ed economica dagli esiti incerti. Ci piacerebbe anche poter raccontare l’uscita dalla crisi e ci soffermeremo più sul racconto della nuova politica che su quello dell’antipolitica. E’ evidente che si sta chiudendo un ciclo e questo porterà ad una nuova geografia politica.

Per farlo, Lilli Gruber si avvarrà della collaborazione di Paolo Pagliaro (“Paolo è molto più che un coautore di Otto e Mezzo, senza di lui non potremmo fare il programma“), che tornerà a proporre la sua rubrica, “Il Punto“, e della capacità critica degli ospiti che interverranno nel dibattito. Nella prima puntata ritroveremo il vicedirettore de Il Fatto quotidiano Marco Travaglio ed il direttore de L’Unità Claudio Sardo; martedì sarà il turno del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Elsa Fornero; mercoledì toccherà al segretario del PD Pierluigi Bersani. A breve, al cospetto di Lilli Gruber tornerà a sedere il Premier Mario Monti:

Ci eravamo accordati per lunedì ma, visto che sabato sera lui farà una cosa con il Tg1 da Cernobbio, abbiamo pensato che fosse meglio rimandare. Comunque, la sua prima uscita televisiva dopo Cernobbio sarà da noi.