La prova del cuoco – Puntata del 10/09/2012 – Si parte con una nuova rubrica, ricette di Anna Moroni e Alessandra Spisni e…

Ad aprire quest’edizione de La prova del cuoco, la tredicesima, è come sempre la brevissima anteprima con Marco Di Buono che annuncia la prima novità, ossia la presenza fissa, al lunedì, dello spazio della dottoressa Sara Farnetti, nutrizionista, specialista in medicina e alimentazione, pronta a dispensare consigli utili.

Ad aprire la puntata è l’ingresso di Antonella, che dopo aver ballato la (nuova) sigla con Anna Moroni, raggiunge il maestro Andrea al pianoforte. Qualche convenevole e l’annuncio di una novità assoluta (!): una nuova sfida per Anna Moroni, che sarà impegnata quest’anno in Anna contro tutte.

Ebbene, Annina ha deciso di allargare i confini della sua cucina ed ha deciso di sfidare non più gli chef del programma, ma le casalinghe italiane. A sfidarla, infatti, c’è la signora Lorenza Verato dalla provincia di Milano. Il piatto su cui le due dovranno confrontarsi è lo sformato di tonno. A dover giudicare la gara sono i cuochi protagonisti della puntata, quest’oggi Renato Salvatori e Cesare Marretti. Questa novità preoccupa un po’ Annina.

Sformato della signora Lorenza: schiaccia le patate già lessate, aggiunge il tonno in scatola, un pizzico si sale e mette il composto in una formina a forma di pesce e lo mette in frigo per 40 – 50 minuti. Prepara la classica maionese con uova e olio. Scaravolta il composto e lo decora con olive, peperoni, prezzemolo, limone.

Sformato di Anna: il suo è particolare in quanto lo serve sul pane carasau, quello sardo,la maionese, anzichè a mano, la prepara nel mixer mettendo un uovo intero e un rosso, frulla un po’ e aggiunge il sale, frulla ancora e poi aggiunge l’olio. La maionese è pronta quando il mixer cambia il rumore. Per lo sformato schiaccia le patate e le serve con una salsa fatta frullando il tonno in scatola, i capperi, due cucchiai di maionese e poi aggiunge del basilico spezzettato a mano.

Arriva il momento dei giudizi dei giurati che, dopo aver assaggiato le due proposte, devono votare i piatti. 7 – 7 per la sfidante, 10 – 10 per Annina che quindi fa l’an plein e vince la sfida.

Ed ora è il momento di ballare sulle note di una passionale mazurka, oltre che di cucinare con la brava, la simpatica e sempre allegra Alessandra Spisni. Prima di cimentarsi ai fornelli, la cuoca annuncia qualche novità che la riguarda: tra queste l’apertura di una nuova scuola di cucina bolognese, che addirittura consegna i piatti a domicilio, e l’arrivo di un nipotino. Oggi, per la prima puntata, Alessandra prepara le tagliatelle al prosciutto, quindi non si può fare a meno di ballare le tagliatelle di nonna Pina.

Una ricetta molto semplice, ma è la prima puntata e c’è un’estate intera da raccontare. Antonella aiuta tagliando a pezzettini il prosciutto mentre Alessandra prepara le tagliatelle nel classico modo con farina e uova, stende l’impasto col mattarello e ne ricava le tagliatelle. Per il condimento sfrega una padella antiaderente con un pochino di strutto, aggiungiamo una noce di burro, l’odore di cipolla, il prosciutto crudo tagliato a pezzetti, la passata di pomodoro e l’acqua e lasciamo andare fino a quando il sugo non si raddensa. Lessiamo le tagliatelle, le scoliamo, le condiamo col sugo fatto e…buon appetito!

Ed ora lo gnometto Augusto Tocci, che torna anche in quest’edizione a parlare dei segreti del bosco e, in questa puntata, di more. Raccogliamo le more e le mettiamo in un vasetto di vetro, aggiungiamo uno sciroppo ancora caldo fatto con acqua e zucchero, un pochino di limone spremuto, lasciamo macerare almeno mezz’ora e facciamo bollire. Il composto ottenuto si può impiegato in tanti modi: ad esempio ne aggiungiamo un pochino a delle uova sbattute, aggiungiamo delle uove intere, mescoliamo tutto e mettiamo su una teglia, cuociamo nel forno appena qualche minuto e otteniamo delle buonissime crepes.

Andrea Mainardi, cuoco bergamasco che vive a Brescia, dove gestisce un ristorante con un solo tavolo, che può ospitare dai due ai dieci coperti, dall’aspetto più da dj che da cuoco, è la new entry di questa edizione. Andrea presenta la sua “alta cucina“, che vuole portato al palato di tutti. Oggi prepara il grissino olio nell’olio ripieni di vitello e ketchup di carotePartiamo dal ripieno, mettendo in un padellino antiaderente un goccio d’olio, aggiungiamo la polpa di vitello tagliata finemente, la cipolla tagliata a pezzetti, una patata sbucciata e tagliata a pezzi, i capperi e facciamo rosolare il tutto.

Poi, mentre Andrea parla di sè e racconta di avere anche un ristorante a New York e che nonostante i soli 29 anni ha già una figlia di 4 anni, sfumiamo il tutto con il vino bianco, quindi aggiungiamo l’acqua e cuociamo per almeno un’ora. Aggiungiamo erba cipollina, succo di limone, sale e aceto e frulliamo il tutto. Per i grissini impastiamo 200 gr di farina, 70 gr di acqua e 80 gr di olio, impastiamo, stendiamo a filoncini per formare i grissini e li riempiamo con il composto del ripieno frullato e messo nel sacco a poche e poi li friggiamo in abbondante olio. 

Prepariamo il ketchup mettendo a bollire le carote tagliate a pezzi con acqua e zucchero  e lasciamo cuocere per mezzora, poi le frulliamo e aggiungiamo sale e aceto ottenendo il ketchup. Impiattiamo mettendo alla base il ketchup di carote, i grissini fritti e spolveriamo con delle olive taggiasche essicate in forno. Buon appetito!

Infine ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Renato Salvatori con Maria Maddalena Piana e nel peperone Cesare Marretti con Paolo Vitto. La novità è che ogni giorno c’è un giurato che giudicherà un aspetto dei concorrenti: oggi è la volta di Nicola Santini che deve giudicare la personalità dei concorrenti.

Bavette e rotolo di fesa di tacchino ripieno oppure orecchiette gratinate e patate schiacciate con pinoli e pesce? Più che i piatti oggi viene giudicato come i concorrenti si propongono, come sanno proporsi e bucare lo schermo. E Santini non ha dubbi e decreta che vince il peperone.

A domani con La prova del cuoco.