La prova del cuoco – Puntata del 15/09/2012 – Ricetta della domenica, dolce merende. Sergio Assisi ai fornelli. Lippi affianca la Clerici.

Con qualche minuto di ritardo inizia la puntata del sabato de La prova del cuoco. Antonella raggiunge Andrea al pianoforte dove trova anche Claudio Lippi, che da quest’anno affiancherà la conduttrice per tutta la puntata. Qualche battuta con Lippi che racconta di aver passato un’estate infernale a causa di un articolo in cui Giletti ricordava i vecchi tempi con Anto e si diceva nostalgico di certi suoi spaghetti. Si parte con la puntata, Antonella invita Claudio a raggiungere Anna Moroni pronta con le sue ricette della domenica.

Lippi ha seri problemi ad indossare il grembiule, Anna è diretta e sentenzia: ‘ma sei proprio imbranato figlio mio‘, tra le risate del pubblico e la canzoncina del Pulcino Pio. Annina ha anche un regalo per Claudio, si tratta di pattine raccoglibriciola; parte anche la canzoncina del ciupy ciu tra le rimostranze di Claudio. La ricetta di oggi è quella della teglia di lonza con funghi e piselli. Ecco gli ingredienti.

Per prima cosa bisogna battere le fettine di maiale con il batticarne, poi le impaniamo (Anna interroga Claudio sull’impanatura, lui dice le passerebbe nell’uovo e nel dado!) passandole nell’uovo e nel pangrattato, schiacciando bene affinchè siano belle impanate, infine le friggiamo in padella nell’olio bollente. Intanto, in un’altra padella, facciamo il soffritto con olio e cipolla tagliata finemente, poi aggiungiamo il guanciale tagliato a dadini, poi aggiungiamo i funghi tagliati a pezzetti, saliamo e facciamo cuocere e verso fine cottura aggiungiamo anche i piselli.

Intanto Annina continua a dare ordini a Claudio che è impacciato e si lamenta ‘mi avevano parlato di coconduzione, non di servizio ad ore‘. In una teglia da forno mettiamo le fette di carne panate e fritte, mettiamo sopra tutto il composto di funghi e piselli e… buon appetito!

Di Antonella si è persa traccia, Lippi raggiunge Gabriele Bonci che oggi prepara la pizza al prosciutto e fichi. Iniziamo dall’impasto con 800 gr di farina bianca, 200 gr di grano, 3,5 gr di lievito secco di birra, 500 gr di acqua e iniziamo ad amalgamare, continuiamo pian piano ad aggiungere acqua fino a metterne altri 300 gr (per un totale di 800 gr) e impastiamo bene, aggiungendo per ultimo il sale (15 gr). Lasciamo riposare dando delle pieghe di rinforzo ogni quarto d’ora fino a quando l’impasto non è asciugato. Poi facciamo lievitare in frigorifero per 24 ore, quindi stendiamo il composto. Mettiamo in una teglia, sopra un goccino di olio e un pizzico di sale e inforniamo a 250° per 15 – 20 minuti. Tagliamo quindi a spicchi la pizza, ci mettiamo sopra i fichi sbucciati e un po’ schiacciati, qualche fetta di prosciutto crudo e …buon appetito!

Dopo la pizza ecco un bel panino, e a prepararlo c’è una new entry, Antonio Sorrentino, il country hamburger. Per prima cosa cuociamo sulla piastra un hamburger di 180 gr (quello classico comperato in macelleria),e quando lo giriamo ci mettiamo sopra una fetta bella spessa di scamorza in modo che si sciolga durante la cottura della carne, prepariamo una maionese leggera mettendo nel frullatore  un uovo, del basilico a pezzetti e dell’olio e frulliamo, prepariamo un carpaccio di melanzane ossia tagliando a fette sottili e per il lungo una melanzana e poi le cuociamo in una padella antiaderente.

Una volta ben grigliate, le mettiamo a pezzetti in una ciotolina e aggiungiamo un pochino di olio e dell’origano fresco. Tostiamo il pane facendolo scaldare in padella, poi iniziamo a comporlo spalmandoci la maionese al basilico, mettiamo della rucola e pomodorini datterini entrambi conditi con l’olio, l’hamburger cotto, il carpaccio di melanzane. Chiudiamo e …buon appetito!

Carlo Cambi è ora in compagnia di un giovane ragazzo, Oscar Zerbinati, 26enne, che a soli sedici anni, da bravo nipote di agricoltori, ha avuto un’ispirazione, ossia in una terra dove c’erano delle barbabietole ha deciso di puntare sulla qualità e non sulla quantità ricavando, da una piantina che può arrivare a produrre fino a 15 frutti, solo tre. Si è quindi specializzato nella coltivazione dei meloni. E rivela dei segreti come quello di annusare sempre i meloni dal picciolo e dà li si capisce se il melone è buono.

Ed ora è il momento del dolce di Sal De Riso, quest’anno assistito da Lorenzo Branchetti. Il giovane attore, infatti, fa l’allievo, ossia assiste i pasticceri di turno nella preparazione dei dolci cercando di imparare e di carpirne qualche segreti. ‘L’anno scorso non hai imparato granchè‘, dice Lippi, Lorenzo prontamente risponde ‘nemmeno tu da Anna prima…‘. Oggi preparano un semifreddo all’italiana.

Iniziamo col fare una base di crema pasticcera mettendo in una ciotola 200 gr di crema pasticcera, 250 gr di polpa di limone frullata, 100 gr di albume con 150 gr di zucchero montati e cotti, mescoliamo il tutto e otteniamo la base del dolce. Lorenzo invece ha il compito di preparare la mousse ghiacciata: mette in una ciotola del frullato di anguria, meringa all’italiana (ossia albume mischiato con lo zucchero), mescola con frusta, aggiunge la panna fresca semimontata e mescolia.

Alla base di  un contenitore mettiamo il semifreddo al melone, aggiungiamo la  mousse ghiacciata, mettiamo sopra una salsa di anguria (preparata facendo rapprendere 300 gr di polpa di anguria con 10 gr di amido e 100 gr di zucchero), aggiungiamo ancora del semifreddo al melone e chiudiamo con del pan di Spagna. Mettiamo il tutto nell’abbattitore di temperatura o nel freezer per qualche ora. Decoriamo il dolce con della gelatina di melone (polpa di melone e amido) glassando tutto il dolce, e guarniamo ai lati con della meringa all’italiana e sopra con della granita di anguria fatta con 500 gr di polpa di anguria e 50 gr di zucchero. Buon appetito!

Infine la gara dei cuochi, che vede tornare Antonella dopo un’ora di assenza e che come ogni sabato vede una sfida tra personaggi vip. Abbiamo nel pomodoro Paolo Zoppolatti con Luigi Di Fiore e nel peperone Riccardo Facchini (al suo esordio nel cast dopo aver vinto Caccia al cuoco) con Sergio Assisi.

Si scontrano quindi il commissario e il maresciallo della fiction ‘Il commissario Nardone‘. Tra caprese in sfoglia oppure strettine alla bottarga e filetto con verdure croccanti, voi, cosa preferite? A dover giudicare è il pubblico in studio, che decreta che a vincere sia la simpatia di Assisi, e quindi il peperone con il 69% di voti.

A lunedì con La prova del cuoco.