La prova del cuoco – Puntata del 21/09/2012 – Caccia al cuoco, Alessandra Spisni,Gianfranco Pascucci, rubrica e ricette.

Grintosa, come ogni giorno d’altronde, Antonella apre la nuova puntata del cooking show di Raiuno, danzando per lo studio sulle note della sigla. Raggiunge il maestro Andrea al pianoforte per i saluti iniziali e qualche battuta, ma il tempo è tiranno, la puntata è pregna e bisogna lanciare una nuova sfida di Caccia al cuoco.

A presentarsi al pubblico ed ai giurati, tentando di proseguire nel torneo, quindi di conquistare il posto disponibile all’interno dello staff dei cuochi, Giorgio Broggini, di Castroccio, Varese, che presenta le frittelle di grana con tagliatelle di verdura e Gianfranco Bruno di Policoro, Matera, che propone il tortello di farina di camut con gamberi rossi e salsa di patate al limone. Ad osservarli e, di conseguenza, a giudicarli la giuria composta da Nicola Santini, Paola Ricas e dal sommelier di puntata Paolo Lauciani.

Antonella si divide tra i due cuochi: scopriamo che il primo ha 37 anni ed è single, mentre l’altro 27 ed è fidanzato da cinque anni. La sua ragazza è tra il pubblico e lo osserva, Antonella gli consiglia di sposarla subito. Spadellando e chiacchierando arriva il momento dei giudizi: Santini bacchetta Giorgio perchè ha trovato nelle sue spiegazioni qualche contraddizione, per cui vota Gianfranco, Lauciani ha trovato tutto perfetto, per la spiccata capacità di comunicare ha preferito Gianfranco, Ricas dice che in quanto a tecnica e gusto sono a pari merito e decide di votare Giorgio. A passare il turno è comunque Gianfranco.

Un’appassionata mazurka introduce Alessandra Spisni, la maestra in cucina, particolarmente agitata per la figlia che, racconta, ha scoperto da poco di essere incinta. Stamattina faceva l’ecografia per scoprire se aspetta un maschietto o una femminuccia. La figlia Stefania è al telefono, Alessandra non sta nella pelle e la figlia la informa che tra qualche mese diventerà nonna di un bel maschietto. Alessandra è emozionata, contentissima, anche se, ammette, avrebbe preferito una femminuccia. La gioia è comunque grande e Alessandra saltella, abbraccia e bacia Antonella. Festeggiamo con delle gustose lasagne alla bolognese. Ecco gli ingredienti.

Si prepara il ragù partendo da un soffritto con strutto, sedano, carota e cipolla, facciamo appassire bene, mettiamo la carne, la sfumiamo con il vino rosso, aggiungiamo la passata di pomodoro, sale e pepe e facciamo cuocere per almeno 3-4 ore. Alessandra si dedica alla sfoglia, impastando le uova con la farina e gli spinaci lessati, strizzati e tritati  Antonella invece si dedica a preparare la besciamella, mettendo a scaldare il latte con il sale e la noce moscata, poi aggiungiamo il roux, preparato in un altro pentolino con il burro fuso e la farina, e si lascia andare fino ad ottenere la besciamella.

Stendiamo la sfoglia che per le lasagne deve essere bella sottile, poi le sbollentiamo nell’acqua salata per pochi secondi e le trasferiamo nell’acqua fredda. Prepariamo la lasagna mettendo in una teglia alla base un pochino di sugo di ragu e iniziamo alternando strati di sfoglia, ragu e besciamella. Spolveriamo con il parmigiano e inforniamo (Alessandra non dice nè per quanto nè a che temperatura). Buon appetito!

Venerdì pesce, ovviamente con Gianfranco Pascucci, che con il pescato odierno propone le linguine aglio olio e pannocchie. Bolliamo la pasta con 8 gr di sale per litro, in una padella mettiamo dell’olio, qualche spicchio di aglio e del peperoncino non troppo forte, appena prende bollore aggiungiamo del prezzemolo spezzettato e sfumiamo, fuori dalla fiamma, con del vino bianco. Aggiungiamo una panocchia pulita, facciamo cuocere qualche minuto, poi a fiamma spenta aggiungiamo la colatura di alici e un po’ di brodo vegetale. Scoliamo la pasta, la mantechiamo nel sugo per un minuto…e buon appetito!

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Ambra Romani con Francesco Saccomandi e nel peperone Paolo Zoppolatti con Patrizia Cava. A giudicare l’ultima sfida tra i concorrenti, sinora in parità, è Paola Ricas che ha cinque punti a disposizione da assegnare, decretando il vincitore che poi va a giocare col tabellone dei piatti.

Preferirà la proposta del pomodoro con il taten di branzino con scarola su salsa di peperoni e cupcakes al cioccolato con spuma di formaggio cremoso o la risposta del peperone con scialatielli alle erbe con zucca e ricotta affumicata e agnello laccato al miele con timo ed erbe aromatiche? Ha apprezzatto tutto, ma è stata letteralmente sedotta dal dolce del pomodoro a cui assegna ben 4 punti, contro 1 del peperone. A vincere è quindi Francesco che avendo totalizzato sei punti, deve aprire sei caselle al tabellone dei piatti e alla fine conquista ben 4.200 €.

A domani con La prova del cuoco.