Linea Blu – Puntata del 22/09/2012 – Viaggio nel santuario dei cetacei.

Sono 19 anni che Lineablu, il programma condotto da Donatella Bianchi con la partecipazione di Fabrizio Gatta, naviga lungo gli 8.000 chilometri di coste della penisola italiana, esplora l’infinito mondo sommerso, ci rende familiari le isole più lontane raccontando storie di mare e di pescatori, dai luoghi più suggestivi del Mediterraneo. L’obiettivo, come sempre, è quello di promuovere la cultura del mare, ponendo grande attenzione ai problemi ambientali, di vita e di lavoro. Grande attenzione viene dedicata alle riprese subacquee per conoscere più da vicino un mondo affascinante, ricco di magia e avventure e ancora quasi sconosciuto. In ogni puntata con il telegiornale del programma vengono diffuse le news più importanti: curiosità,  normative, fatti di cronaca, appuntamenti.

Anche la puntata di oggi ci riserva un viaggio sensazionale: da Punta Escampobariou, vicino alla città francese di Tolone, a Capo Falcone e Capo Ferro, in Sardegna, fino a Chiarone, al confine tra Toscana e Lazio, un triangolo di mare di circa 87.500 km2 che ci ports alla scoperta del santuario dei Cetacei.

I protagonisti: balene, delfini e tutte le altre specie di mammiferi marini che popolano numerosi questa area marina protetta compresa nel territorio francese, monegasco ed italiano.  Con i biologi dell’Ateneo di Siena, l’unico studio a livello internazionale sul censimento delle microplastiche nel Mediterraneo ed i loro effetti sulle balene.  A Giovinazzo, in un caratteristico ristorante, con il prof. Calabrese, preziosi consigli sulla scelta e il consumo del pesce crudo.

Per la rubrica Vita di Mare, realizzata in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Fabrizio Gatta e il prof. Piccinetti si recano alle isole Tremiti per parlare della difficile interazione tra piccola pesca e i limiti di tutela imposti dal Parco Marino.