La prova del cuoco – Puntata del 25/09/2012 – “Anna contro tutte”, Sergio Barzetti, i panini di Christian Milone e…

Sigla ed ecco Antonella, acclamata dal pubblico. La conduttrice, colpita da tanto entusiasmo, sottolinea come in questa trasmissione il buonumore non manchi mai. Si parte con Anna Moroni, alle prese con Anna contro tutte.

A sfidare la petulante cuoca c’è la signora Vanda De Luca da Napoli, che prepara il timballo di bucatini al ragù, Anna, invece, con gli stessi ingredienti fa i mini timpani.  A giudicare la gara ci sono i cuochi di puntata, ossia GianPiero Fava e Lorenzo Santi.

La signora Wanda prepara il ragù napoletano farcendo il pezzo di manzo, che prima sala,con un composto fatto di aglio, uvetta bagnata nell’acqua calda, pinoli, prezzemolo, scaglie di parmigiano; quindi arrotola tutto e forma degli involtini che mette a cuocere in padella insieme alla passata di pomodoro, lascia cuocere per circa 2-3 ore.

Cuoce anche i bucatini, li scola ancora crudi e li mette in una pirofila da forno mettendo alla base il sugo, i bucatini, le melanzane tagliate a fette e fritte, delle fette di provola e mozzarella, spolvera di parmigiano, un pizzico di pepe e inforna a 250° già caldo per 15 minuti.

Anna, invece, prepara il ragù napoletano classico mettendo in una pentola  carota e cipolla tagliati a pezzi, aggiunge poi la carne usando la polpa sia  di manzo che di maiale, una volta rosolata sfuma con il vino rosso, aggiunge la passata di pomodoro e poi fa cuocere per almeno due ore.

Taglia le melanzanea dadini e una parte a fette e le frigge. Prepara poi delle classiche polpette amalgamando in una ciotola del macinato di carne, pane raffermo, 1 uovo, parmigiano, un pochino di noce moscata, prezzemolo, amalgama e forma delle polpette molto piccole che frigge. Cuociamo la pasta, la facciamo raffreddare e la uniamo al sugo che deve essere anch’esso freddo.

Aggiungiamo le melanzane, la provola a pezzetti, amalgamiamo, prendiamo degli sformatini imburrati e spolverati di pane grattugiato, foderiamo lo stampino con le melanzane a fette fritte, poi mettiamo un po’ di pasta, ancora un pezzetto di provola, due polpettine, qualche pezzetto di prosciutto, ancora la pasta, chiudiamo con la melanzana e cuociamo a bagnomaria (per evitare che sotto si brucino) in forno a 200° per circa 15 minuti. E…buon appetito!

I piatti sono pronti, Lorenzo e GianPiero hanno assaggiato e son pronti per votare: 8 – 8 per Wanda, mentre Anna ottiene 9 -9, con GianPiero che, prima di giudicarla, la pizzica con qualche commento pepato, suscitando l’ira di Anna, che chiede di esser valutata e stop. A vincere è quindi Anna, che ora è tutta contenta e va a salutare Wanda, visto che finora non l’aveva quasi considerata.

L’appetito vien mangiando...” le delizie confezionate da Sergio Barzetti, maestro in cucina di oggi. Il cuoco, sempre più apprezzato dal pubblico e dalla conduttrice, quest’oggi ha realizzato, inconsapevolmente, una delle aspirazioni di Antonella: usare la wok (la padella tipica della tradizione cinese). Sergio la userà per preparare il tacchino croccante con zucchine fiammifero.

E’ il modo migliore per far mangiare le verdure ai bambini“, spiega Sergio, introducendo la sua ricetta. Tagliamo a fette il petto di tacchino e lasciamo riposare circa 15 minuti, ma anche di più, in freezer, in modo da tagliarla con facilità. Tagliamo le fette di tacchino a fiammifero. Antonella, intanto, prepara l’impanatura, mettendo in una ciotola 4 cucchiai di farina, 4 di pangrattato e le erbe aromatiche tritate finemente.

Impaniamo i fiammiferi di tacchino con il composto preparato. Mettiamo un po’ d’olio nella wok, che dev’essere preriscaldata, mettete a friggere i fiammiferi di tacchino panati, una foglia d’alloro e del sale. Puliamo e laviamo le zucchine, tagliamo anche queste a fiammifero. Mettiamo in una ciotola e le saliamo, affinché perdano l’acqua di vegetazione. Quindi le strizziamo e le asciugiamo con un foglio di carta da cucina. Infariniamo e friggiamo anche queste, le sgoccioliamo su carta assorbente. Impiattiamo e… buon appetito!

Antonella raggiunge lo gnometto Augusto Tocci, che oggi insegna a fare l’orto, allestendolo sul balcone. Per creare l’orto occorre tenere conto di due fasi importanti: la semina e il trapianto. Facciamo un solchetto con la zappa e nel periodo autunnale possiamo seminare l’insaltina, ad esempio la valerianella, oppure gli spinaci, mettendo i semini dentro la terra e rastrellando per coprirli con la terra. Poi bisogna innaffiare (tutti i giorni generalmente la sera o la mattina presto, sempre se non piove). Alcune piante però non si seminano, come ad esempio quelle di cavolo, e si piantano facendo un buco con il cavicchio.

Le piantine crescono nel giro di un mese, un mese e mezzo circa. Una volta cresciute, mettiamo le foglie di spianci e valerianella in una ciotola, aggiunge qualche pinolo, condisce con un po’ di limone, olio extravergine e un pizzico di sale. Questo per spiegare che gli spinaci van mangiati crudi, per far sì che apportino ferro!

La canzoncina di happy days introduce Christian Milone. E’ quindi tempo di panini. Oggi ce ne propone due nuovi: 1° panino: mozzarella di bufala, peperoni fritti e sott’olio, grana e rucola -prendiamo il pane caldo, tagliamo a metà, oliamo, mettiamo la mozzarella a fettine, i peperoni che sono stati fritti e poi messi sott’olio ed essiccati, un po’ di rucola e delle scaglie di parmigiano. Chiudiamo ed è pronto.  2° panino: ricotta, fichi, prosciutto crudo  e foglie di menta –  tagliamo sempre a metà il pane già riscaldato, oliamo leggermente, spalmiamo la ricotta, mettiamo sopra delle fette di prosciutto crudo, i fichi sbucciati e tagliati a spicchi, delle foglioline di menta. Chiudiamo e…buon appettito!

Infine la gara dei cuochi che vede oggi nel pomodoro GianPiero Fava e nel peperone Lorenzo Santi, accompagnati rispettivamente a Corrado Quaresima e Merilena Giuliante. Oggi i due concorrenti vengono giudicati sulla popolarità e il compito, quindi, spetta al televoto del pubblico. Al di là della simpatia, la platea preferirà i ravioli con pere e pecorino con burro e salvia e torta di baccalà e patate su crema di ceci oppure le sagne e fagioli con lo sbrinz e cordon blue con prosciutto e formaggio e misticanza?

Il pubblico da casa è veramente indeciso in quanto a determinare l’esito della gara è solamente una telefonata di differenza tra le due squadre, ed è quella che assegna la vittoria alla squadra del pomodoro, che quindi vince con il 51%.

A domani con La prova del cuoco.