Ris Roma 3 – I personaggi della nuova serie tra conferme e novità.

La partenza della terza serie di Ris Roma, la fiction prodotta dalla Taodue di Pietro Valsecchi, è fissata per mercoledì 3 ottobre in prima serata su canale5. Sono dieci le puntate (venti episodi) che compongono la serie che nel cast vede molte conferme e qualche novità. Anche in questa stagione i membri del Ris dovranno dare la caccia a Il lupo, che è riuscito a liberare il suo ex complice e, quindi, sta per riformare la sua banda al completo. In attesa delle trame dettagliate, vediamo i personaggi principali della serie.

Daniele Ghirelli (Fabio Troiano) – Il capitano più eccentrico dei carabinieri è diventato un ufficiale affidabile a cui Lucia affida la responsabilità di molte inchieste. Mentre Lucia guida in prima linea la lotta contro la banda del Lupo, sta a lui portare avanti l’attività ordinaria della squadra; anche se la presenza del suo ex-amico Stinco tra i criminali della banda resta una nota dolente che lo tormenta per tutta la serie. Anche la sua vita privata subisce l’aggressione del Lupo, e in particolare la storia con Selvaggia, che era stata sempre un’oasi di allegro disimpegno per Ghiro, viene scompaginata dagli eventi, fino a spegnersi nell’incomprensione reciproca. Un’altra figura femminile irrompe nella sua vita, e lui quasi per dispetto ci si abbandona, senza troppi pensieri; mentre viceversa carica di tensioni e forti emozioni ritorna dal passato una figura fondamentale per capire chi è veramente Daniele Ghirelli.

Lucia Brancato (Euridice Axen) – La vita privata del capitano Brancato è intrecciata più che mai alle sue vicende professionali, e non a caso: il Lupo e la sua banda irrompono violentemente nella quiete casalinga di Lucia, devastando tutto ciò che si trovano tra le mani allo scopo di intimidirla. La prima conseguenza è la crisi della sua relazione con Orlando; la seconda è un progressivo incrinarsi della fiducia dei suoi superiori verso di lei; la terza il bisogno per il nostro capitano, sgomenta per la piega feroce presa dalla follia del Lupo, di cercare conforto nella consulenza di un suo ex-tutor, il prof. Stefano Greco. Lucia finisce in una trappola ben ordita ai suoi danni, subisce l’onta della rimozione dall’incarico, ma riesce infine a tenere con fatica nelle proprie mani la squadra, a spese però del proprio equilibrio emotivo; e le ripercussioni sulla sua vita privata sono continue e, ancora una volta per lei, drammatiche. Alla fine recupera la propria stabilità, dopo aver percorso una strada costellata di piccole sconfitte, e di un grande lutto.

Bartolomeo Dossena (Marco Rossetti) – All’inizio Bart vive un periodo luminoso della sua vita, grazie all’ormai stabile relazione con Eleonora Ravelli. Ma il ritorno del Lupo infrange anche la sua serenità; e come se non bastasse, al termine di una improvvisa sparatoria la morte sembra volerselo portare via. Viene, infatti, ferito gravemente mentre sta repertando all’interno del primo covo della Banda, e resta in fin di vita per alcuni giorni, tenuto in coma farmacologico. Quando, scampato per miracolo alla morte, torna alla realtà, la sua visione del mondo si è radicalmente modificata. È come se fosse venuto alla luce un nuovo Bart, insoddisfatto del suo presente, che sente il bisogno di ritrovare un senso più alto per la sua esistenza. Al punto di arrivare a compiere, in finale di serie, una scelta radicale.

Emiliano Cecchi (Primo Reggiani) – La vita privata di Emiliano subisce in questa serie forti scossoni. La crisi con la moglie Giada sembrava essere ormai alle spalle, grazie anche alla decisione di interrompere la relazione con la sua collega Bianca prima che accadesse il peggio. Invece alla ripresa del racconto la troviamo riacutizzata. E anche il lavoro non è privo di tensioni. Da un lato la carriera di Cecchi all’interno dell’Arma inizia a decollare, grazie a una promozione a tenente che peraltro si fa attendere per tutta la serie, e questo non fa che rinforzare ulteriormente le sue motivazioni per il lavoro e la divisa; ma dall’altro le gesta della Banda lo portano sull’orlo di una grave crisi di fiducia in se stesso. Emiliano assiste infatti in prima persona, del tutto impotente, a due vittorie del Lupo a brevissima distanza l’uno dall’altro, e questo mette in crisi la sue sicurezze lavorative, facendolo sentire in colpa e inadeguato rispetto alle difficoltà della loro missione. Per fortuna il carattere di Emiliano è forte e reattivo, ed è facendo forza su se stesso che riesce a sconfiggere i fantasmi delle sue insicurezze.

Orlando Serra (Simone Gandolfo) – Orlando accarezza il sogno di una vita insieme al suo adorato capitano Lucia, e in breve si ritrova con un pugno di mosche in mano; colpa non solo di una sfortunata sequenza di eventi, ma anche del suo noto carattere suscettibile e fumantino. Anche le sue abilità professionali, sia quelle in campo criminologico che quelle nel campo dello studio della menzogna, vengono messe in discussione, al punto da fargli meditare la ricerca di nuovi lidi; ma poi, quando la sfida contro la Banda entra nella sua fase più spietata, è la sua lucidità a essere di grande aiuto per evitare che tutta la squadra naufraghi, trascinata a fondo proprio da Lucia. Insomma, per Serra in questa serie un viaggio “all’inferno e ritorno”: una dura lezione, fitta di momenti di delusione cocente, che gli lascia la consapevolezza di quanto sia importante ascoltare il cuore prima di parlare con la voce dell’ira.

Bianca Proietti (Lucia Rossi) – Bianca ha perso l’ingenuità con la quale l’avevamo conosciuta l’anno precedente. Appare più smaliziata, temprata dall’esperienza accumulata, e inoltre sicuramente più consapevole dei rischi che il suo lavoro comporta, tanto più che la nuova sfida del Lupo riguarda tutti i Ris, nessuno escluso. Viene ormai impiegata a tutto campo, sia nei repertamenti che nelle situazioni di pericolo, e sarà lei a correre i rischi maggiori nel momento della resa dei conti finale. Quanto alla ricerca dell’anima gemella, la sua dolce avvenenza attira corteggiatori d’ogni genere, non ultimo il poco fortunato tenente Sasso… ma lei ha già deciso a chi donare il suo cuore (e non solo).