La prova del cuoco – Puntata del 12/10/2012 – La ricetta di Alessandra Spisni, Pascucci e la gara.

Alessandra Spisni è la protagonista della brevissima anteprima, in cui la cuoca spiega come insaporire i fagiolini  lessati: basta metterli in padella con burro, sale e noce moscata e alla fine, se vogliamo, mettiamo anche un po’ di parmigiano. Ma ecco che arriva Antonella, sulle note della sigla, raggiunge Andrea al pianoforte, scambia qualche battuta, ricordando l’appuntamento di domani sera con Ti lascio una canzone, saluta il pubblico ed introduce la prima semifinale di Caccia al cuoco. A sfidarsi nelle fasi finali ci sono quattro cuochi, il vincitore del torneo entrerà nel cast fisso del programma.

Oggi vediamo confrontarsi Domenico Sorrentino (Alessandria), che presenta l’involtino croccante di salmone con broccolo romanesco, e Maria De La Paz (Montecchio, Terni), che propone i ravioli ripieni di salsiccia all’arancia con vellutata di finocchi e riccioli fritti al pecorino. A giudicarli, come sempre, Nicola Santini, Paola Ricas e il sommelier in servizio nella puntata di oggi, Luciano Mallozzi. Abbiamo già conosciuto nelle scorse settimane i due cuochi, che si sono raccontati parlando del loro percorso professionale e anche della loro vita privata.

Maria fa notare che le tremano le mani per la sfida, visto chi ha contro e dice che, nel caso dovesse perdere, si porterà a casa il premio di consolazione, ossia Domenico. Lui ribatte, dicendo che nel caso dovesse vincere lei, lo porterà a cena. Maria è soddisfatta, Antonella spera che si formi una nuova coppia. Qualcuno nota che sono distanti, ma Maria è lapidaria: ‘esistono i Frecciarossa’.

E’ il momento dei giudizi: Santini osserva che Domenico è bravo, simpatico e videogenico, Maria bravissima e sorridente, vota Maria perchè crede stupirà ancora di più, Mallozzi vota per originalità e virtuosismo Maria, ma non per demerito di Domenico, Ricas vota per Maria. In finale approda quindi Maria. Antonella però è convinta che Domenico lo rivedrà presto e invita a non pensare male, sta parlando delle cucine del cuoco…

Una scatenata mazurka introduce, come sempre, la simpaticissima cuoca bolognese Alessandra Spisni, anche quest’oggi in compagnia del suo mattarello Luisino. Alessandra, portando in cucina la sua allegria e solarità, prepara i fiori di zucca ripieni di tagliolini al limone. Alessandra prepara la sfoglia per i tagliolini nel classico modo, impastando la farina e le uova, tira la sfolgia molto sottile col suo mattarello, ricava i tagliolini e li cuoce nell’acqua bollente e salata.

Antonella, invece, prepara la salsa mettendo in una padella il burro, l’aglio e il cipollotto, aggiungiamo il succo di un limone intero, un po’ di scorza di limone, sale e pepe e lasciamo cuocere qualche minuto aggiungendo, se necessario, un goccio di acqua di cottura della pasta. Una volta che l’agro del limone è evaporato aggiungiamo un cucchiaio di mascarpone e un goccio di acqua. Scoliamo i tagliolini e li condiamo con la salsa fatta. Puliamo e apriamo i fiori di zucca, mettiamo sopra un bel po’ di parmigiano, li riempiamo con i tagliolini, li chiudiamo, li mettiamo in una teglia, spolveriamo di parmigiano e mettiamo nel forno a gratinare per 10 minuti.  Buon appetito!

Venerdì pesce con Gianfranco Pascucci introdotto dalla canzoncina de ‘La Paranza‘. Ogi ha trovato le mazzancolle e le prepara al cartoccio. Le sgusciamo e le puliamo, togliamo il filettino interno perchè ricco di sabbia, le avvolgiamo nella carta di alluminio aggiungendo sotto delle spezie (ginepro, macis, anice stellato, semi di finocchiella), mentre sopra mettiamo delle erbe aromatiche (aneto, timo, basilico ecc), chiudiamo il cartoccio e inforniamo a 180° per 5 minuti. Le accompagniamo con il riso venere e … buon appetito!

Dopo il gioco della lotteria, che ha visto assegnare 5 mila euro e 8 mila euro, ecco la gara dei cuochi, che vede nel pomodoro Michele Potenza e nel peperone Riccardo Facchini, abbinati rispettivamente a Franco Castello e Francesca Lopez, al loro ultimo giorno di gara. Tagliatelle con erba e castelmagno e faraona arrostita al timo con chips di sedano rapa e fichi caramellati oppure cuore di burrata su vellutata di pomodori datterini e sfoglia di pane e tagin di agnello con prugne e mandorle?

A giudicare i due concorrenti come ogni venerdì c’è Paola Ricas che ha a disposizione cinque punti da assegnare e quindi può anche ribaltare il risultato. Osserva, chiede, assaggia e assegna 3 punti al pomodoro e 2 al peperone. Ha fatto però male i suoi calcoli, perchè lei vorrebbe fosse Franco a vincere, ma avendo già tre punti conquistati durante la settimana a vincere è Francesca che con un totale di cinque punti va al tabellone dei piatti aprendo cinque delle nove caselle, e alla fine non vince nulla visto che all’ultimo apre la casella contenente il perdi tutto e vede i 3.900 euro conquistati fino a quel momento svanire nel nulla.

A domani con La prova del cuoco.