La prova del cuoco – Puntata del 16/10/2012 – Sfide, ricette e rubriche.

Puntuale, a mezzogiorno, la sigla annuncia l’arrivo in studio di Antonella, oltre che l’inizio di una nuova puntata de La prova del cuoco. Saluti e ringraziamenti al pubblico e qualche battuta col maestro Andrea (Antonella che si lamenta del mancato maltempo annunciato  nella Capitale per ieri) sono il preambolo per l’agguerrita sfida del martedì che vede Anna Moroni contro tutte le casalinghe d’Italia.

Oggi, in particolare, la cuoca sfida la signora Giuseppina La Rocca detta Peppa, siciliana doc, che presenta la vera caponata siciliana. Annina, invece, prepara la caponata siciliana secondo la ricetta di una sua amica, Tania, mettendo già le mani avanti, poichè stamattina ha detto ad Antonella: “mamma mia oggi ho una siciliana agguerritissima“.

Peppa prepara il sugo facendo rosolare la cipolla, aggiungendo i pomodori, sale, pepe e basilico e lasciando cuocere. Pulisce le melanzane, le taglia a pezzi e le mette sotto sale a spurgare per quindici minuti e poi le frigge, taglia le cipolle e le cuoce venti minuti con olio extravergine e sale, sbollenta il sedano, aggiunge alle cipolle il sedano, olive precedentemente sbollentate, i capperi,lo zucchero mischiato con l’aceto di vino. Mettiamo in una ciotola le melanzane fritte, aggiungiamo il sugo di pomodoro, mescoliamo, uniamo tutto il condimento agrodolce fatto in padella e amalgamiamo bene.

Anna, invece, taglia a pezzi le melanzane, le mette a bagno in acqua e latte, poi le asciuga e le frigge nell’olio di arachidi, in una padella fa appassire la cipolla tagliata a pezzetti con l’olio, aggiunge la passata di pomodoro, aggiungiamo il sedano sbollentato, olive verdi a pezzetti e sbollentate, i capperi, lascia cuocere qualche minuto, poi alza il fuoco e  aggiunge un cucchiaio di zucchero e 50 gr di aceto, una volta ben evaporato l’aceto aggiungiamo le melanzane fritte, i pinoli, delle mandorle tostate e aggiustiamo di sale. Amalgamiamo bene e serviamo mettendo in fondo al piatto un pochino di polvere di cacao amaro.

Arriviamo al momento dei giudizi: a giudicare la sfida ci sono Ambra Romani e GianPiero Fava. Ambra apprezza l’aggiunta del cacao di Anna, ma sottolinea che quando lei fece la stessa cosa Anna gliene disse di tutti i colori e le ha fatto un cinema che ancora se lo ricorda, Anna smentisce dicendo ricorda male, Antonella chiede di andare a recuperare le cassette delle registrazioni per inchiodare Anna. La signora Peppa, invece, fa un po’ troppo la gradassa.

I due giurati assaggiano e sono pronti per le valutazioni: Peppa ottiene 7 (Ambra) – 9 (GianPiero), Anna ottiene 9 (Ambra) – 7 (GianPiero). Il punteggio quindi è di assoluta parità. Le due, quindi, si sfideranno ancora su un altro piatto. Anna non ci sta e ‘minaccia’ GianPiero di essersi solo vendicato.

L’appetito vien mangiando‘ introduce Sergio Barzetti, il maestro in cucina di oggi che propone  le pipe rigate con zucca, cicoria e uva. Ecco gli ingredienti.

Facciamo bollire l’acqua aggiungendo una foglia di alloro e un goccio di olio, puliamo e tagliuzziamo la cicoria (in alternativa possiamo usare la catalogna), la mettiamo a bollire per dieci secondi(contati proprio) e poi la scoliamo e la passiamo in padella con un goccio di olio e un’acciuga. Nell’acqua di cottura mettiamo ora a cuocere le pipe salando l’acqua.

Tagliamo a metà gli acini di uva togliendo i semi, puliamo e tagliamo la zucca a cubettini, tagliamo a pezzetti la cipolla e la facciamo rosolare in padella con un goccio di olio, aggiungiamo la zucca,una foglia di alloro e lasciamo insaporire, saliamo e copriamo lasciando cuocere dolcemente. Scoliamo la pasta, la mettiamo a mantecare nella padella insieme alla zucca, spolveriamo di parmigiano e impiattiamo mettendo sotto la pasta, sopra la cicoria e gli acini d’uva. E… buon appetito!

Lo gnometto Augusto Tocci ci parla degli straordinari prodotti che i boschi ci regalano in questo periodo: le castagne ed i marroni. Fa un taglio alle castagne (operazione che Augusto tiene a sottolineare chiamarsi castrare le castagne), le fa arrosto e una volta raffreddate e sbucciate le mette in una padella e ci mette un pochino di zucchero e dell’alcool, mescola bene tutto. Con questo sistema di farle un po’ alla flambè, le castagne arrostite vengono eccezionali. Se avanzano  le mettiamo dentro a dei barattoli di vetro e  riempiamo il vasetto con della grappa.

E’ il momento della canzoncina di happy days che introduce Christian Milone ed i suoi panini. 1° panino: wurstel, melanzane e funghi – tagliamo il pane a metà, spalmiamo una salsa fatta con maionese (70%) e ketchup (30%), aggiungiamo delle melanzane sott’olio a filetti, dei funghetti sott’olio, i wurstel tagliati a fettine e grigliati, ancora funghetti e chiudiamo. Antonella ci svela anche che le piacciono tanto i wurstel e precisa non vorrebbe essere interpretata male …

2° panino anatra, gorgonzola, pesto al finocchietto selvatico, pinoli e uvette – tagliamo il pane a metà, spalmiamo del gorgonzola, mettiamo delle fettine di petto di anatra affumicato, spalmiamo sopra del pesto al finocchietto selvatico con uva passa e pinoli tritati, chiudiamo e mangiamo. Antonella non si trattiene e mangia e beve, facendo rosicare il pubblico dietro!

Dopo il gioco della lotteria che ha visto assegnare 5 mila euro e  8 mila euro, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Ambra Romani con Francesco Tanzarella e nel peperone GinaPiero Fava con Maddalisa Zardo. Alici arraganate con origano e cime di rapa e millefoglie con Marsala e fragoline di bosco oppure gnocchi alla sorrentina e filetto di maiale con radicchio?

A dover giudicare, quest’oggi sulla popolarità dei due concorrenti, è il pubblico da casa tramite il televoto. A vincere sia, con il 56% di preferenze, la squadra del pomodoro.

A domani con La prova del cuoco.