La prova del cuoco – Puntata del 17/10/2012 – Chi batterà Parizzi? Le ricette di Moroni, Cambi, Barzetti e…

Sigla, Antonella raggiunge Andrea e Marco al pianoforte e lui leggendo i commenti del pubblico dice  “salutiamo Andrea che sta in ospedale…“, spiega Marco; “starà benissimo“, assicura Antonella, salutando il bambino. Il sorriso della conduttrice è, quindi, per il piccolo Andrea, oltre che per il pubblico e i due concorrenti che, tra poco, sfideranno Marco Parizzi nella gara odierna del torneo Chi batterà lo chef?.

Novità nel meccanismo: se i concorrenti riusciranno a battere lo chef, non solo porteranno via il bottino, ma saranno anche i responsabili della ‘cacciata‘ di Parizzi, che verrà sostituito da un altro cuoco (finalmente!), dalla manche successiva a quella che l’avrà visto perdente e lui invece tornerà ad essere protagonista nella gara dei cuochi. A sfidare Marco, sono fratello e sorella campani: si tratta di Adriano e Marilù, che hanno portato: olio di frittura, menta, melanzana, mozzarella, pesce spatola, zucchine e uova. L’ingrediente a sorpresa deciso da Heinz Beck sono le vongole. Utilizzando questi prodotti gli sfidanti presentano parmigiana del Vesuvio, Marco, invece, propone l’arrosto di pesce spatola con ravioli di melanzane e zucchine trifolate.

Antonella conosce i concorrenti, che si raccontano, parlando della loro passione, trasmessa dai genitori, per la musica e del loro sogno di aprire una scuola di musica popolare. E’ il momento di Heinz di entrare ed assaggiare le due proposte, senza conoscere da chi sono state preparate; il giudice è molto deciso quest’oggi: decreta che a vincere sia il piatto n.1, quello dello chef. “Idea molto bella, ma tutto molto grasso e insipido“, commenta Beck circa il piatto degli sfidanti.

Luisannadai capelli rossi“, maestra in cucina di oggi, tenta di presentare la sua ricetta; tenta, poichè Annina sembra volerglielo impedire, intervenendo nello spazio della cuoca per presentare il nuovo numero della rivista del Cuoco, che la vede campeggiare in copertina. Luisanna propone l’arista di maiale con le mele. Ecco gli ingredienti.

Rosoliamo l’arista in una pentola alta con olio, sale, pepe e le cipolle tagliate finemente, che aggiungiamo dopo qualche minuto. “Il maiale è un animale meraviglioso: ingrassa più di me“, commenta Luisanna. Quando anche la cipolla è rosolata, aggiungiamo due mestoli di brodo, copriamo con il coperchio e lasciamo cuocere per 2 ore. Prepariamo, intanto, le mele. Le sbucciamo, le tagliamo a metà e le mettiamo in padella con un filo d’olio, sale e pepe, facendo abbrustolire le due facce. Una volta cotto, affettiamo l’arista, che serviremo con le mele. Buon appetito!

Mi ha mandato una mail il brasiliano“, rivela Annina, che racconta di aver conosciuto l’uomo “quando eravamo a Rio, questo mi ha fatto gli occhi dolci“. Ed il povero Tonino? “Mio marito era a tavola, non se n’è accorto“. Anna, seguendo le indicazioni di Carlo Cambi, prepara la ricetta anticrisi, ovvero bucatini con guanciale e pecorino. Ecco gli ingredienti.

Mettiamo a rosolare in padella con un goccio di olio del gianciale (o in alternativa anche del prosciutto) tagliato a striscioline, a parte facciamo soffriggere la cipolla tagliata finemente con un goccio di olio, una volta rosolata incorporiamo il guanciale rosolato, facciamo cuocere insieme qualche minuto.

Cuociamo i bucatini, li scoliamo, li mettiamo nella padella con il sugo, aggiungiamo un pochino di acqua di cottura della pasta, mantechiamo, spolveriamo con il pecorino e il grana, aggiustiamo di sale e di pepe, impiattiamo e …buon appetito!

Compagno di danza e di merende“, oltre che maestro in cucina, Sergio Barzetti attende Antonella, che gli fa dono di una corona d’alloro: “mi sono laureato in padellologia“, ironizza il cuoco. Sergio prepara Chicche di patata e erbe su crema al caprino. Ecco gli ingredienti.

Iniziamo con la salsa, che altro non è che una sorta di besciamella, quindi stemperiamo la maizena con un pochino di amido di mais, intanto scaldiamo il latte con una foglia di alloro, lo aromatizziamo con sale e pepe e poi aggiungiamo la maizena in modo che il tutto si addensi. Dividiamo il composto in due parti e in una aggiungiamo lo zafferano, mentre in entrambe un po’ di caprino e amalgamiamo ottenendo due salse.

Prepariamo quindi gli gnocchi, o chicche di patate, lessando le patate, le schiacciamo in una ciotola, una volta fredde aggiungiamo l’erba cipollina, pimpinella, menta e timo tagliatai finemente, aggiungiamo la farina, la fecola, le uova, un pizzico di pepe. Amalgamiamo bene tutto e formiamo poi i gnocchetti. Li cuociamo nell’acqua bollente, salata e profumata con una foglia di alloro, li scoliamo e li condiamo con le due salse fatte e spolveriamo col grana, il tutto mentre Sergio continua a correggere Antonella e lei alla fine sbotta “tua moglie è proprio una santa...”. Buon appetito!

Dopo che con il gioco della lotteria sono stati assegnati 30 mila euro e 8 mila euro, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Cristian Bertol con Francesco Tanzarella  e nel peperone Michele Potenza con Maddalisa Zardo. Entrambi i concorrenti sono ad una vittoria, oggi verranno giudicati da Carlo Cambi, che ha appena pubblicato la sua nuova guida alle osterie italiane dal titolo ‘Mangia rozzo‘  e che è pronto a giudicare la tradizione  dei piatti proposti oggi.

Puccia con bombette tarantine e fagottini con confettura di fichi, noci e zabaione oppure risotto alla zucca con murcallo del Grappa idea di baccalà alla vicentina con radicchio marinato? Sono stati bravissimi entrambi, sottolinea Carlo, dicendo però che nel pomodoro c’era un panino un po’ troppo commerciale, per cui a vincere è la squadra del peperone.

A domani con La prova del cuoco.