La prova del cuoco – Puntata del 18/10/2012 – Ricette e rubriche.

Brevissima anteprima con Natalia Cattelani intenta a consigliare di mescolare sempre il latte quando cuoce, in modo da evitare che salga durante la bollitura, oppure di ungere i bordi della pentola in cui è contenuto il latte. Antonella, come il sottoscritto, pensa già al periodo natalizio che fortunatamente si sta avvicinando, anche se, di questo passo, faremo Natale con il sole e il caldo, sottolinea Antonella.

Qualche battuta e via da Franco Martinetti, pronto a narrare le gesta delle regioni coinvolte in un’altra sfida del campanile italiano. A sfidarsi ci sono sempre i pluripremiati campioni dell’Isola d’Elba (Toscana), rappresentata da due colleghi di lavoro che propongono le polpettine con l’acciugata e pappa al pomodoro e  minestra di ceci con polpo e zucca profumata al rosmarino, e gli sfidanti di Civezzano (Trentino Alto Adige), che presentano gli gnocchi di funghi porcini con funghi finferle e formaggio e involtini di verza con pancetta stufata, patate purea e sedano rapa.

Vediamo, quindi, i concorrenti delle due località intenti nelle loro preparazioni, Antonella che si alterna nelle due cucine per parlare un po’ con loro e per seguire le preparazioni, e Franco che illustra le virtù e gli usi dei prodotti tipici delle zone. Curioso l’aneddoto che Franco racconta sul polpo, un pesce intelligente che è in grado di aprire anche un barattolo contenente il cibo di cui si nutre. Il televoto del pubblico a casa decreta che, ancora una volta, a trionfare sia l’isola d’Elba, con ben il 79% di voti. Settimana prossima però avremo due nuovi sfidanti, essendo i campioni arrivati al limite massimo di cinque vittorie consentito dal regolamento. Torneranno per le finali di maggio.

Ed ora andiamo a   conoscere I segreti dello chef, ovvero i segreti dello chef Andrea Ribaldone, che oggi propone una ricetta classica di stagione, il manzo brasato alla birra con zucca. Ecco gli ingredienti.

Tagliamo la cipolla bianca (perchè meno aggressiva) finemente, la mettiamo a stufare in una padella dal fondo bello pesante con un goccio di olio extravergine, prendiamo la carne che non deve essere molto magra e qui scatta il primo segreto: per ottenere un brasato perfetto prima infariniamo la carne e poi la scottiamo in padella calda con un goccio di olio extravergine. Sigilliamo quindi la carne velocemente e poi la trasferiamo  nella padella dove le cipolle stanno stufando, una volta ben stufato tutto aggiungiamo la birra e qui scatta il secondo segreto: per un brasato perfetto usiamo la birra anzichè il vino rosso, quindi copriamo e facciamo cuocere a fiamma bassa per circa due ore.

Puliamo e tagliamo la zucca a cubetti, la avvolgiamo nella carta stagnola, saliamo leggermente e la cuociamo in forno a 160° – 170° per mezz’ora. I semi invece di buttarli li cuociamo in forno insieme alla zucca, anch’essi solo con un pizzico di sale. Una volta cotto il brasato togliamo la carne, frulliamo il sughino di cottura rimasto in modo da ottenere una salsa morbida, togliamo la zucca dal forno, frulliamo anche quella in modo da ottenere una purea compatta, tagliamo a fette la il brasato e impiattiamo mettendo la purea di zucca, la carne e infine sopra i semi di zucca tostati e dell’alloro sbriciolato. Buon appetito!

La maestra in cucina di oggi è Natalia Cattelani, la mamma per eccellenza, dovendo badare a ben quattro figlie femmine e, per questo, specializzata nelle ricette adatte a tutta la famiglia, dai più grandi ai più piccoli. Oggi ci propone il roll chicken, non prima di aver parlato del suo libro ‘Bambini in festa’, contenente le ricette adatte ai bimbi. Ecco gli ingredienti.

Impastiamo farina, acqua e sale per ottenere la pasta della piadina, prepariamo la salsa mettendo in una ciotola due cucchiai di maionese, due di senape, sale e aceto , amalgamiamo e aggiungiamo le carote e il cavolo tagliati a pezzetti e  mischiamo bene tutto. In un’altra ciotola facciamo marinare il pollo con un pochino di yogurt e poi dopo mezz’ora lo facciamo cuocere in padella con lo yogurt e un pizzico di sale.

Stendiamo la pasta ricavando le piadine e le cuociamo in padella antiaderente. Componiamo la piadina mettendo al centro il composto di verdure, il pollo tagliato a pezzetti, chiudiamo la piadina arrotolandola. La avvolgiamo nella carta stagnola e la conserviamo in frigorifero. Buon appetito!

‘Tutti a tavola’ è la canzoncina che introduce Anna Moroni, pronta anche quest’oggi con le sue lezioni di cucina di base. La cuoca propone vari tipi di pesce al sale. Dapprima gli ingredienti.

Il primo, il più semplice, è quello di gamberi, che puliamo, copriamo col sale, erbe aromatiche a piacere e cuociamo in forno caldissimo a 200° per 10 minuti. Quello che piace più ad Anna è l’orata: mettiamo nel mixer tutte le erbe aromatiche che abbiamo a casa (a piacere), aggiungiamo 4 uova, buccia di un limone, 500 gr di farina e 300 gr di sale grosso e frulliamo il tutto.

Stendiamo la pasta come se fosse una sfoglia, sopra ci mettiamo l’orata che Anna squama, la avvolgiamo nella sfoglia, decoriamo facendo gli occhi con delle olive  e la inforniamo (non viene indicato il tempo e la temperatura). Buon appetito!

Dopo il gioco della lotteria, che ha visto assegnare 5 mila euro e 4 mila euro, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Riccardo Facchini con Francesco Tanzarella e nel peperone  Mauro Improta con Maddalisa Zardo. Cavatelli con carciofi e capocollo e galletto farcito e fritto con cicoria ed erbe aromatiche oppure raviolini di polenta e asiago con ragù e le deliziose napoletane?

A giudicare i due concorrenti c’è Anna Moroni, che oggi, in attesa della sfida finale, valuta la tecnica. Anna trova un po’ di difetti dappertutto, però è conquistata dal dolce che la signora ha confezionato, e quindi assegna la vittoria alla squadra del peperone.

A domani con La prova del cuoco.