Alessandra Amoroso a C’è posta per te 2012

La storia di un regalo“. Le fan di Sandrina intonano le litanie che hanno permesso alla giovane interprete salentina di imporsi sulla scena musicale. “Maria, posso dirti una cosa: ti voglio proprio bene“; Alessandra Amoroso fa il suo ingresso, cullata dalle melodie più dolci, mutuate da ricordi fulgidi ed irrinunciabili. Il pubblico le si stringe attorno, Alessandra resiste temeraria e non lascia scendere una sola lacrima. Valeria porta in grembo, ormai da otto mesi, Asia: “voglio dire a mio marito ciò che non sono riuscita ancora a dire“. La donna, a soli 22 anni, ha dovuto rinunciare alla sua grande passione, la pallavolo. Una massa tumorale al ginocchio, infatti, l’ha costretta ad un ciclo di chemioterapia: “la vita mi aveva dato Massimiliano, ma mi stava togliendo“. “Lui ogni mattina arrivava, con una rosa in mano ed i peluche. La vita mi stava togliendo, ma mi dava lui“. Valeria ha vinto la sua partita, ha costretto la vita a restituirle ciò che, con prepotenza, le aveva strappato. La ragazza, questa sera, intende ringraziare il compagno, al quale deve il suo ritorno alla vita: “avevo un tumore, ma anche la cura per combatterlo: il tuo amore“.

L’amato siede al cospetto delle sue donne. Valeria prende la parola: E’ stata nostra figlia Asia a darmi la forza di scriverti questa lettera“. “Siamo in due a dirti ti amo, io e la nostra piccola Asia“; Alessandra, invece, si limita a rivolgere un complimento al ragazzo: “sei bellissimo…“. L’interprete esibisce un fazzoletto, temendo che il discorsetto di cui sarà l’autrice possa commuoverla: “io dovrei essere una dispensatrice di amore, insegnamenti… ma mi sento piccola vicino a voi: mi avete insegnato cos’è l’amore vero“; finalmente, Alessandra cede all’emozione ed il fazzoletto torna utile… la cantante trascina un carrello colmo di doni per la piccola Asia, tra questi la registrazione di una ninnananna che ha voluto dedicarle: “così ci sarà anch’io, il terzo incomodo!“.

Valeria riprende la parola: “sarai un padre fantastico… Scusami se do per scontato ciò che fai ogni giorno, ogni gesto mi ha portato fin qua, a vedere un futuro insieme…“. I due innamorati si abbracciano; Alessandra, ancora una volta, è la colonna sonora dei momenti più dolci. Canta, con la voce rotta dall’emozione, Arrivi tu. Maria si complimenta: “brava, hai tenuto botta…“.