Ris Roma 3 – Quinta puntata del 31/10/2012 – Anticipazioni.

Quarto appuntamento con la squadra dei Ris di Roma. Il terzo, seguito da 4milioni 216mila spettatori, share del 16,50%, ha mantenuto l’audience che, nelle settimane precedenti, ha decretato il buon esito della messa in onda di questa terza stagione: il poliziesco targato Taodue, infatti, ha confermato la propria leadership nella prima serata del mercoledì, lasciandosi alle spalle la commedia proposta da Rai1, Sposami, ferma a 4milioni 374mila spettatori, share del 16,14%. Questa sera, la quarta puntata. Prima di leggerne la trama, ricordiamo quanto accaduto mercoledì scorso. Bart discute con Eleonora, la sorella di Giordana, perché, a suo giudizio, incapace di difendere quest’ultima. Terracciano, il giornalista, comprende di essere nel mirino della banda e chiede alla Brancato che gli venga affidata una scorta. Ma serve a poco: Terracciano viene ucciso poco dopo. L’uccisione del giornalista porta gli agenti a sospettare che tra loro si nasconda una talpa, si pensa possa essere Emiliano, agente della scorta di Terracciano, che, quindi, viene sospeso. Serra interroga la scorta ed uno dei componenti ammette di aver parlato con un amico della cena alla quale avrebbe partecipato il giornalista. Intanto, Bart ed Emiliano scovano la banda, ma non avendo avvisato i colleghi, sono da soli e, nel covo, Bart viene ucciso.

Nella quarta puntata in onda questa sera, due nuovi episodi. Nel primo, dal titolo In assenza di cadavere, i Ris hanno localizzato il covo della banda del Lupo, ma uno di loro è stato ferito gravemente. Sulla base degli indizi emersi durante l’analisi del covo i Ris riescono a intercettare il progetto di un grande colpo che, nelle intenzioni del Lupo, permetterà al malvivente di sistemarsi definitivamente. Nel secondo dei due episodi, Il proclama, quando emerge che la banda si è procurata dei documenti falsi, i Ris avanzano l’ipotesi che il Lupo voglia lasciare l’Italia. I nostri indagano anche sulla strana morte di un barbone, ucciso in una cabina telefonica mentre tentava di chiamare i Carabinieri.

Nella quinta puntata in onda mercoledì 31 ottobre, alla scadenza dell’ultimatum lanciato dal Lupo in tv, i Ris tentano di anticipare le mosse della banda, che però agisce dove i poliziotti non pensavano potesse arrivare. Inoltre, il ritrovamento di un dito mozzato in un barattolo di caffè porta ad avviare le indagini su un feroce delitto. Nel secondo dei due episodi, i Ris pongono sotto controllo la casa e monitorano gli spostamenti della ragazza di Cenzone, che incontra clandestinamente l’amato. La speranza di Lucia è che, pedinando il nuovo elemento della banda, possano individuare il covo del Lupo. Un altro caso, quello dell’omicidio di un tatuatore di origine messicana, viene risolto grazie ad un attento studio dei tatuaggi impressi sulla pelle della vittima.