Made in Sud, la comicità “meridionale” sbarca su Rai2 con Elisabetta Gregoraci.

La Rai, quest’autunno, ha deciso di tornare ad investire sui giovani cabarettisti, scommettendo su Made in Sud, la risposta meridionale allo Zelig di Milano, in onda da questa sera alle 23.40 su Rai2. La squadra è capitanata da due conduttori “terroni” doc, Gigi e Ross, affiancati da Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoraci.

Il direttore generale della Rai, Gubitosi per rilanciare Rai2, quindi, gioca la carta Gregoraci. Infatti, in attesa di trovare l’anti Santoro, il dg ha preso in mano la situazione, entrando direttamente nelle scelte di programmi e conduttori, e pare abbia deciso di gettare nella mischia la moglie del manager del Billionaire.

Dal resort Mille Stelle di Malindi, Elisabetta spiega il suo ruolo nella trasmissione: “Mostrerò il mio lato ironico, che pochi conoscono, lontano anni luce dall’immagine glamour con cui mi si identifica“. Inoltre, la soubrette racconta in che modo sia stata scelta dalla Rai dei tecnici: “Quando ho saputo del progetto mi sono informata per fare un provino, ho improvvisato senza copione e mi hanno presa“.

Pochi giorni fa, però, Francesca Cipriani, intervistata da Selvaggia Lucarelli e Alessandro Lippi durante la trasmissione radiofonica “La fine del mondo” di M2O, ha rivelato che avrebbe dovuto prenderlo lei quel posto, nello show e scagliandosi contro Lady Briatore, l’ha definita “raccomandata“:

Dovevo essere la conduttrice di Made in Sud su Rai 2, era una cosa fatta e all’ultimo la Gregoraci mi ha soffiato il posto. E’ chiaro che Briatore l’ha raccomandata. Lei non è comica e non la vedo adatta a un programma così. Io ho grinta e volontà e non mi piace essere presa in giro ai casting. Avevo fatto il provino, cercavano una conduttrice bionda, occhi azzurri, formosa e comica. Quel programma era fatto a pennello su di me e all’ultimo come al solito mi ritrovo disoccupataHanno preso la Gregoraci che è mora e per niente formosa.

Ma la formosa showgirl, dopo la delusione, cerca di andare avanti e lo fa lanciando la sua candidatura alla conduzione di Sanremo: “Questa è l’Italia e sono molto demoralizzata, ma mi propongo a Fazio per Sanremo“.

Tornando al programma, Made in Sud segue la tradizione dei programmi di cabaret live, ma con una novità: gli artisti provengono tutti dal centro-sud e si sono formati al teatro Tam, storico locale di cabaret napoletano. Attorno a questo locale negli anni si è consolidato un movimento di giovani comici “meridionali”, facendone un laboratorio di comicità e un punto di riferimento per gli artisti del centro-sud, proprio come accadde a Milano negli anni ’80 con lo Zelig.

Nel cast anche il Prof. Enzo Fischetti, che traduce le battute troppo terrone, interrompendo con uno strumento innovativo: il “Terronometro”. Tra i personaggi: la parodia di Nino d’Angelo, Michael Buble, una coppia in crisi di astinenza da Facebook, il cantautore pazzo Gino Fastidio, San Gennaro, una vecchia e nostalgica banconota da mille lire.

Il programma è di Paolo Mariconda, Nando Mormone e Stefano Sarcinelli, scritto con Gianluca Belardi, Paolo Caiazzo, Nello Iorio, Angelo Venezia. “Made in Sud” è un programma di Rai2 realizzato da Rai Intrattenimento in collaborazione con Real Management. La regia è di Sergio Colabona.