La prova del cuoco – Puntata del 12/11/2012 – Le follie di Andrea Mainardi, le golosità di Anna Moroni…

Vedi cosa dicono le signore? Che sono magra!“; Antonella, entusiasta per i commenti benevoli delle signore in studio, raggiunge Andrea e Marco, snocciolando un argomento di cui essere, oltre che entusiasti, “orgogliosi“: grazie a La prova del cuoco ed a Ti lascio una canzone, quindi grazie all’attenzione del pubblico che segue gli show condotti dalla nostra conduttrice, sono stati raccolti oltre 800mila euro per l’Airc.

Si parte con il cooking show di Andrea Mainardi. Il Gangnam Style introduce quel diavolaccio di un cuoco; Antonella coglie l’occasione per raccontare ai telespettatori la sua recente scoperta: la Borra Style, di cui venerdì vi abbiamo fornito il video.

Con Mainardi la pizzaiola va in America! Veniamo al procedimento: mettiamo in padella un filo d’olio, le acciughe, le olive, i capperi, uno spicchio di aglio in camicia ed i pelati. Lasciamo cuocere per circa 20 minuti, quindi frulliamo. Tagliamo la carne a cubetti, la mettiamo dentro ad un barattolo di vetro e versiamo sopra la salsa ottenuta.  Chiudiamo il barattolo e facciamo cuocere a bagnomaria per 1 ora. Tostiamo una fetta di pane, meglio se di Altamura o pugliese, con un filo d’olio.

Per le mozzarelle ripiene, mettiamo l’acqua della mozzarella in un pentolino e la portiamo ad ebollizione. Immergiamo le mozzarelle e, dopo pochi minuti, otteniamo una pasta filante che farciremo con un impasto di capperi, olive, pomodori secchi, acciughe. Ricreiamo la mozzarellina e la tuffiamo in acqua e ghiaccio. Componiamo il piatto, mettendo sopra la bruschetta di pane la carne col sugo e le mozzarelle. Decoriamo con basilico ed origano.

Da uno show ad un altro, quello del gradito ritorno delle sorelle Landra“; le Kessler de noantri, Margherita e Laura Landra, si scatenano sulle note del celeberrimo Dadaumpa, prima di cimentarsi nella preparazione di un ricetta “facile e veloce“, quella dei bauletti di tacchino ai funghi. Ecco gli ingredienti.

La prima preoccupazione di Antonella è di informarsi sulle condizioni climatiche della regione di provenienza delle due sorelle milanesi: anche al Nord fa ancora caldo ed Antonella si dispera, “voglio l’autunno!“. Prendiamo la fesa di tacchino e la sbattiamo, in modo da assottigliarla. Per il contorno, prepariamo un “mischione” con prezzemolo, parmigiano e noci. Quindi farciamo il tacchino e chiudiamo i filetti con degli stuzzicadenti, formando dei fagottini. Sbollentiamo la zucca ed il cavolo, quindi li saltiamo in padella. Rosoliamo i fagottini di tacchino in padella, con un filo d’olio ed un pizzico di sale sfumando, infine, con lo zibibbo.

Affettiamo i funghi… Antonella si mostra interessata alla ricetta, a tal punto da raccontare che, ieri, ha passato il pomeriggio a poltrire sul divano, in compagnia di un classico di Hollywood, Un posto al sole. Tolti i fagottini dalla padella, passiamo i funghi nel “puccino” della carne per qualche minuto. Quindi componiamo il piatto, disponendo i bauletti di tacchino su un letto di zucca e cavoli, con sopra un cascata di funghi. Il piatto è servito. Buon appetito!

Antonella corre dalla sua Annina, spinta da un certo entusiasmo, giacché il piatto che propone quest’oggi è un dolce golosissimo: il ciambellone fantastico. Ecco gli ingredienti.

Preparazione “a prova di scimmia“: buttiamo tutto nel mixer, in ordine, uova, zucchero, limoncello, acqua, mais, farina e lievito ed un pizzico di sale. Imburriamo una teglia da ciambellone. Antonella, intanto, giustifica la sua presenza, affettando le mele, che bagneremo con qualche goccia di limone per evitare che anneriscano.

Trasferiamo l’impasto nello stampo, disponiamo sulla superficie le fettine di mele e la granella di nocciole unita allo zucchero di canna. Inforniamo a 180° per 1 ora. “Rimane anche una settimana morbido“, assicura Annina, Antonella, invece, commenta scettica: “a casa mia neanche un giorno...”. Buon appetito!

La pasticceria è finita: Casa Clerici!“. Antonella ricorda l’uscita del nuovo libro, edito da Mondadori, che avverrà domani. Quest’oggi, però, attingiamo ancora dal vecchio libro, Le ricette di casa Clerici 2, proponendone una ricetta, quella dei ravioli al gratin. Ecco gli ingredienti.

Ci portiamo avanti, mettendo a cuocere i ravioli in acqua bollente e salata. Tritiamo le foglie di salvia. Uniamo la ricotta alla salvia, il grana grattugiato, saliamo, pepiamo ed aggiungiamo la besciamella ed il latte. Nel caso in cui la besciamella fosse già abbastanza morbida, potete evitare l’aggiunta del latte.

Quindi, condiamo i ravioli con il composto ottenuto, aggiungiamo le noci e trasferiamo il tutto in una pirofila imburrata e cospargiamo la superficie con parmigiano e pangrattato. Cuociamo in forno preriscaldato a 200°, per 15 minuti. Un primo golosissimo. Buon appetito.

Dopo il gioco della lotteria che vede assegnare 8 mila euro e 4 mila euro, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Ambra Romani e nel peperone Maria De La Paz abbinati rispettivamente ai due nuovi concorrenti di questa settimana che sono Valdimira Antoniozzi e Chiara Bonfanti.

Gnocchi alla romana con pomodori e verdure croccanti e zuppa inglese al caffè e amaretti oppure frittelle di zucca con crema di caprino e caus peruviane? Il primo giudizio della settimana, come sempre, riguarda l’immagine dei due concorrenti e spetta a Nicola Santini che, sfruttando il detto che non esiste una seconda occasione per dare una buona impressione, ha notato eleganza, sorriso e presenza di scena in Chiara; sobrietà, entusiasmo e precisione in Miriam. E decide di premiare l’ingrediente segreto, la dolcezza, che ha trovato in Miriam e quindi nel pomdoro. Infine l’estrazione del biglietto della lotteria che vince 100mila euro.

A domani con La prova del cuoco.