Ris Roma 3 – Ottava puntata del 21/11/2012 – Anticipazioni.

Settimo appuntamento con la squadra dei Ris di Roma. Il sesto, seguito da 3milioni 666mila spettatori, share del 13,52%, ha fatto registrare una crescita, seppur contenuta, negli ascolti, che, però, non consente di esultare, giacchè nella stessa serata, Rai1 registrava il 17,72% di share, con oltre 5milioni di telespettatori, trasmettendo la pellicola Maschi contro Femmine, e Italia1 faceva il pieno (3milioni 746mila spettatori) con Juventus – Nordsjaelland. Come per Distretto di polizia, sembra che la rete voglia limitarsi ad assistere inerme allo spegnersi di un’altra creatura Taodue. D’altronde, otto stagioni, se comprendiamo nel nostro calcolo le cinque stagioni ambientate a Parma, possono bastare e, forse, un ricambio dei titoli proposti gioverà all’ammiraglia Mediaset, che deve puntare a fornire nuovi motivi di interesse agli spettatori, altrimenti conquistati da una miriade di proposte. Questa sera, la settima puntata di Ris Roma. Ve ne anticipiamo la trama.

Nella settima puntata in onda questa sera, due nuovi episodi. Nel primo, dal titolo Riscatto del capitano, il capitano Lucia Brancato è sul banco degli accusati: la Banda ha ordito una trappola per farla incriminare per l’omicidio di Riccardo Vanni. Tutte le tracce trovare dai Ris sulla scena del crimine, sapientemente architettate, sembrano dimostrare la colpevolezza di Lucia, che viene sospesa dal servizio. Nel secondo dei due episodi, Salvate Lara!, dopo aver scoperto che Greco aveva fatto la spia per conto della Banda, parte una corsa contro il tempo per salvarne la figlia, Lara, tenuta prigioniera dalla Banda.

Nell’ottava puntata in onda mercoledì 21 novembre, l’episodio dal titolo Indentità segreta. Il blitz organizzato dai Ris ha dato i suoi frutti: la figlia di Greco è stata liberata: ora, la ragazza collabora alle indagini ed informa gli agenti dell’intenzione del suo carceriere, Gerry, di porre fine alle violenze della Banda. I Ris, di conseguenza, tentano di rintracciare l’uomo per convincerlo a collaborare. Nel frattempo, il Lupo intende farsi visitare da un medico per via dei suoi disturbi fisici, sempre più invasivi. Il caso al centro della puntata, invece, riguarda la doppia vita di un uomo trovato morto nella piscina di una villa.

Nel secondo dei due episodi, dal titolo L’ho scritto io, la banda del Lupo entra in possesso, nel corso di una rapina, di congegni elettronici, per cui i Ris pensano che il criminale stia preparando un colpo che gli permetta di lasciare il Paese da vincitore. Gli agenti riescono a mettere sotto scacco il Lupo, attaccandolo nel suo punto debole: il fratello Gerry. Una serie di delitti ricalcano le creazioni di un famoso scrittore di gialli: si tratta di un pericoloso emulatore o…?