La prova del cuoco – Puntata del 17/11/2012 – Veronica Maya ai fornelli.

Breve anteprima con Anna Moroni, che quest’oggi spiega come preparare la confettura di cipolle. Prendiamo delle cipolle, possibilmente di Tropea, le tagliamo a fettine sottili, le mettiamo  in un tegame di coccio con del burro fuso e le facciamo cuocere a fuoco lento per molto tempo, sfumiamo con il vino rosso e, quando si sono sciolte, mettiamo un po’ di  miele e di menta.

Acclamata dal pubblico, Antonella raggiunge Andrea al pianoforte, dove trova anche Claudio Lippi, a cui affida le redini del programma per la prima ora. A Claudio, quindi, tocca raggiungere Anna Moroni, già pronta, dopo aver danzato sulle note di Domenica è sempre domenica, a proporre la sua ricetta della domenica. Lavati le mani e togliti la giacca“, perchè bisogna lavorare duramente, visto che facciamo uno sformato di patate e verdure autunnali, non prima, però, di aver dato il suo regalino del sabato a Claudio, che questa volta sono i peperoncini che Anna gli ha messo “nel vasetto più bello che avevo a casa”.

Lessiamo le patate e le schiacciamo in un pentolino, aggiungiamo un bicchiere di latte, accendiamo il fuoco, aggiungiamo il burro e prepariamo il classico purè di patate aggiungendo anche il formaggio grana e un uovo intero. Lessiamo i cavolfiori con le carote entrambi tagliati a pezzetti, saltiamo in padella la zucca tagliata a cubetti con un po’ di cipolla tagliata finemente e un goccio di olio e una volta rosolarta bene aggiungiamo le olive taggiasche amalgamanndo bene.

In una ciotola sbattiamo due uova e aggiungiamo la panna, il prezzemolo, ci mettiamo dentro i cavolfiori e le carote sbollentate e amalgamiamo tutto. Imburriamo e spolveriamo di pangrattato una pirofila da forno (meglio uno stampo come quello da pluncake), mettiamo bene nei bordi il purè che deve essere ben raffreddato, versiamo parte del composto di zucca, schiacciamo bene, aggiungiamo il composto di carote e cavolfiori, ancora uno strato di composto di zucca e olive.

Schiacciamo bene, copriamo con la carta stagnola e mettiamo a cuocere in forno a bagnomaria a 180° per 40 minuti, poi togliamo la carta stagnola e facciamo cuocere ancora per 20 minuti. Lo capovolgiamo nel piatto, guarniamo con del prezzemolo e…buon appetito!

Ed ora è il momento di ballare il ciupy ciu che introduce Lorenzo Branchetti e le sue merende,  ovvero dei bicchierini di castagne con il cioccolato. Lessiamo delle castagne, le sbucciamo e una volta raffreddate le frulliamo nel mixer, intanto inn un pentolino sciogliamo  150 gr di cioccolato fondente con 150 gr di burro. Mettiamo in una ciotola la polvere di castagne frullate,, aggiungiamo la crema di cioccolato fatta, aggiungiamo 130 gr di zucchero di canna, una bustina di vanillina e amalgamiamo il tutto.

Sal interviene, sostenendo che si può fare anche senza la vanillina e se si vuole il composto più cremoso possiamo aggiungerci un po’ di latte. Riempiamo dei bicchierini con questo composto, mettiamo in frigorifero, infine decoriamo con della panna, una castagna intera lessa e della granella di cioccolato. Buona merenda!

Il re della pizza Gabriele Bonci, oggi in compagnia del mugnaio Fulvio Marino, prepara la pizza con il pane saraceno.

Per l’impasto usiamo della farina di farro e il grano saraceno, mettiamo l’acqua, il lievito e impastiamo (le dosi sono le solite viste molte volte), il sale, facciamo lievitare, stendiamo l’impasto con l’aiuto del grano saraceno,  mettiamo sun una teglia, un pizzico di sale e inforniamo. A tre quarti di cottura aggiungiamo sopra delle fette molto sottili di toma piemontese. Una volta cotta mettiamo sopra  della verza stufata in padella con aglio e rosmarino e delle fettine di speck. Buon appetito!

Per la rubrica de “L’Italia che ci piace”, il giornalista e  gastronomo Carlo Cambi ospita Salvatore Pulimeno, giovane allevatore di ovini e caprini della provincia di Lecce che sta mettendo a punto, in collaborazione con l’Università di Bari, un prodotto innovativo: la mozzarella di latte caprino  particolarmente indicata per le persone intolleranti al lattosio. Carlo con  la mozzarella di capra prepara un involtino con delle acciughe e mozzarella di capra avvolte in foglia di alloro e limone semplicemente scottate in padella, per ottenere dei profumi mediterranei.

Il pasticcere Sal De Riso ci presenta un dolce storico campano, che prima si faceva nel periodo pasquale, ma che ora viene prodotto in ogni giorno dell’anno, si tratta della pastiera napoletana, che Sal rivisita presentando la pastiera al cioccolato. Iniziamo dall’impasto classico per la pastiera, mettendo in una ciotola 100 gr di ricotta, 50 gr di zucchero e la vaniglia e facciamo mantecare il tutto amalgamando con la frusta elettrica, aggiungiamo 100 gr di crema pasticcera, continuiamo a frullare e aggiungiamo 150 gr di grano cotto (messo a bagno la sera prima e poi cotto fino a quando non si è asciugata bene l’acqua), 3 uova intere, amalgamiamo tutto e uniamo 125 gr di cioccolato fondente al 70% che abbiamo fuso e emulsionato con 125 gr di latte caldo, continuiamo a miscelare con la frusta elettrica, uniamo dei cubetti di arancia candita, continuiamo ad amalgamare, un pochino di fior di arancio (un succo), un pizzico di cannella, un po’ di panna liquida e amalgamiamo bene tutto.

Prepariamo poi la pasta frolla, possiamo usarne una qualsiasi una normale o come ha fatto Sal alle mandorle amalgamando 1 kg di farina, 600 gr di burro, 400 gr di zucchero, 6 tuorli di uova, 1 uovo intero, bacca di vaniglia, scorza di limone grattugiata), stendiamo la frolla in una tortiera, mettiamo sopra tutto il composto fatto, terminiamo decorando sopra con delle striscioline di frolla, inforniamo a 170° per 40 – 45 minuti. Infine la decoriamo con della panna montata, cioccolato fuso e arancia candita. Spolveriamo di zucchero a velo e…buon appetito!

Infine il ritorno di Antonella per la gara dei cuochi, come ogni sabato, con la partecipazione di personaggi famosi in veste di concorrenti speciali. Abbiamo nel pomodoro Veronica Maya con Marco Parizzi e nel peperone Enrica Bonaccorti con Ivano Ricchebono.

Parmigiana di zucchine alla menta e filetto di orata con sale al finocchietto e maionese ai pomodori oppure trofie al pesto e medaglioli di vitello farciti al prosciutto crudo e cannellini? Si ride e si scherza con Veronica ed Enrica, che parlano della loro carriera, ma anche della vita privata. Veronica ricorda che la settimana prossima ci sarà lo Zecchino d’oro e vediamo anche un filmato di diversi anni fa dove c’era anche Antonella a cantare. Simbolicamente, il pubblico in studio, decreta che a vincere sia, con il 56% di preferenze, la squadra del peperone.

A lunedì con La prova del cuoco.