La prova del cuoco – Puntata del 19/11/2012 – Il dolce di Annina, Palma D’Onofrio e…

Oggi sono cotta!“, confessa Antonella, provata dalle fatiche catodiche: “sabato è stata dura, anche perchè veniamo da 11 puntate… Sono molto contenta, ma la strada è lunga”. D’altronde, osserva la conduttrice, sottolineando l’arditezza del suo impegno con la prima rete: “cambiano i conduttori, ma io sono sempre lì, Antonella contro tutti“. Ora, però, a sfidarsi, anzichè i conduttori, sono il diavolo e l’acqua santa, rappresentati da Andrea Mainardi e Suor Stella. Quest’ultima propone degli gnocchi di pane e feta, ma ricorda che c’è un “pane che nutre il cuore e l’anima: la Parola di Dio, l’amore per il prossimo“.

Suor Stella mette il pane raffermo a bagno nel latte, poi lo strizza e ci aggiunge un uovo e del grana grattugiato, amalgama bene e forma gli gnocchi, che mette a bollire e condisce con del burro fuso, grattugiandoci sopra la feta. Un piatto buono ma brutto da vedersi, tanto che Antonella, che dice sempre quello che pensa, lo paragona alla pappa del suo cane Oliver. Andrea, invece, propone i cannoli salati ripieni di grana e feta.

Prende il pane da toast, toglie i bordi, lo sfoglia tirandolo bello sottile, e lo avvolge a degli stampi da cannoli, mette in una teglia antiaderente e inforna a 160° per 7 – 8 minuti. Mette a scaldare 500 gr di panna, con 60 gr di grana grattugiato e  4 tuorli, fa sciogliere bene il tutto, poi aggiunge due fogli di colla di pesce ammollati nell’acqua fredda. Fa raffreddare il tutto nel frigorifero e con il composto riempie i cannoli.

Col frullatore ad immersione prepara una salsa, frullando della barbabietola con un goccio di olio e un pizzico di sale. Serve i cannoli su un letto di salsa e decora con basilico e pezzetti di barbabietola. Il pubblico in studio decreta che a prevalere sia il diavolo, quindi Andrea.

La mia maestra in cucina Palmina D’Onofrio!“, con ingiustificato entusiasmo, Antonella introduce la simpaticissima (?!) Palma D’Onofrio, che si dice stanca e provata da un ‘lutto’: “il punteruolo rosso ha abbattuto la mia palma“; beh va beh… La cuoca ha scelto di cercare consolazione in un delizioso polpettone variegato al cartoccio. Ecco gli ingredienti.

Amalgamiamo il macinato di carne con le fette di pancarrè sbriciolate, un po’ di latte ed il parmigiano grattugiato. Sbollentiamo le foglie di bietola, che mettiamo ad asciugare tra due canovacci. Arrostiamo i pomodori in forno, li puliamo e ricaviamo delle falde. Ci occupiamo anche di tagliare le carote a julienne. Sfibriamo il sedano, tagliandolo nella stessa forma, quindi a julienne, delle carote. “Lei dev’essere tutta perfettina!“, commenta Antonella, impegnata ad assistere la cuoca nella preparazione di mille ingredienti. Palma, intanto, ci informa sulle vicissitudini dei figli, presi dall’università e dalle fidanzate.

Mettiamo a cuocere in acqua bollente carote, porro e sedano. Passiamo le verdure lesse in padella, con un filo d’olio, zucchero di canna  ed aceto. Su un foglio di carta da forno, disponiamo le foglie di bietola e le falde di peperone. Sopra, disponiamo la carne, che modelliamo a forma di polpettone. Avvolgiamo la carne con le foglie, aiutandoci con la carta forno, ed inforniamo per 45 minuti a 180°. Prepariamo una salsa con lo yogurt, la buccia del limone e delle foglie di sedano. Sforniamo il polpettone e lo lasciamo riposare per circa mezz’ora. Quindi, serviamo su un letto di verdure in agrodolce e la salsa allo yogurt. Buon appetito!

E’ il momento di Anna Moroni e della sua piccola pasticceria casalinga. Antonella è molto felice, perchè oggi la cuoca ripropone i biscotti di cui, sovente, si abbuffa insieme alla piccola Maelle, si tratta dei biscottini ai cereali. Ecco gli ingredienti.


Prima di tutto frulliamo nel mixer i fiocchi, sia quelli di orzo che di pioppo, poi aggiungiamo il burro, due uova, aggiungiamo le farine, il mais, lo zucchero di canna, il malto, aggiungiamo anche una bustina di lievito per dolci, un cucchiaino di ammoniaca per dolci e un pizzico di sale e frulliamo amalgamando il tutto.

In alternativa si può impastare tutto anche a mano. Una volta fatto l’impasto lo mettiamo sulla spianatoia e lo amalgamiamo ancora bene con le mani girandolo diverse volte. Lo stendiamo aiutandoci con un po’ di farina, formiamo i biscotti dando forme a piacere, li mettiamo su una placca foderata con carta forno e inforniamo 180° forno già caldo per 15 – 20 minuti e… buon appetito!

Tocca ad Antonella dare prova della sua abilità in cucina, i fornelli di Casa Clerici sono a sua disposizione. Quest’oggi propone una ricetta che ha inserito nel suo ultimo libro, Le ricette della prova del cuoco, specificando, per chi lo ha acquistato, che si trova a pag. 277. Si tratta dei conchiglioni ripieni di squacquerone e mortadella. Ecco gli ingredienti.


Per prima cosa mettiamo a cuocere i conchiglioni, intanto in una ciotola schicciamo le patate che prima lessiamo, aggiungiamo lo squacquerone tagliato a pezzetti, la mortadella tagliata a piccoli cubetti e amalgamiamo il tutto salando e pepando anche a piacere.

Scoliamo i conchiglioni, li riempiamo con il composto fatto, li mettiamo in una teglia, spolveriamo sopra col pangrattato e li mettiamo a gratinare per 10 – 15 minuti nel forno già caldo a 180°. Se non si desiderano secchi ma più morbidi sopra ci aggiungiamo, prima di infornarli, un pochino di panna sopra. Buon appetito!

Dopo il gioco della lotteria che assegna 5 mila euro e 8 mila euro, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Simone Loi e nel peperone Mauro Improta abbinati ai due nuovi concorrenti della settimana che stavolta sono Massimo Manente e Silvia Bertoncini.  Pappardelle con zucca e faraona in raschera e faraona con lardo e insalata di cavolo rosso oppure scarpinocci (ossia ravioli ripieni) con salsa di carciofi e cafù con mozzarella filante?

Giudice della gara, che deve valutare la personalità dei due concorrenti, è Nicola Santini che osserva come la concorrente metta le mani ‘in pasta’ ossia in cucina esibendo un bel gioiello al dito. Nicola non ha dubbi perchè trova che l’ingrediente segreto di oggi sia la capacità dei concorrenti di intrattenere ed è quello che Massimo ha fatto alla perfezione, per cui a vincere è la squadra del pomodoro.  Infine l’estrazione del biglietto della lotteria che vince 100 mila euro, ossia il biglietto E 116077

A domani con La prova del cuoco.