I menù di Benedetta – Puntata del 23/11/2012 – Le ricette del menu lombardo.

Menù lombardo“, nella puntata del 23 novembre. “Buongiorno a tutti, benvenuti, oggi facciamo un menu con cui non ci allontaniamo tanto eh perchè facciamo il menu lombardo, quindi giriamo un po’ per la provincia di Milano, incominciamo con gli sciatt che sono come delle palline di formaggio fritte e viene un esperto a farlo, poi facciamo il risotto alla milanese, quello classico fatto con il midollo…e lo facciamo insieme ad Alessandra Faiella, … poi facciamo i rustin negà che sono degli arrostini di nodini di vitello con dentro la pancetta… e il dolce che sarà la crema lodigiana con lingue di gatto però al cioccolato”, e allora mettiamoci a cucinare!

“Goloso“, “salutare“, “veloce“: Benedetta Parodi torna ad attingere al glossario gastronomico della lingua italiana, riconoscendo nei tre termini sopra riportati gli aggettivi più adatti a definire le pietanze che affollano la sua tavola. La cuoca piemontese torna a proporre delle ‘ricettine‘ da leccarsi le dita nella seconda stagione de I menù di Benedetta, in onda dal lunedì al venerdì, alle 18:20, su La7. UnDueTre.com rinnova l’impegno assunto con i lettori lo scorso anno e torna a documentarvi le ‘appetitose follie‘ di cui Benedetta è capace. Vi proponiamo ingredienti e procedimento che vi aiuteranno nella preparazione di invitanti rustin negà, un classico risotto alla milanese,  una  tradizionali sciatt,  una gustosa crema lodigiana con lingue di gatto.

Inizio dai rustin negà.

Farciamo i nodini con la pancetta, li arrotoliamo, li chiudiamo con lo spago. In una padella facciamo un soffritto con olio, un battuto di pancetta, infariniamo gli arrostini, li facciamo rosolare, sfumiamo con il vino, saliamo, aggiungiamo rosmarino e salvia , un po’ di brodo e facciamo cuocere un’ora.

Continuiamo con un classico risotto alla milanese.

Rosoliamo la cipolla nel burro, aggiungiamo il midollo, facciamo sciogliere, aggiungiamo il riso, lo facciamo tostare, sfumiamo con il vino, aggiungiamo il brodo e facciamo cuocere, prima di ultimare la cottura uniamo lo zafferano stemperato nel brodo e mantechiamo a fuoco spento con burro e parmigiano.

Proseguiamo con i sciatt.

Mescoliamo le farine, le impastiamo con la grappa, la birra, il sale e l’acqua gasata, tuffiamo il formaggio tagliato a dadini nella pastella, friggiamo gli sciatt e li serviamo su un’insalatina.

Concludiamo con la crema lodigiana con lingue di gatto.

Per la crema mescoliamo i tuorli d’uovo con lo zucchero, aggiungiamo il brandy e il mascarpone, gli albumi montati a neve, un pizzico di sale e amalgamiamo tutto. Per i biscotti impastiamo l’uovo con burro, zucchero, farina, cacao e sale, con il cucchiaio formiamo delle piccole righettine su una teglia foderata con carta forno e cuociamo in forno per 5 minuti.