Magazine – Fiction Mediaset: in cantiere “Furore” e “Che fine ha fatto Lara?”; L'”XXX Factor” di Rocco Siffredi; la “paraculaggine” di De Sica; le beghe di Marano.

  • Rocco Siffredi gira “XXX – Factor” con la sosia di Arisa – Spettacolo da TgCom24

La mania dei talent ha contagiato anche il re dell’hard Rocco Siffredi che, sulla sua pagina Facebook, annuncia il suo nuovo show“XXX – Factor“, una versione vietata ai minori del famoso format. Al suo fianco la sosia super-hot di Arisa, con tanto di occhiali e décolleté in bella vista. “Ve la ricordate? Lì faceva parte della vostra giuria, quella con gli occhialini” commenta Siffredi, descrivendo poi i diversi “fattori” della ragazza.
  • La ‘competenza’ di De Sica, nel racconto della Goggi  – da Tv Sorrisi e Canzoni

Loretta Goggi: “Darei a tutti 10. La simpatia e la spontaneità di Christian De Sica sono impagabili. Dobbiamo stare attenti perché a microfoni spenti facciamo commenti assurdi. A volte capita che la cantante da imitare sia per lui una sconosciuta e allora chiede: “Ma questa chi è?”. E poi una volta aperto il microfono: “E’ una delle mie cantanti preferite!”. Io gli do le dritte sui cantanti, lui me le dà sul cinema, dove è imbattibile. Claudio Lippi è felino: un gatto sornione. Finge di essere lì per caso e invece è sempre lucidissimo e attento a tutto. Carlo Conti è innamorato del lavoro, del pubblico, è felice di quello che la vita gli ha dato e ha una serenità interiore che lo rende impermeabile ai pettegolezzi e alla cattiverie”.

  • I tenori di “Ti Lascio una canzone” spiccano ‘il Volo’ e pubblicano il secondo album – Musica da Ansa

A un anno dal primo album, oltre 1 milione di copie vendute nel mondo, Il Volo, ovvero Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble, i giovani tenori lanciati da Ti lascio una canzone, torna con We are love, ”un lavoro piu’ maturo”, con la rivisitazione di hit come I don’t want to miss a thing degli Aerosmith e Diane Warren o Beatiful Day degli U2. Ma anche duetti con Eros Ramazzotti (Cosi’) e Placido Domingo (Il canto). ”Tornare a Sanremo? Perche’ no, se ce lo chiedessero”, dicono.

  • Giuliana De Sio protagonista, per Canale5, di “Furore” e “Che fine ha fatto la piccola Lara?” – Spettacolo da Ansa

”Il mio futuro al momento e’ tutto in tv”, dice Giuliana De Sio a margine della presentazione di ‘Ci vediamo a casa’ di Maurizio Ponzi, in sala dal 29 novembre. ”In primavera girero’ ‘Furore‘, serie in sei puntate che stanno ancora scrivendo per Mediaset, sugli immigrati dal sud al nord nel primo dopoguerra”. Il suo ruolo sara’ quello di una sindacalista, spiega. Subito dopo sara’ sul set di ‘Che fine ha fatto la piccola Lara?‘, thriller in 6 o 8 puntate, sempre per Mediaset.

  • Marano ‘dimentica’ la Ventura con la Barriales – Gossip da Chi
Carrambata per Simona Ventura che, mentre pranzava dal Bolognese, a Milano, si è ritrovata nel tavolo accanto Antonio Marano, vicedirettore Rai, nonché suo grande amico e sponsor. Tra i due un lungo saluto affettuoso, con Simona che simpaticamente gli ha detto: “Antony, quanto ti manco?”. Marano ha sorriso, poi ha continuato il suo pranzo insieme con la showgirl spagnola Laura Barriales. (Chi)
  •  …intanto, la Rai ignora la condanna per falsa testimonianza di Marano… – Gossip da Agi
Con quali tempi il vertice Rai interverra’ sulla vicenda Marano, dopo la condanna in primo grado del vice direttore generale a un anno e 4 mesi per falsa testimonianza? E’ la domanda che il presidente della Fnsi Roberto Natale ha posto oggi direttamente al dg di viale Mazzini, Luigi Gubitosi, presente ai lavori del congresso nazionale dell’Usigrai a Salerno. Natale ha tratto spunto dalla vicenda che recentemente aveva visto protagonista un giornalista della sede Rai di Torino, nei confronti del quale era subito partito un provvedimento per i contenuti del suo servizio sulla tifoseria napoletana in occasione della partita di calcio Juve-Napoli. Il presidente della Fnsi ha espresso pubblico apprezzamento “per la prontezza” con cui il direttore generale di viale Mazzini e’ intervenuto nella vicenda, chiedendo pero’ subito dopo se l’azienda intenda muoversi con altrettanta celerita’ nei confronti di Marano, che “ha dato prova di scarsa aderenza ai dettami etici aziendali”. Per Natale “non va bene il principio che le regole valgono per i peones e non per i piani alti”.