La prova del cuoco – Puntata del 05/12/2012 – Ricette, sfide, rubriche.

Antonella irrompe in studio sulle note della sigla; qualche battuta con Andrea e si parte subito con una nuova sfida di Chi batterà lo chef? A cercare di ‘battere lo chef’ Cristian Bertol, portandosi a casa il montepremi di 5mila euro, due gemelle, Simonetta e Giuliana Verzoletta, della provincia di Biella.

Le sfidanti propongono il  tonno marinato alla soia e sesamo con cipollotti e salsa piccante,  mentre Cristian prepara il tonno natalizio.

Heinz Beck entra ed assaggia le due proposte, senza sapere da chi sono stati preparate, e decreta, un po’ a sorpresa, che a vincere sia il piatto delle sfidanti, meno bello da vedere ma più buono ed equilibrato nel gusto. Le due sorelle gemelle, quindi, si portano a casa il montepremi e cacciano Christian Bertol che così torna nella gara finale, lasciando il posto, dalla prossima settimana, ad Ivano Ricchebono.

Luisanna dai capelli rossi‘ è il motivetto che introduce la maestra in cucina di oggi, Luisanna Messeri. La cuoca toscana, quest’oggi prepara un delizioso timballo di rigatoni. Ecco gli ingredienti.

Iniziamo a fare il sugo partendo da un soffritto di sedano, carota e cipolla con un goccio di olio, quando è ben rosolato aggiungiamo il trito di carne, facciamo ben rolsolare, sfumiamo con il vino, lasciamo evaporare, aggiungiamo il concentrato di pomodoro, i pelati, saliamo e pepiamo e facciamo cuocere per almeno due ore. Prepariamo la besciamella sprint mettendo in una padella l’amido di mais (o maizena), aggiungiamo un po’ di latte facendo sciogliere il tutto a fuoco rigorosamente spento, poi accendiamo il fuoco tenendolo non molto alto, aggiungiamo il resto del latte, una grattata di noce moscata, sale, burro e facciamo cuocere qualche minuto unendo quasi alla fine il tuorlo.

Cuociamo i rigatoni fino a metà cottura, li scoliamo, li riempiamo uno per uno con il sugo che abbiamo messo in un sacco a poche. Mettiamo i rigatoni a strati in una teglia rivestita di pasta brisè e già cotta 15 minuti in forno, alterniamo uno strato di rigatoni con uno di besciamella e una spolverata di parmigiano. Chiudiamo con uno strato di pasta brisè, la spennelliamo con l’uovo e inforniamo a 180° per 40 minuti. Buon appetito!

E’ il momento di Anna Moroni, che insieme a Carlo Cambi, volendo celebrare le festività ormai prossime, propone una ricetta della tradizione natalizia. Oggi, in particolare, quella della gelatina di cappone. Ecco gli ingredienti.

In una ciotola mettiamo due petti di cappone fatti a pezzetti, uniamo il prosciutto cotto tagliato a pezzetti, la mortadella a pezzetti, aggiungiamo il marsala secco e facciamo marinare per una notte intera. Il giorno dopo uniamo il macinato di carne, il formaggio grana, un uovo intero e un rosso, i piatacchi, sale, pepe e noce moscata e amalgamiamo bene tutto.

Trasferiamo il tutto in un tubo cilindrico schicciando bene, chiudiamo e mettiamo a cuocere per un’ora e mezza in una pentola piena di acqua. Poi lasciamo raffreddare per almeno 3 ore , togliamo dal cilindro e tagliamo e fette. Buon appetito!

Antonella corre da Sergio Barzetti, con il quale si lascia andare ad un romantico passo a due. Il cuoco propone una ricetta tratta dal loro ultimo libro, quella delle sfere di caciocavallo e zucca in fili di pasta kataifi. Ecco gli ingredienti.

Tagliamo a pezzetti la zucca e la stufiamo coprendo col coperchio in una padella con un goccio di olio e sale.  Grattugiamo il caciocavallo e frulliamo il pane con la zucca, mettiamo in una ciotola, uniamo il caciocavallo e i tuorli d’uovo, saliamo, pepiamo, aggiungiamo qualche foglia di maggiorana, amalgamiamo il tutto e mettiamo a raffreddare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Poi con il composto formiamo delle palline, ossia le sfere, grandi come delle noci. Dividiamo con le mani la pasta kataifi, passiamo le sfere negli albumi di uovo sbattuti con un goccio di acqua, avvolgiamo ogni sfera nella pasta kataifi e le friggiamo nell’olio ben caldo. Le asciiughiamo sulla carta assorbente e…buon appetito!

Dopo il gioco della lotteria che assegna 30 mila euro e 8 mila euro,ed aver assegnato anche il montepremi complessivo di ben 379 mila euro alla signora Maria Luigia di Rovigo che ha indovinato dove si nascondeva il pulcino,  ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Renato Salvatori con Anna Maria Farinola e nel peperone Gilberto Rossi con Giorgia Parodi.

Frittelle di lampascioni e trofie con misto mare alla barese oppure natalini con salsiccia e cavolo nero e cima di vitello ripiena di castagne e frutta secca? A giudicare le concorrenti, oggi valutate sulla base del rispetto della tradizione, c’è Carlo Cambi. Il giudizio è terribilmente difficile perchè i cuochi hanno espresso al massimo le loro potenzialità, spiega il gastronomo, decidendo alla fine di votare per il peperone, che quindi vince la gara, premiando la territorialità e l’armonia.

Ed ora tutti a tavola!  E a domani con La prova del cuoco.