Uomini e Donne, anticipazioni: Vittoria incastra Cristian (che si infuria…). Tara assente.

Il processo al tronista fedifrago giunge, forse, alla sentenza. Colpevole o innocente? Se Francesco Monte, il primo ad aver inaugurato il filone ‘Big‘ di Uomini e Donne, è stato giudicato colpevole dalla compagna, prima che dal pubblico; quest’oggi la giuria popolare, insieme alla donna tradita, la passionale Tara, dovrà pronunciarsi sulla colpevolezza o innocenza dell’enigmatico Cristian, anch’egli accusato di aver ceduto alle lusinghe di una donzella, al termina di una serata in discoteca.

Nella prossima puntata dedicata al ‘processo‘ che vede imputato Cristian Galella, un altro testimone verrà chiamato a deporre. Vittoria, la donna che aveva testimoniato la falsità del racconto di Paula, ovvero della ragazza che sostiene di aver trascorso una notte in compagnia dell’ex tronista, ritratta la sua versione. Accompagnata dal fidanzato e da Paula, Vittoria ammetterà di aver mentito e, preda del rimorso, manifesterà l’intenzione di dire tutta la verità, nient’altro che la verità.

Sostiene che Cristian e la ragazza si siano visti, abbiano cenato al ristorante e, poi… chissà. Inoltre, la ragazza racconta di aver ricevuto dei messaggi di minaccia dall’ex tronista, attraverso cui le intimava di non intervenire in trasmissione. L’ex tronista ascolta senza replicare (eppure, la lingua, nelle innumerevoli stagioni trascorse sul trono, ha mostrato di saperla usare per altro…). Al termine, però, si esibisce in una sceneggiata: nega ogni cosa e dice di non voler alimentare ulteriormente questi pettegolezzi, anche per rispetto alla compagna, che ha scelto di rimanere a casa. Il tronista, infine, la spara grossa: vuole vivere la storia con Tara fuori dalle telecamere. Ma, allora, non avrebbe potuto restarsene a casa già da settembre?

Cristian lascia lo studio e, forse (se siamo fortunati) per sempre. Il finale, dunque, è equiparabile a quello scritto da Francesco e Teresanna. A voi la responsabilità di giudicare colpevole o innocente l’imputato.