La prova del cuoco – Puntata del 12/12/2012 – Claudio Lippi fa da supplente.

Non so perchè, ma quando entro qui, senza Antonella, mi batte forte il cuore“; Claudio Lippi assume il timone de La prova del cuoco, giacchè, come anticipato dalla stessa conduttrice, quest’oggi Antonella ha dovuto sottoporsi a dei controlli di routine, necessari ad accertare il suo stato di salute sia ottimale. ‘Come sappiamo, l’aveva annunciato ieri, Antonella sta bene , è andata a fare un esame, vediamo se ha studiato‘, scherza Claudio. Non si perde in chiacchiere, saluta il pubblico e introduce un nuovo match della sfida culinaria tra appassionati di cucina e chef, Chi batterà lo chef?.

A sfidare lo chef, che da questa settimana è Ivano Ricchebono, ci sono oggi padre e figlia, Franco e Francesca, che hanno portato lenticchie, farina, misto per soffritto, un uovo, pane, pepe rosa, brodo vegetale, ladro di colonnata, formaggi. L’ingrediente misterioso consegnato da Heinz Beck è il radicchio. Con tutti questi ingredienti gli sfidanti propongono le pallotte cacio e ovo con lardo e lenticchie, mentre Ivano prepara i tortelli di lardo con crema di lenticchie.

Tra una battuta e l’altra, tralasciando abbastanza la preparazione dei piatti concentrandosi di più nel conoscere i concorrenti scherzando e ridendo con loro, arriva il momento dell’ingresso di Beck che, senza aver visto nulla, assaggia le due proposte e decreta che a vincere sia il piatto n.2, quello dello chef.

Manco l’avessero fatto apposta: la maestra in cucina di oggi è l’amata (da Lippi) Palma D’Onofrio, alla quale il conduttore non esita a dichiarare il suo affetto: “mi sei mancata molto…“. Prima di cimentarsi ai fornelli, Claudio ricorda l’appuntamento con la solidarietà, con Telethon.  Ora, una ricetta low cost, ma squisitamente natalizia, quella della tasca di tacchino ripiena di frutta secca, con salsa di melagrana. Ecco gli ingredienti.

Ricaviamo una tasca dalla fesa di tacchino, praticando un’incisione profonda su un lato. Frulliamo parte della fesa ridotta a cubetti con la ricotta, la salsiccia senza budello ed un po’ di panna… Lippi incalza la cuoca: “ce la facciamo in 5 minuti?“, Palma replica stizzita: “visto che ti sei messo il grembiule fai qualcosa, no?!…“. Claudio coglie il rimprovero e sgrana la melagrana, schiacciando i grani, in modo da ricavarne il succo. Tritiamo grossolanamente la frutta secca e la incorporiamo alla farcia, saliamo e pepiamo. Quindi, farciamo la fesa con il composto ottenuto e chiudiamo la tasca con ago e filo.

Leghiamo la carne, come fosse un arrosto, la infariniamo, la rosoliamo in padella con un filo d’olio, la trasferiamo in una pirofila con il brodo e la inforniamo per 1 ora a 180°. Una volta cotta, la avvolgiamo in un foglio di carta alluminio e, intanto, prepariamo la salsina, mettendo sul fuoco per 15 minuti il fondo di cottura insieme al succo di melagrana. Completiamo con dei grani di melagrana. Buon appetito!

Parliamo di Natale, come non trascurare le ricette della tradizione natalizia?“, Anna Moroni e Carlo Cambi celebrano le tradizioni culinarie del Bel Paese, proponendo la ricetta di “un piatto tipico napoletano“, un’insalata di rinforzo. Ecco gli ingredienti.

Carlo è intento a spiegare la tradizione di questo tipico piatto napoletano che si prepara dalla vigilia di natale fino all’Epifania, mentre Annina lo prepara iniziando a  lessare il cavolfiore in acqua ed un goccio di aceto, quindi confezioniamo l’insalata unendo tutti gli ingredienti insieme. Impiattiamo mettendo intorno all’insalata le friselle. Buon appetito!

Dopo il gioco della lotteria che assegna 4 mila euro e 30 mila euro ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Mauro Improta con Eda Donati   e nel peperone Renato Salvatori con Rocco Bellantoni. Cursulli con guanciale, porcini, rucola selvatica e corona di struffoli napoletani oppure  tagliatelle con pesce spada e melanzane fritte e filetto di orata in crosta di zucchine e melanzane su salsa piccante?

A giudicare la sfida, oggi basata sulla tradiizone, c’è Carlo Cambi che ha trovato i due menu molto buoni e fatti molto bene, l’unica differenza la fa la pasta ed è stata più equilibrata quella del peperone, che quindi vince la sfida. Clicca qui per la ricetta degli struffoli proposta da Mauro Improta all’interno della gara dei cuochi.

Ed ora tutti a tavola! E a domani con La prova del cuoco.