La prova del cuoco – Puntata del 18/12/2012 – Ricette e rubriche natalizie.

Buongiorno, cosa mi raccontate?“, chiede Antonella, in apertura di puntata, ad Andrea e Marco. Per tutta risposta, Andrea intona un’allegra canzone natalizia. Antonella saluta gli amici che da tutto il mondo vedono il programma e si prepara ad andare in guerra, pronta a combattere la nuova battaglia, al fianco della casalinga che sfida Anna Moroni in Anna contro tutte.

Annina spiega che, essendo vicini al Natale, sarà più buona e racconta che ieri sera ha visto lo spettacolo di Benigni ed ha imparato molte cose. A sfidare la cuoca, oggi, c’è la signora Palmerina Menna, abruzzese di Vasto, che sfida la nostra cuoca sui bocconotti. Antonella inizia col dire ad Anna che è troppo mielosa, e non le piace così, deve tornare la donna battagliera di sempre.

Palmerina inizia preparando la frolla con 5 uova, di cui 4 tuorli e uno intero, 250 gr di farina (200 gr per  l’impasto e 50 gr per stenderla), 4 cucchiai di olio di oliva e 4 cucchiai di zucchero. Per il ripieno, in una ciotola mette 75 gr di mandorle, 75 gr di zucchero, 65 gr di latte; iniziamo a mescolare il tutto, aggiungiamo 75 gr di cioccolato, un limone grattugiato, 2 cucchiai di sambuca, amalgamiamo e uniamo un pizzico di cannella, mettiamo il tutto in un pentolino e facciamo cuocere fino a quando è tutto sciolto.

Facciamo raffreddare e uniamo 2 tuorli, 2 albumi montati a neve e 50 gr di cacao amaro e amalgamiamo tutto. Ungiamo degli stampini con la margarina, mettiamo alla base la frolla, riempiamo col composto e inforniamo a 180° per circa 25 minuti. Glassiamo con cioccolato fondente.

Annina, invece, propone la ricetta che le ha dato una sua amica di Chieti. Antonella a questo punto si chiede se esistano davvero tutte queste amiche, visto che ogni volta ce n’è una nuova. Per la frolla ha amalgamato 250 gr di farina, 100 gr di burro, 100 gr di zucchero a velo, 2 uova intere e due rossi. Per il ripieno, ha amalgamato in una ciotola il cacao amaro, 150 gr di mandorle sgusciate, tostate e tritate grossolanamente, un pizzico di vaniglia, limone, buccia d’arancia grattugiata, vincotto. Ha preso degli stampini, li ha foderati con la frolla, ha messo sopra il ripieno, ha chiuso con altra frolla ed ha infornato a 180° per 30 minuti.

Infine ha glassato i dolcetti con zucchero a velo, a cui ha unito un cucchiaio di albume e due gocce di limone. Giudici dell’ardua sfida sono Maria De La Paz e Cesare Marretti. E’ il momento dei voti: Palmerina ottiene 7 – 8; Anna ottiene 8 – 9. A vincere quindi è Anna.

Vado dal mio Barzetti“; Sergio è il maestro in cucina di oggi, che prima di servire il suo piatto, promuove il libro che ha scritto insieme ad Antonella ed Alessandra Spisni. Un piatto “studiato“, quello di oggi, sia nel gusto che nell’aspetto: crespelle rosse con cuore di ricotta e speck. Gli ingredienti e il procedimento.

Affettiamo lo speck e lo andiamo a rendere croccante in padella, cuocendolo per qualche minuto senza l’aggiunta di grassi. Per le crespelle, frulliamo le barbabietole già cotte con le uova. Uniamo la farina, un pizzico di sale ed il latte, che incorporiamo poco per volta. Mettiamo a riposare il composto, quindi cuociamo la crespella. Prepariamo il ripieno: uniamo alla ricotta lo speck abbrustolito, il grana grattugiato, un pizzico di sale e del timo. Farciamo le crespelle con il ripieno, le chiudiamo e le trasferiamo su una teglia coperta con carta forno, spolveriamo con formaggio grattugiato e inforniamo.

Intanto, prepariamo una sorta di besciamella con l’amido di mais stemperato con acqua fredda; mettiamo a bollire l’acqua con sale e pepe, quindi uniamo l’amido di mais stemperato. Infine, incorporiamo il formaggio grattugiato. Frulliamo gli spinaci con dell’altro formaggio grattugiato e gli uniamo alla besciamella. Serviamo le crespelle con la besciamella.

Ed ora impariamo a preparare e a decorare la tavola per il Natale, in compagnia di Arianna Battistessa. La tavola che ha preparato si ispira al bosco e solo sentendo questa parola non può che arrivare lui, il nostro gnometto Augusto Tocci. Arianna, infatta, come centrotavola ha creato un piccolo boschetto con i pini, il rosmarino, il muschio e anche i funghetti. Ha preparato poi delle candele a funghetto e muschio disidratato. Per addobbare la tavola a festa usa una classica tovaglia bianca su cui ha messo della carta regalo per rallegrare. Infine ha legato i tovaglioli con nastri da regalo e come sottopiatti dei feltrini rossi.

Dal bosco della tavola natalizia a quello di Augusto Tocci, che subito chiede ad Antonella che legame ci sia tra il bosco e il Natale. Si tratta dei colori. E parla di corbezzole, che esistono di vari colori e anche delle prugnole. Discorso per parlare in generale di quanto prodotti tipici del Natale produce il bosco come l’agrifoglio, il vischio, il pungitopo.  E utilizza dei falsi frutti di rosa canina, ricchi di vitamina C, ma sono particolari in quanto aprendo i frutti ci sono dei semi e filamenti molto irritanti per l’apparato digestivo, allora li mettiamo in una caraffa, aggiungiamo l’alcool puro 1 95°, pestiamo un po’ e facciamo riposare per almeno 15 giorni. Filtriamo il tutto con un panno di lino in modo da eliminare i semini. Lasciamo riposare altri giorni e passiamo con uno sciroppo fatto con zucchero e acqua, lasciamo ancora riposare, filtriamo e otteniamo un liquore.

Dopo il gioco della lotteria che assegna 4 mila euro e 5 mila euro ed anche il montepremi di 56 mila euro per aver indovinato dove si nascondeva il pulcino, ecco la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Cesare Marretti con Maria Grazia Coccorullo  con e nel peperone Maria De La Paz con Ennio Grassi. Muffin salato e ribollita oppure raviolo aperto con scamorza, radicchio e pistacchi e trota in salsa tiepida con sfogliatine di mais?