Marco Travaglio a Servizio Pubblico del 20 dicembre 2012

La commedia vergata da Marco Travaglio, nella puntata odierna di Servizio Pubblico, diviene anch’essa ‘Divina‘. Come Dante, il giornalista racconta l’Inferno, limitandosi in questa occasione a dipingere i ritratti di coloro che sono stati condannati alla dannazione eterna perchè colpevoli di aver proeferito la menzogna alla verità, l’incoerenza alla coerenza. Nel girone dei ‘bugiardi‘, Travaglio annovera Monti e nientepopodimeno che Napolitano:

Monti aveva detto una ventina di volte: ‘mai e poi mai il Monti bis. Torno alla Bocconi’. Ora punta al Monti bis… […] Napolitano aveva giurato: ‘non sarò io a dare l’incarico al nuovo governo, piuttosto mi dimetto’. Infatti, sarà lui a dare l’incarico al nuovo governo e si dimetterà dopo.

Nel girone degli incoerenti, invece, ritroviamo Berlusconi ed il fedelissimo Brunetta:

Berlusconi aveva ordinato ad Alfano di far cadere Monti in anticipo perchè aveva fretta di votare e anche perchè Monti stava rovinando l’Italia, trascinandola nella spirale recessiva. Poi, ha aggiunto: ‘lo stimo molto e lo voglio capo del centrodestra, compresi la Lega e Storace’; infine, ha domandato: ‘cos’è tutta questa fretta di andare a votare? Devo ancora recuperare le 123 ore di televisione che ha avuto la sinistra durante il mio anno di astinenza’. Dice anche che il 50% dei suoi candidati saranno completamente nuovi, il giorno prima aveva detto il 90%, poi deve aver parlato con Dell’Utri… […] Renato Brunetta sembra ieri che era qua, a dire peste e corna di Monti; ha detto: ‘sostenere il governo Monti è stata non solo una cosa assolutamente sbagliata, ma anche spaventosamente negativa, per il Pdl e per l’Italia e guai se osa candidarsi!’. Adesso è più montiano di Monti; ha detto: ‘Monti sarà il federatore dei moderati, la sua agenda è anche la nostra…’.

L’invettiva pronunciata da Marco Travaglio all’interno della puntata di Servizio Pubblico del 20 dicembre. Il video.


http://www.youtube.com/watch?v=BXuRIvgisHI