La prova del cuoco – Puntata del 17/01/2013 – “Campanile italiano”, ricetta della seduzione e tanto altro.

Anteprima con Marco Di Buono, che si dice preoccupato perchè Natalia Cattelani dovrà insegnargli un modo pratico per sgusciare le uova sode: le mettiamo a cuocere in acqua bollente, le lasciamo per 12-13 minuti, se sono grandi, poi le raffreddiamo e iniziamo a sgusciare le estremità dell’uovo. Antonella raggiunge Andrea al pianoforte, dicendosi contenta che sia giovedì 17 e non venerdì, Andrea le rende dolce la mattinata porgendole dello zucchero e le sue canzoni. I saluti al pubblico ed eccoFranco Martinetti, pronto a raccontare le gesta dei concorrenti protagonisti della nuova sfida del Campanile italiano. Abbiamo la Campania (San Giorgio la Molara, Benevento) i cui rappresentanti propongono il ciambotto (piatto di riciclo di cucina povera, ossia fagioli, patate e pane raffermo)  e la fianchetta di agnello ripieno, contro i campioni della Sardegna (Dorgali, Nuoro), che presentano il pesce azzurro con pancetta, patate fritte e bottarga e la fregola con brodo di granchi, zafferano e carciofi. Antonella si dimentica di dare i codici per i televoto, ma grazie a Franco rimedia subito; poi rimane affascinata dai prodotti presentati e dalle tecniche che non conosce e, anche in questo caso, Franco la sostiene, raccontandole origini e gli usi dei prodotti tipici portati dai concorrenti delle due località. Franco bacchetta tutte le donne, perchè sostiene che tutte usino male il ditale, a differenza degli uomini che lo usano correttamente. E il televoto decreta che con il 67% di voti si riconfermi campione la Sardegna.

E’ il momento della ricetta della seduzione, con il fascinoso Domenico Sorrentino. Accorre anche Anna Moroni, interessatissima ed esperta sull’argomento. La ricetta odierna è quella delle tagliatelle al cacao. Ecco gli ingredienti.

Anna aggiunge che lei ci metterebbe anche dei gamberi o degli scampi. ‘Se ne intende proprio‘, sottolinea Antonella, ricordando la gioventù della nostra cuoca, quando ne combinava di tutti i colori. Mostrando la sua foto da giovane, Anna spiega che lì ‘avevo 18 anni, Tonino non c’era ed io ero andata a Igea Marina e…‘, meglio non proseguire. Antonella le chiede se già allora seduceva con le ricette, e lei esclama “no, seducevo con altro“. Amalgamiamo la panna liquida e il pecorino grattugiato formando una fonduta che frulliamo leggermente; prepariamo l’impasto per la pasta con uova, farina e cacao, la stendiamo, ritagliamo le tagliatelle, che devono essere un spesse, e le cuociamo nell’acqua bollente. Sciogliamo in una padella il burro, aggiungiamo un goccio di olio extravergine, il curry, un po’ di menta fresca, scoliamo le tagliatelle, le mantechiamo nel burro e serviamo, aggiungendo i pomodorini, su un letto di fonduta di panna e pecorino. Buon appetito e… quello che viene dopo!

Dopo la ricetta della seduzione, andiamo da una mamma seria, Natalia Cattelani, la maestra in cucina di oggi. La cuoca propone i sorrisi. Ecco gli ingredienti.

Prepariamo l’impasto amalgamando la farina di riso, la fecola di patate, il latte caldo. Una volta pronto, facciamo raffreddare l’impasto, lo stendiamo, ricaviamo dei cerchi e li riempiamo a piacere con prodotti dolci o salati, per esempio pezzetti di taleggio e prosciutto di Praga; chiudiamo a mezzaluna ed impaniamo, passando i sorrisi due volte negli albumi e nella farina di mais. Infine li friggiamo nell’olio bollente.

Per fare quelli dolci, invece, li riempiamo con crema al cioccolato, non li impaniamo, ma li friggiamo direttamente spolverandoli infine con lo zucchero a velo. Una volta fatti si possono anche surgelare. Buon appetito!

Antonella raggiunge Anna Moroni, che acquietati i bollenti spiriti, è pronta a tenere le sue lezioni di cucina di base, ovviamente dopo essersi scatenata sulle note di ‘Tutti a tavola‘. Propone il piatto “più buono che fa“, esclama, ossia i cardi alla parmigiana.

Antonella, costretta ad indossare il grembiule e cucinare, deve occuparsi di preparare le fettine panate con uovo e pane grattugiato, per poi friggerle nell’olio (Anto si rifiuta perchè lei le frigge nel burro e Anna protesta). Anna, intanto, pulisce per bene i cardi, sfilandoli e mettendoli poi a bagno in acqua e limone. Facciamo bollire dell’acqua, mettiamo un po’ di limone spremuto, un cucchiaio di farina, un goccio di olio e aggiungiamo i cardi a lessare per circa 40 minuti. Una volta cotti, li facciamo raffreddare, li passiamo nella farina e nell’uovo e li friggiamo. Una ricetta lunga, ma ‘qui altro che seduzione, vedrete che succede‘, esclama Annina tra le risate generali. Questa ricetta alla nostra cuoca rievoca tante cose, Antonella ovviamente è curiosa, ma lei nemmeno fuori onda le rivela cosa. Alle continue richieste della nostra conduttrice la cuoca risponde: “Pioverà domani?“. Assembliamo la parmigiana, alternando in una pirofila strati di cardi fritti, passata di pomodoro, pezzetti di mozzarella, fettine panate fritte e cuociamo in forno. Antonella non desiste e chiede gli effetti di questo piatto: ‘Non mi fare parlare eh, non posso, siamo su Raiuno“.

Ma non finisce più questa puntata“, lamenta Antonella, dovendo correre anche da Gabriele Bonci che oggi propone il pane di zucca.  Impastiamo 1 kg di farina, 200 gr di lievito naturale o 7 gr di lievito di birra, 700 gr di purea di zucca, saltata in padella senza aggiunta di acqua, ma solo di sale. Facciamo lievitare 5/6 ore, tagliamo a pezzi e formiamo le pagnotte, che lasciamo lievitare ancora un’ora avvolte in  un canovaccio. Le passiamo nei semi di papavero, le disponiamo su una teglia infarinata, facciamo i tagli e inforniamo nel forno caldo alla massima temperatura, abbassando a 180° e cuocendo il pane ancora per per un’ora. Farciamo le pagnotte a piacere. Buon appetito!

Infine la gara dei cuochi, che vede nel pomodoro Serena Ciucina con Ivano Ricchebono e nel peperone Barbara Salvatico con Lorenzo Santi. Tonnarelli al finocchietto con sarde e pistacchi e filetto di ombrina al vapore oppure maltagliati con tonno olive taggiasche e pomodorini e rollatine di vitello tonnate con verza saltata con l’acciughina? A giudicare la gara, c’è Anna Moroni, pronta a valutare la tecnica espressa dalle due concorrenti. Anna è schietta e ammette non le sia piaciuta la pasta con le sarde, mentre era perplessa sulle proposte del peperone ma si è dovuta ricredere, quindi a vincere è la squadra del peperone.

Ed ora tutti a tavola! E a domani con La prova del cuoco.