La prova del cuoco – Puntata del 24/01/2013 – “Campanile italiano”, segreti dello chef e tanto altro.

Un nuovo match del torneo dedicato alle regioni d’Italia apre la puntata odierna de La prova del cuoco, Campanile italiano. A confrontarsi sui piatti della tradizione culinaria nostrana i campioni della Sardegna e gli sfidanti dell’Umbria. I primi propongono la zuppa del pastore e l’agnello con erbette di campo, i secondi la padellaccia e gli strengozzi di trota e tartufo. Il pubblico da casa, con il 76% delle preferenze, incorona campioni del Campanile italiano i concorrenti della Sardegna per la quarta volta.

Scopriamo i segreti dello chef, ovvero i “barbatrucchi” di Andre Ribaldone. Lo chef non si perde in chiacchiere ed elenca gli ingredienti necessari per preparare il merluzzo con grissino di polenta.

Priviamo il filetto di merluzzo della pelle, quindi mettiamo la pelle e le lische in un pentolino con dell’acqua e lasciamo andare per una ventina di minuti. Anzichè lavare il pesce, lo sciacquiamo con acqua e sale. Primo segreto: realizzare un olio cottura, ovvero cuocere il nostro pesce in olio caldo, ma non bollente (75° circa). Intanto, prepariamo la polenta nel classico modo. Una volta raffreddata, meglio se del giorno prima, mettiamo la polenta in una sac à poche e formiamo su una teglia dei grissini di polenta (è questo il 2° segreto di Andrea).Inforniamo e lasciamo cuocere finchè i grissini non appaiono dorati. Filtriamo il brodo di pesce, quello ottenuto con la pelle e le lische, lo mettiamo in una caraffa, aggiungiamo della curcuma e frulliamo con un mixer ad immersione. Sbollentiamo la verza in acqua, raffreddandola subito con acqua ghiacciata; condiamo con olio e sale. Cotto il merluzzo per 10 minuti in olio caldo, lo asciughiamo e lo serviamo con la verza, la salsa di pesce ed il grissino di polenta.

 

Corriamo da Natalia Cattelani, che prepara una “ricetta un po’ particolare“. La cuoca si propone di presentare un piatto utile a rallegrare una festa stile tex-mex, il chili con carne.

Rosoliamo la carne macinata in una pentola, con un filo d’olio e le verdure, che abbiamo grossolanamente triturato; nell’ordine: la cipolla, il peperone, aglio, un peperoncino intero. Quando sarà ben rosolata la carne, aggiungiamo la passata di pomodoro. Saliamo, pepiamo e lasciamo cuocere per 1 ora, 1 ora e mezza. Otteniamo una sorta di ragù, ma, spiega la cuoca, possiamo anche evitare di mettere la carne, abbondando con le verdure, quindi ottenendo un piatto vegetariano. Cuociamo il riso, che lasciamo sul fuoco (lento) finchè non avrà assorbito tutta l’acqua. Tagliamo a rondelle di circa un cm il platano e lo friggiamo in olio bollente. Intanto, cuociamo anche i fagioli, che aggiungiamo al chili. Friggiamo anche le tortillas. Quindi componiamo il piatto.

Andiamo ad imparare la cucina di base con Anna Moroni, che prepara i pizzicotti all’arrabbiata. Per celebrare il piatto, Antonella dà un pizzicotto alla nostra cuoca…

Mettiamo a scaldare l’olio con l’aglio, il peperoncino e le olive taggiasche. Ricaviamo da un panetto di pasta lievitata (500 gr di farina, lievito di birra, olio e acqua) i pizzicotti e li tuffiamo in acqua bollente e salata. Aggiungiamo la polpa di pomodoro all’olio caldo e completiamo con del prezzemolo. Quindi scoliamo i pizzicotti e li condiamo con il sugo all’arrabbiata.

Un ospite prestigioso, campionessa olimpica e testimonial dell’airc, Margherita Granbassi propone la ricetta di un dolce salutare, perchè preparato con le arance dell’airc, il cake all’arancia.

Amalgamiamo il burro con lo zucchero. Uniamo le uova, il latte, il succo e la buccia grattugiata di un’arancia. Amalgamiamo il tutto aiutandoci con delle fruste elettrice. Mescoliamo il lievito alla farina ed incorporiamo ai liquidi. “Stiamo facendo un disastro“, nota Margherita, “ma noi non siamo due cuoche!“, si giustifica Antonella. Aggiungiamo all’impasto i gherigli di noci spezzettati. Quindi trasferiamo in uno stampo da plumcake foderato con carta forno ed inforniamo a 180° per 40 minuti. Glassiamo con del cioccolato fuso insieme a qualche cucchiaio di latte.

IN AGGIORNAMENTO