Le Invasioni Barbariche – La seconda puntata del 30 gennaio 2013 con Berlusconi, Rodriguez e Schwazer.

L’intervista a Tiziano Ferro, di ‘barbarico‘, aveva ben poco, se non qualche azzardato doppio senso, ma Lucio Presta, agente delle stars, marito della Superbrain Paola Perego, che “prima mi vendico, poi perdono” (è ciò che racconta il suo profilo Twitter), con Daria Bignardi pensa di aver conosciuto la “donna di spettacolo più scorretta“. In realtà, l’intervista a Ferro, come quella a Renzi, pupillo degli artisti gestiti da Presta, c’entra poco, “le motivazioni le ho date a Daria cinque anni fa e mai più mandato nessuno“, ha spiegato l’agente, ma la conduttrice non ha esitato a scendere nei dettagli e, a TvTalk, ha rivelato: “Io so bene di non essere scorretta. Credo che la persona che hai citato si riferisse a cinque anni fa quando intervistai Paola Perego. Come mio solito, perché sono molto diretta, adesso non ricordo neanche bene la domanda non gradita, però ci fu una domanda non gradita“.

La conduttrice, tuttavia, ha dimostrato di farcela anche senza Presta ed il suo “clan“; “Me ne farò una ragione“, ha commentato serafica, snocciolando nomi su nomi di straordinarie personalità che hanno animato, e lo faranno anche questa sera, Le invasioni barbariche.

In apertura della seconda puntata, sfoglieremo l‘Agenda’ di Geppi Cucciari, nella quale la comica sarda, accompagnata musicalmente da Gaetano Cappa, commenta l’attualità in chiave satirica. Seguirà una ‘chiacchierata‘ con Beppe Severgnigni, giornalista del Corriere della Sera. Faccia a faccia con l’imprenditrice Luna Berlusconi, figlia di Paolo e nipote dell’ex premier.

Da Oprah a Daria, l’atleta italiano Alex Schwazer si racconta dopo la sospensione per doping dello scorso agosto e la conseguente esclusione dalle Olimpiadi di Londra 2012.

Per la pagina dedicata ai protagonisti dello spettacolo, la conduttrice ospita la showgirl argentina Belen Rodriguez.

Chiuderà il secondo appuntamento della nona stagione de Le invasioni barbariche l’intervista e l’esibizione di Arisa.