Sanremo 2013, le canzoni: “Niente” di Malika Ayane.

Malika Ayane nasce a Milano nel 1984, dove frequenta il Conservatorio Giuseppe Verdi dal 1995 al 2001, in cui ha studiato il violoncello. Parallelamente, fa parte del Coro di Voci Bianche presso la Scala di Milano, facendo anche alcune parti da solista, lavorando al fianco di grandi direttori d’orchestra quali Riccardo Muti. Nel 2007, poi, incontra Caterina Caselli, che subito vede in lei una grande personalità artistica e uno stile originale e fresco. L’anno successivo, pubblica il suo primo album, che porta il suo nome, da cui vengono tratti diversi brani, tra cui Feeling better, tormentone di quell’estate, e tante collaborazioni con PacificoPaolo Conte Giuliano SangiorgiSoul waver, versione inglese di Sospesa, fa anche parte della colonna sonora della serie televisiva One tree hill. Nel 2009 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo col brano Come foglie, scritto da Giuliano Sangiorgi, vincendo il Premio Radio e TV e apripista del nuovo album, intitolato come il suddetto singolo. Malika Ayane, nel contempo, viene classificato come disco di platino e alcune delle canzoni contenute in quest’album entrano a far parte della colonna sonora del film Generazione Mille Euro. Sempre quell’anno partecipa al singolo Domani 21.04/09, i cui proventi sono destinati alle popolazioni vittime del terremoto in Abruzzo, e all’iniziativa Amiche per l’Abruzzo.

Nel 2010 partecipa ancora una volta al Festival di Sanremo col brano Ricomincio da qui, in cui collabora di nuovo con Pacifico. La sua eliminazione fu fortemente contestata dall’orchestra, che gettò gli spartiti sul palco. Il tour dell’album Grovigli tocca diverse città italiane ed europee e fa sì che ne venga prodotta una Special Edition per ricordare quest’esperienza musicale. Nel 2011 pubblica Il giorno in più, colonna sonora dell’omonimo film di Fabio Volo, ed Hello!, duetto con Cesare Cremonini. Nel 2012, realizza la canzone di chiusura del film Tutti i rumori del mare e recita anche un piccolo cameo, per il quale riceve il premio come Miglior Attrice Rivelazione, cantando il brano Perfetta. A settembre è uscito il suo ultimo album Ricreazione, da cui sono stati tratti brani come Tre cose Il tempo non inganna, in cui continua a collaborare con Paolo Conte Pacifico, ma lavora anche con Boosta Tricarico.

Partecipa al 63° Festival di Sanremo con due brani: Niente  e E se poi. Di seguito il testo della prima.

Cos’ho?
Ho dei tagli sul viso
Sì, ma io cos’ho?
Che se sanguino rido
E mi sciolgo un po’
Tanto non sento niente
Parlo con te
Sempre
Anche se tu sei
Assente
E quelli non dicono
Niente
Solo un silenzio
Assordante
Muoio con te
Sempre
Quelli che parlano, parlano, parlano ancora
E non resta più niente
Proprio niente
Del cielo che abbiamo perso
Rubandoci i pezzi più neri
Più neri del nero
E ora più niente
C’è una stella cadente
Ma era l’ultima già
E schiantandosi precipita
Sulla mia pelle
Lasciando un pozzo infinito
Dove tutto è finito
Per sempre finito
Nel fondo più fondo
Della libertà
Io non ho, non ho, non ho…
L’obbedienza
Di chi è sparito
Già da un po’
Se dipingi un paradiso
Io lo distruggerò
Così tanto per niente
Parto da te
Sempre
Per tornare ad essere
Niente
Finisco a te
Sempre
Analizzando la gente
Non ha più senso quel
Niente
Quelli che parlano, parlano, parlano e ancora poi parlano
E non resta più niente
Proprio niente
Del senso che abbiamo perso
Nei gesti di un altro