MixItalia – Puntata del 10/02/2013 – Tra Cormons e Aquileia con Bruno Pizzul.

Se la prima parte di Linea Verde, quella denominata Orizzonti e condotta da Chiara Giallonardo e Luca Sardella, da tre settimane è stata spostata al sabato mattina, guadagnando mezz’ora di programmazione, la domenica mattina arriva MixItalia, programma analogo, che vede ospite, in ogni puntata, un personaggio famoso impegnato nel racconto delle sue origini. Il programma, che è sempre andato in onda alla domenica mattina, dalle 09:35 alle 10, si allunga guadagnando anch’esso mezz’ora di programmazione, andando quindi in onda fino alle 10:30. Nella puntata di oggi MixItalia è a Cormons, in provincia di Gorizia, a pochi chilometri dalla Slovenia, ed a parlarci di questa terra, crocevia di traffici commerciali e di scambi culturali, è una delle voci più famose d’Italia: Bruno Pizzul.

Qui, il celebre telecronista e giornalista sportivo ha vissuto tutta la sua giovinezza e qui ha mosso i suoi primi passi nel mondo del calcio, non come giornalista ma come calciatore della Cormonese, la squadra parrocchiale della piccola cittadina. Ricordi che Bruno Pizzul riporta durante l’intervista a Chiara Giacomelli, mentre l’inviato Fabrizio Rocca ripercorrerà i luoghi raccontati, mostrando la Cormons antica e quella di oggi, con i suoi monumenti, gli eccellenti prodotti e una filosofia di vita fortemente ispirata ai valori contadini e alla contaminazione culturale. A mostrare la Cormons degli Asburgo è lo storico Nino Panzera che, simbolicamente, sceglie proprio la statua di Massimiliano I d’Austria come punto di partenza di un rapido excursus storico attraverso i luoghi più significativi della città. Nel suo tour, spazio anche per una sosta nella Chiesa della Subida, luogo molto amato dagli abitanti di Cormons e scelto dallo stesso Pizzul per celebrare il suo matrimonio. Vino bianco e prosciutto, sono queste le eccellenze gastronomiche della zona, come racconteranno il sommelier Elena Orzan e Lorenzo D’Osvaldo, produttore del celebre prosciutto affumicato di Cormons, caratteristico per la sua lenta affumicatura con rami di ciliegio. Mixitalia si recherà anche ad Aquileia, uno dei siti archeologici più notevoli della penisola. Tante influenze in questa terra di confine che arricchiscono anche la cucina di queste parti. A parlare di questa contaminazione sono il ristoratore Josko Sirk e lo chef Alessandro Gavagna, che dopo avere illustrato un tavolo ricco di piatti tipici, sveleranno una ricetta dal vago retrogusto austrougarico, gli gnocchi alle susine.