4 marzo – Lucio Dalla torna in Piazza Grande. Stasera, su Rai1, in diretta da Bologna. Gli ospiti.

Nel giorno in cui avrebbe compiuto 70 anni, Bologna e Piazza Maggiore saranno il palcoscenico di 4 marzo, il concerto in ricordo di Lucio Dalla, scomparso il 1° marzo del 2012. In piazza, si alterneranno: Samuele Bersani, Mario Biondi, Andrea Bocelli, Luca Carboni, Pierdavide Carone, Pino Daniele, Gigi D’Alessio, Stefano Di Battista, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Gianni Morandi, e ancora Giuliano Sangiorgi, Andrea Mariano e Emanuele Spedicato dei Negramaro con Paolo Fresu, Ron, Paolo Rossi, Stadio, Ornella Vanoni e Chiara, Renato Zero, Zucchero. E, ancora, per la prima volta insieme, anche Il Cile, Antonio Maggio, Paolo Simoni. Nel corso della serata salirà sul palco anche Marco Alemanno, compagno di vita del cantautore bolognese, che leggerà testi di Dalla e Roversi. Il direttore di Raiuno Giancarlo Leone presenta l’evento con queste parole:

Sapevamo sin dal primo marzo dell’anno scorso che avremmo fatto questo evento, era giusto e doveroso realizzare un appuntamento che, come per Sanremo, fosse capace di trasmettere grandi valori attraverso la tv pubblica e la musica: Lucio era un amico di tutti e la sua storia è stata anche un po’ la storia della Rai. Dopo l’esperienza del concerto per i terremotati dell’Emilia, ci ritroveremo nuovamente a Bologna per un appuntamento di grande rilievo. La rete ammiraglia si presenta ancora una volta con una squadra da ‘grande evento’: 74 persone, 9 telecamere, 5 pullman per realizzare una diretta di oltre 4 ore, anche in HD.

Un vero e proprio concerto/evento dove la conduzione è proprio di Lucio Dalla, il quale rivive attraverso immagini che presentano le sua canzoni e, in  alcuni momenti, canta e suona insieme agli artisti sul palco. La stessa piazza che un anno fa era gremita per dare l’ultimo saluto a Lucio, un anno dopo, lo stesso giorno, il 4 marzo, si riempirà nuovamente per cantare le canzoni di Lucio Dalla dando un messaggio di vita. Infatti, lo scopo di questo concerto, non è la nostalgia ma proprio come ha sempre voluto l’artista, è dare un messaggio vitale  sempre spiazzante e poetico.

Protagonisti assoluti della serata sarnno lui e il suo incredibile repertorio di canzoni, che hanno segnato sia la storia d’Italia, così come anche le nostre storie personali e intime, canzoni che ci hanno sempre emozionato e che ci hanno accompagnato nei momenti più importanti della nostra vita.

Così, ad un anno  dalla morte dell’artista,  le telecamere si accenderanno sulla “sua Piazza Grande“, a due passi dalla casa di via d’Azeglio, per trasmettere un evento musicale che sarà animato dallo spirito leggero di un festeggiamento di compleanno, lontano dalla volontà di commemorazione.