La prova del cuoco – Puntata del 04/03/2013 – Barzetti vs Spisni in “Music Food” e ricette.

Natale Giunta torna a “La prova del cuoco”

Eccoci qua con una nuova puntata e un nuovo inizio settimana. Torniamo in diretta dopo una settimana in cui siamo andati in onda registrati, ora lo posso dire (anche perchè in molti lo avranno sicuramente notato, a causa dei tagli evidenti), ci siamo presi una settimana di pausa ed ora eccoci qui… Sono andata a sciare, a Sestriere“, spiega Antonella, introducendo la nuova puntata de La prova del cuoco. In apertura viene anche ricordato Lucio Dalla,  che oggi avrebbe compiuto 70 anni, Antonella, in particolare, ricorda l’appuntamento di stasera su Raiuno con il concerto a lui dedicato, in diretta da Bologna. Si parte conMusic Food“, il nuovo torneo che vede protagonisti due componenti del cast, intenti a sfidarsi su piatti ispirati a celebri canzoni. Oggi abbiamo Sergio Barzetti, che ispirandosi alla canzone “Felicità” prepara un panino a base di noci. Mettiamo in un pentolino del latte scaldato, uniamo le uova, il lievito, lo zucchero e le noci tritate, amalgamiamo il tutto e otteniamo l’impasto, che lasciamo lievitare per circa mezz’ora. Formiamo i panini, li mettiamo su una teglia da forno, lasciamo riposare altri 25 minuti e inforniamo per 25/30 minuti a 200°. Prepariamo una crema di formaggio, amalgamando della ricotta fresca e del gorgonzola, e aromatizzando con un pochino di sedano. Infine, facciamo ridurre in un pentolino del vino rosso con due cucchiai di zucchero di canna, un pizzico di sale e una foglia di alloro. Tagliamo il pane a metà, spalmiamo un po’ di riduzione di vino, farciamo il panino con del prosciutto crudo, puntarelle e salsa al formaggio. A sfidare Barzetti c’è Alessandra Spisni, che propone le classiche “Le tagliatelle di nonna Pina“. A raccontare la parte musicale, ossia aneddoti e curiosità sulle canzoni, c’è Paolo Limiti. E in studio arriva anche Ottavia, ragazza 15enne che dieci anni fa cantò allo zecchino d’oro le famose tagliatelle. Alessandra prepara le classiche tagliatelle impastando uova e farina, stendendo la sfoglia e ricavando le tagliatelle. Le condisce col ragù bolognese, fatto mettendo in una casseruola mezzo kg di carne di manzo, due cipolle dorate, 1 costa di sedano e una carota, il tutto a pezzetti, e ancora 100 gr di strutto; quindi facciamo stufare lentamente e per molto tempo. Il televoto decreta  che, con il 67% di preferenze, a vincere sia Alessandra Spisni!

E’ il momento di spulciare tra i segreti dello chef, ovvero di Andrea Ribaldone, che oggi prepara l’ossobuco alla milanese.

Prendiamo l’ossobuco, priviamo l’osso dalla carne; il primo segreto: incidiamo la parte esterna della carne in modo che non si arricci in cottura. Mettiamo in padella un goccio di olio extravergine, facoltativamente infariniamo l’ossobuco, lo rosoliamo per bene in padella, aggiungiamo il vino e facciamo sobbollire. Estraiamo il midollo dall’osso, che useremo per servire il risotto. Quest’ultimo, lo prepariamo facendo tostare il riso con un filo d’olio, aggiungendo il brodo caldo e lasciando cuocere; aggiungiamo lo zafferano e ultimiamo la cottura, mantecando con un pezzetto di burro e un po’ di parmigiano. Mettiamo l’osso a crudo in una teglia, lo riempiamo con il riso, spolveriamo di parmigiano e inforniamo per 15 minuti. Prepariamo una salsa, la gremolada, grattugiando molto finemente la buccia di un limone e, ecco il secondo segreto, anche quella di un’arancia, aggiungiamo del prezzemolo tritato, olio e un pochino di aglio. Serviamo la carne, il risotto dentro all’osso e guarniamo con la gremolada unita al fondo di cottura della carne. Buon appetito!

Miss Precisetti, ossia la maestra in cucina Palma D’Onofrio, è pronta a servire la teglia di finocchi gratinati, non prima di averci raccontato che la sorella, di 17 anni più giovane, aspetta un bambino. Auguri!

Prendiamo i finocchi interi, li sbollentiamo immergendoli, ancora interi, in acqua fredda, con un cucchiaio di farina, un cucchiaio di olio e del sale. Li facciamo cuocere, coprendo col coperchio, per 10 minuti, da quando l’acqua inizia a bollire. Li scoliamo e lasciamo riposare sotto un canovaccio, poi li svuotiamo, togliendo la parte centrale che tritiamo col coltello insieme ai pomodorini secchi, la mozzarella, i capperi e l’acciuga. Prendiamo i finocchi, li riempiamo col composto ottenuto, li mettiamo in una pirofila unta con un goccio di olio, spolveriamo con pangrattato e semi di sesamo, un filo di olio e inforniamo  a 180° per 20 minuti. Buon appetito!

In sostituzione della piccola pasticceria casalinga di Anna Moroni, Casa Clerici. Antonella si mette in gioco, ai fornelli, preparando un delizioso dolce sulla base di un ricetta tratta dal suo ultimo libro: quella della torta superpannosa.

In una ciotola, sbattiamo le uova fino ad ottenerne un composto spumoso; uniamo la farina, che prima setacciamo con l’amido di mais, quindi aggiungiamo la vanillina, lo zucchero, il lievito e un pizzico di sale. Montiamo la panna, la aggiungiamo al composto e amalgamiamo delicatamente il tutto. Versiamo il composto in una tortiera da 22 cm foderata con carta forno e inforniamo a 180°, a forno preriscaldato, per 30 minuti. Lasciamo riposare la torta nella teglia per 15 minuti, la togliamo e la glassiamo con la panna montata. Guarniamo con scaglie di cioccolato, confettini colorati e… buon appetito.

La gara vede il ritorno di Natale Giunta; Antonella spiega: “Abbiamo anticipato la sua partecipazione dopo quanto si è letto sui giornali e visto in televisione. Come sapete Natale Giunta ha denunciato i suoi estorsori, una Gesto importante che abbiamo voluto sottolineare con questa partecipazione alla trasmissione. Bravo davvero a Natale per quanto ha fatto. Se tutti facessero così. E’ un esempio da seguire“.