Fumata bianca: Jorge Mario Bergoglio è Papa Francesco.

http://www.youtube.com/watch?v=Wu1pLyuECpo

Stravolta la programmazione del prime time: su Rai1, anzichè la serata di premiazione del 53° Premio Regia Televisiva, va in onda uno Speciale di Porta a Porta. Mediaset, invece, si affida al Tg4, che proporrà uno speciale in prima serata. Su La7, posticipata di qualche minuto la partenza della settima puntata di Le Invasioni Barbariche.

20:22 – A 10 minuti dall’annuncio, Papa Francesco si presenta al mondo: “Fratelli e sorelle buonasera, come sapete il dovere del Conclave era quello di dare un Vescovo a Roma e sembra che i miei fratelli Cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo, ma siamo qui. E prima di tutto vorrei fare una preghiera per il nostro Vescovo emerito Benedetto XVI”. La piazza, nel congedarsi, invoca il suo nome: Francesco.

20:12 – La loggia della Basilica si illumina; i prelati scostano le tende, il cardinale annuncia: “Habemus Papam”. Si tratta di Jorge Mario Bergoglio, 76 anni, argentino, arcivescovo di Buenos Aires. Prenderà il nome di Francesco.

19:47 – L’inviato a Castel Gandolfo ci informa che “non riuscivano a far suonare le campane“. Roba seria, insomma. L’altro inviato, a piazza San Pietro teme per la sua incolumità: “corrono, fanno… quasi ci travolgono!“.

19:42 – La folla intona l’Inno di Mameli. Giorgino, dallo studio, vorrebbe ascoltare, ma Vespa non rinuncia al pettegolezzo neanche in quest’occasione: “non mi meraviglierebbe che qualcuno abbia telefonato a Benedetto XVI“.

19:31 – Bruno Vespa, in collegamento con il Tg1, “trema come un foglia“.

19:22 – Bisognerà attendere ancora qualche minuto, 30 o 40 (si prevede che possa palesarsi intorno alle 19:50) per conoscere il Pontefice.

19:11 – Lo scampanio invita il popolo di Dio a raccogliersi intorno al suo Pastore.

19:06 – Fumata bianca: è stato eletto il 266° successore di Pietro.