La prova del cuoco – Puntata del 14/03/2013 – Campanile italiano, segreti dello chef, ricette.

Tutti a tavola!

Sulle note della sigla, Antonella, come consuetudine, raggiunge Andrea, che, gentile come in pochi sanno essere, le dà della “strega“, in quanto, nella puntata di ieri, la conduttrice aveva previsto l’elezione del Papa in serata. Antonella esterna le sue impressioni: le piace Papa Francesco, perchè ha detto le parole giuste e le sembra un Papa vicino alla gente. Un in bocca al lupo al Santo Padre e si parte con un nuovo match del campanile italiano, ovviamente arbitrato da Franco Martinetti. A sfidarsi ci son la Lombardia (Curtatone, Mantova), rappresentata da padre e figlia che propongono il risotto con il lupolo selvatico e il lucio in salsa, ed i campioni della Puglia (Locorotondo, Bari), rappresentata da due colleghi di lavoro che presentano la tiella riso patate e cozze ed il coniglio con pomodori secchi e mandorle. Mentre Antonella e Franco si alternano nelle due cucine, per raccontare le gesta dei concorrenti e passare in rassegna i prodotti, raccontandone l’origine e gli usi, la concorrente della Puglia vuole ringraziare tutti e ruba due minuti per cercare di conquistare la simpatia del pubblico, chiamato a televotare per decretare il vincitore della sfida. Quest’ultima decreta che, di misura, col 51% delle preferenze, vinca ancora Locorotondo.

Ed ora ecco i segreti dello chef, ovvero di Andrea Ribaldone, che oggi prepara un piatto giapponese, il shabu shabu.

Tagliamo la carne finemente, a straccetti, tritiamo il pollo e lo mettiamo in una ciotola; aggiungiamo dello zenzero (e questo è il primo segreto) ed un uovo leggermente sbattuto. Col composto ottenuto, formiamo delle polpettine, quindi delle palline, che infariniamo. Tagliamo a listarelle le verdure (verza, spinaci, funghi pioppini, carote). Impiattiamo, mettendo gli straccetti di carne, le verdure, fettine di formaggio tofu, le polpette di pollo, delle tagliatelle fatte semplicemente con acqua e farina. Una volta pronto il piatto, prima di assaporarlo, mettiamo a cuocere il tutto dentro il brodo di pollo bollente. Condiamo con salsa di soia e limone (è il secondo segreto). Buon appetito… a chi piace ‘sta roba!

Maria Teresa Meo ha conquistato sul campo di battaglia lo status di maestra in cucina: la donna, infatti, ha recentemente battuto Annina in “Anna contro tutte“. Alla sua prima prova, la cuoca propone gli involtini di melanzane alla birra.

Prepariamo la salsa di pomodoro con olio, pomodoro, basilico fresco ed un pizzico di sale; lasciamo cuocere sfumando con la birra. Tagliamo le melanzane a fette, per il lungo, e le grigliamo nella bistecchiera leggermente unta. Farciamo le fette di melanzana con lo speck e dei pezzetti di mozzarella, chiudiamo ad involtino e le mettiamo nel sugo di pomodoro che abbiamo precedentemente sfumato con la birra. Buon appetito!

Anna Moroni torna ad impartire le sue lezioni di cucina di base, preparando, in occasione della ricorrenza ormai prossima, i bignè di San Giuseppe.

Scaldiamo 250 gr di acqua, aggiungiamo 50 gr di burro e, quando quest’ultimo si è sciolto, uniamo 150 gr di farina 00; lasciamo cuocere finchè sfrigola e l’impasto si stacca dal pentolino. Una volta cotto, trasferiamo il composto nel mixer e uniamo quattro uova (mettendone una per volta). Ricaviamo i bignè stampandoli su carta forno, quindi li friggiamo nell’olio caldo di arachidi. Li farciamo con la crema pasticcera, fatta con 750 gr di latte intero, 250 gr di panna fresca, 300 gr di zucchero, 25 gr di amido di riso, 30 gr di frumina, 9 tuorli d’uovo e una stecca di vaniglia. Scaldiamo il latte con la panna, uniamo gli amidi, la vaniglia, lo zucchero e le uova. Farciamo i bignè, spolveriamo di zucchero e buon appetito!