La prova del cuoco – Puntata del 3/04/2013 – Luisanna Messeri, Sergio Barzetti e…

Nell’anteprima, Luisanna Messeri insegna all’inesperto Marco di Buono a sgusciare i gamberi; accompagniamo ai deliziosi frutti di mare una salsa cocktail: dapprima prepariamo la maionese con 1 uovo, olio di semi ed un pizzico di sale; quindi aggiungiamo un cucchiaio di ketchup, un goccio di cognac ed un po’ di salsa worcester. Antonella attraversa a fatica lo studio, raccatta un mazzo di fiori e raggiunge il maestro al pianoforte: “la mia gamba migliora: è una cosa lunga, ma non c’è niente“. Rassicurati dalla conduttrice, iniziamo la puntata assistendo ad un nuovo match di Chi batterà lo chef?.

6mila euro in palio: a sfidare lo chef Riccardo Facchini due “amiche e commesse“, Monica e Virginia. Le due preparano un fagottino di crespella con ripieno di radicchio su una fonduta di fontina, utilizzando vino rosso, latte, fontina, farina, radicchio di Treviso, noci, uovo, erba cipollina, cipolla, crema di latte, ricotta e zucchero. Con gli stessi ingredienti, Riccardo pensa a dei tortelli di radicchio con fonduta di scalogno. Lo chef stellato Heinz Beck, però, sconvolge i piani dei concorrenti, obbligandoli ad impiegare nelle ricette il suo ingrediente segreto: la ‘nduja, un salume calabrese.

Le donne lavorano insieme da 7 anni ed Antonella, figlia di commerciante, ascolta con passione i racconti delle due commesse. L’una è mamma, l’altra no: “sono ancora giovane“, spiega. Heinz assaggia e proclama vincitore nuovamente lo chef Riccardo; nel piatto delle concorrenti c’era “un problema con la fonduta“.

La mia rossa preferita!“, Antonella, entusiasta, raggiunge Luisanna Messeri, che notando l’andatura incerta della conduttrice, commenta: “mi tocca andar con lo zoppo ed imparare a zoppicare?“. La cuoca toscana, quest’oggi, prepara delle polpette, ovvero dei rocchini di sedano.

Puliamo il sedano, lo tagliamo e lo lessiamo in acqua bollente per circa 10 minuti, quindi lo tagliamo con la mezzaluna. In padella, mettiamo a scaldare dell’olio, aggiungiamo un spicchio d’aglio e del prezzemolo tritato. Luisanna racconta: “se, nell’antichità, ti regalavano il sedano era come dirti: vieni a vedere la mia collezione di farfalle“; Antonella domanda: “era una proposta sconcia?“. Una volta tritato, strizziamo per bene il sedano, che condiamo con un trito di prezzemolo ed aglio (senza anima), un pizzico di sale e di pepe, ed impastiamo con un uovo. In padella, intanto, aggiungiamo dei pomodori pelati. Con il composto di sedano ed uova, formiamo delle polpettine, le infariniamo e le tuffiamo nell’olio bollente. Le serviamo con il sugo di pomodoro. Il sommelier consiglia un rosato toscano, mentre Antonella ricorda l’appuntamento con il suo nuovo programma.

Carlo Cambi racconta “L’Italia che ci piace“, in compagnia di un baldo giovane, Romualdo, che omaggia Antonella di un mazzo di carciofi…

L’uomo, insieme al fratello e la cugina, coltiva e commercia (sott’olio) i carciofi cimaroli. Annina intende preparare un meno di carciofi, comincia da un antipasto, i carciofi ripieni di crescenza:

puliamo i carciofi, li allarghiamo al centro e li farciamo con un cucchiaino di crescenza; frulliamo del pane in cassetta con timo, mentuccia ed un po’ di aglio; bagniamo con dell’olio e mettiamo sopra i carciofi la panure ottenuta, insieme a delle lamelle di mandorle, sfumiamo con del vino bianco e facciamo gratinare in forno.

E’ il momento di ballare: Antonella lo fa con il ‘suoSergio Barzetti. La conduttrice indossa un grembiulino sobrio ed assiste l’amico nella preparazione di un primo piatto, le farfalle con pesto di zucchine arrostito. Pagina 174 del libro.

Laviamo e mondiamo le zucchine, le tagliamo a metà per il lungo e le disponiamo su una teglia foderata con della carta forno, quindi le condiamo con sale, pepe ed olio; inforniamo a 175° per 30 minuti. Con lo stesso procedimento, inforniamo anche della ricotta, condita con sale, pepe e olio ed infornata per 30 minuti. Aspettiamo che le zucchine e la ricotta si raffreddino, intanto grattugiamo il parmigiano e spelliamo i pistacchi, che abbiamo scottato per 3 minuti in acqua bollente. Frulliamo 50 ml di olio con i pistacchi, uniamo le zucchine, aggiungiamo la menta, se necessario un po’ di acqua di cottura della pasta, e frulliamo, sino ad ottenere un composto omogeneo. Condiamo il pesto con parmigiano e sale. Cuociamo le farfalle in acqua bollente e salta e, una volta scolate, le condiamo col pesto e le mantechiamo con la ricotta.