La prova del cuoco – Puntata del 16/04/2013 – La ricetta di Sergio Barzetti, i panini Cristian Milone…

La Luzi si allunga e Barzetti si accorcia: non c’è tempo per l’anteprima e il cuoco è costretto a tacere, “sarà per la prossima volta…“, promette. Antonella raggiunge Andrea: “non parliamo di attualità, che con quello che è successo a Boston… parliamo di cose amene, tiriamoci su di morale…“. Debutta quest’oggi, a Chi battera lo chef?, Marco Bottega, che sostituisce Riccardo Facchini e punta a battere il record di permanenza stabilito dal predecessore: 7 puntate. A sfidare lo chef, due sorelle: Francesca ed Elena Viviani, che utilizzando spinaci, gamberetti, farina, uova, pane in cassetta, erba cipollina, alivi, aglio, robiola, peperoni grigliati, paprika dolce, panna fresca, preparano delle lasagne con spinaci, gamberi e robiola su salsa di peperoni; Marco risponde proponendo dei gamberetti con insalata di spinaci croccanti e peperoni su mousse di robiola. L’ingrediente segreto scelto da Heinz Beck e che dovrà essere inserito dai concorrenti e dallo chef nelle loro ricette, è la liquirizia in polvere; una “cosa meno impegnativa“, commenta Heinz, e se lo dice lui…

Conosciamo le concorrenti: Francesca ama la cucina tradizionale, è fidanzata e sogna di occuparsi di cosmetica naturale; Elena predilige la cucina etnica ed è sposata da un anno. Marco è emozionato, “non vorrei fare assolutamente brutta figura e vorrei battere il record di Ivano Ricchebono“, che durò solamente 2 puntate… Torna Heinz, pronto ad assaggiare e, soprattutto, a decretare il vincitore: Marco Bottega prevale, l’onore è salvo.

Mr. Alloro, alias Sergio Barzetti, accoglie Antonella, minacciando: “oggi si lavora, si lavora…“. Il cuoco, quest’oggi, prepara dei petali di alici fritte al pesto di salvia.

Ad Antonella il compito di preparare il pesto di salvia, mettendo in un frullatore pinoli (o mandorle), basilico, salvia, olio extra vergine, grana grattugiato e due acciughe; dovesse servire, aggiungiamo del succo di limone o dell’altro olio. Puliamo le alici, privandole della testa e della lisca. Mettiamo il pesto sulle alici e le richiudiamo, come fossero dei paninetti. Sbattiamo le uova; in un frullatore, prepariamo un’emulsione, con olio, limone e basilico. Impaniamo le alici (le passiamo, nell’ordine, in farina, uovo e pangrattato) e friggiamo in olio caldo e profondo (oppure, le passiamo in forno, 200° per 6-10 minuti). Serviamo con un misto di erbe aromatiche. La sommelier consiglia un vino bianco, un Franciacorta Satèn.

Scopriamo “l’Italia che ci piace” con Carlo Cambi, che ci presenta Filippo Sussi, “l’uomo che ha trovato la felicità da quando ha smesso di occuparsi di bilanci“. Di Verona, laureato alla Bocconi, Filippo ha ereditato dai genitori un’azienda storica, dedita alla coltivazione ed alla lavorazione del riso.

Anna Moroni, utilizzando il riso fornito dall’ospite, prepara un risotto con aceto balsamico.

Soffriggiamo lo scalogno con un filo d’olio, mettiamo a tostare il riso ed allunghiamo con del brodo; una volta portato a cottura, mantechiamo col burro, tanto parmigiano e, alla fine, condiamo con una salsina di aceto balsamico.

Vado da un altro che non è che scherza…“, è Cristian Milone, che già armeggia con paninozzi e salumi. Cristian farcisce il primo panino con prosciutto cotto tirolese, delle melanzane sott’olio e della fontina, quindi lo passa al forno; secondo panino con maionese, tonno, pomodoro e carciofini; infine, un panino dolce: mischiamo mascarpone, caffè e zucchero, spalmiamo sul pane, copriamo di scaglie di cioccolato ed è fatta. In studio è già la sagra della porchetta: tutti a magnare!